Barcellona firma il 2-0 con Cassino e rafforza il quarto posto

Partita sempre condotta dai ragazzi in canotta giallorossa che si candidano a principale forza del torneo dopo il trio di battistrada composto da Napoli, Valmontone e Palestrina. Doppio successo sui laziali e un match da recuperare con la Vis Nova.

di Daniele Straface

Il Basket Barcellona conferma il magic moment e la serie di vittorie consecutive sul forte Virtus Cassino, agganciando la formazione laziale al quarto posto, ma dovendo ancora recuperare l’incontro con la Vis Nova Roma ed avendo dalla sua il 2-0 negli scontri diretti. Buona presenza di pubblico al PalAlberti con i tifosi che in gradinata dedicano lo slogan alla squadra: “Sudore, cuore, onore, applausi a voi che siete il nostro amore”.  Locali guidati in panchina dell’assistente Mattia Consoli con coach Milan Nisic out per provvedimento del Giudice Sportivo, ha sfruttato al meglio l’approccio alla gara contenendo il tentativo di rimonta del Cassino, che non ha mai mollato fino al quarantesimo. La prestazione di squadra è stata l’arma in più dei padroni di casa, che hanno trovato punti pesanti dalla panchina.

Barcellona ha un’ottima partenza ed a metà del primo parziale raggiunge un vantaggio che sfiora la doppia cifra (17-8). Cassino recupera il gap, con i laziali che si portano fino al -3 (17-14). Un gioco da tre di capitan Sereni consente a Barcellona di chiudere il primo parziale sul 20-14.

In avvio di secondo quarto, i padroni di casa con una difesa accorta e una serie di ripartenze aumentano il vantaggio fino al +12 (26-14). Cassino soffre la pressione dei giallorossi e prova il canestro solo dall’arco. Barcellona ne approfitta e allunga ancora fino al +16 (33-17) a metà esatta dalla pausa lunga. Nella seconda parte del parziale, le due squadre sbagliano tanto in attacco, con Cassino che riesce comunque a rosicchiare qualche punto, per andare al riposo sul punteggio di 39-25.

Il Cassino, dopo l’intervallo, cerca di recuperare il passivo e riesce a limitare il tiro dei padroni di casa per 3’30, portandosi fino al –7 (39-32). Barcellona però riprende in mano la partita e prima allunga ancora sul +11 (43-32) e poi approfitta del nervosismo del pivot Bagnoli che si merita un tecnico per protesta e consente ai giallorossi di tornare sul +14 (46-32). La partita resta comunque viva perché Cassino non molla di un centimetro e Barcellona sbaglia troppo in attacco, conservando un margine rassicurante, fino a 2’ dalla terza sirena. A fine parziale, Cassino riesce, infatti, a stringere le maglie difensive ed a ridurre il vantaggio fino al -4 (46-42). Un tiro da sotto di Bagnoli fissa il parziale sul 49-44.

Barcellona (foto Caracciolo)
Barcellona (foto Caracciolo)

Due liberi del totem di Cassino aprono l’ultimo quarto, ma due bombe di Teghini e Grilli riportano i padroni di casa sul +7 (55-48). Grilli e Teghini dalla distanza rispondono a Birindelli e Sergio, con Barcellona che allunga ancora fino al +9 (61-52) a 6’ dalla fine. Una bomba di De Angelis a 3’ dalla fine porta Barcellona sul +10 (66-56) e consente ai padroni di casa di controllare l’ultimo tentativo di rimonta di Cassino, che si avvicina fino al -4 (69-65), ma non può evitare la sconfitta su un parquet storicamente avverso, con l’incontro che si chiude sul punteggio di 71-65.

Barcellona-Virtus Cassino 71-65
Parziali: 20-14; 39-25; 49-44; 71-65
Barcellona: Grilli 14, Teghini 9, Varotta, Stefanini 2, Sereni 13, Paunovic 9, Ippedico, Brunetti 5, De Angelis 11, Rodriguez 8. All: Consoli
Cassino: Giampaoli 10, Quartuccio 2, Valesin 8, Marsili 9, Potì, Del Testa 2, Bagnoli 20, Serra, Birindelli 8, Sergio 6. All: Vettese

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy