Serie B – Ancona, colpo di lusso contro la Sanve

0

Dopo aver rincorso gli ospiti ed essere passata in vantaggio, la formazione veneta subisce il ritorno dei dorici che violano per la prima volta in stagione il campo della Belcorvo. Non bastano Nicoli, Verri e Vedovato per ottenere la prima vittoria nella seconda fase.

Non ha tradito le aspettative il big match del girone C. Nel debutto della Serie B sui canali Mediasport , San Vendemiano e Ancona hanno dato vita ad una partita intensa e ben giocata in cui l’equilibrio, con parziali e contro break, è stato risolto dal talento di alcune giocate dei giocatori ospiti sul finale.
C’erano in palio punti importantissimi in ottica playoff, con entrambe le squadre appaiate prima della palla a due a quota 16 in quelle posizioni, sesta e settima, in cui si punta verso l’alto stando però attenti a quello che succede alle spalle.

La Belcorvo recupera Durante ma non ancora Siberna, mentre Ancona schiera dieci giocatori non avendo in lista né Potì né Rossi.
Dopo l’iniziale 4-2 targato Vedovato, sono i dorici a partire decisamente meglio stordendo come un pugile all’angolo i bianconeri, i pericoli arrivano da tutti i giocatori ospiti, Centanni e Leggio aprono la difesa dall’arco mentre Paesano ed Alibegovic dalla media. La Belcorvo è in difficoltà, non segna e fatica ad avere extrapossessi, ma non crolla e si dimostra resiliente riuscendo a limitare i danni sul finire del quarto, quando Gatto e Tassinari assottigliano lo svantaggio a 8 punti.
Con Leggio ad attirare le attenzioni in post basso, è Paesano sugli scarichi a far male alla Belcorvo anche ad inizio del secondo quarto, costringendo coach Mian a prendere la lavagnetta per risistemare la difesa. Malbasa mette i suoi primi punti, Oboe e Centanni firmano il nuovo +13. La Belcorvo si appoggia a Gatto visto che il tiro da fuori sembra un tabù, almeno fino a quando Nicoli, dopo 17 minuti, mette la prima tripla. Anche Verri si sblocca, la sua tripla vale il -6 con la Rucker che alza l’intensità difensiva riuscendo, sempre grazie ad un ispirato Verri, ad andare al riposo con un gap di soli 4 punti.
Il terzo quarto inizia con una tripla di Nicoli sulla sirena dei 24”, ma Ancona piazza un 6-0 che sembra spegnere la luce accesa dall’ex Virtus Bologna. La Rucker ci crede e si rimette in corsa con Verri, dalla distanza, e poi sull’asse Tassinari-Vedovato arriva il pareggio a quota 39. È’ l’inizio della rimonta, guidata da un immarcabile Nicoli che trasforma ogni tocco in una tripla. Ne infila quattro il numero 7 della Belcorvo, ribaltando da solo il match che ora vede la formazione di casa avanti 51-41. La partita inizia ad entrare nel vivo, Centanni è classe pura e tiene a galla Ancona dopo aver subìto un parziale di 16-0. Sono 6 i punti consecutivi del cecchino dorico che impedisce alla Rucker di aumentare il vantaggio nel suo momento migliore.
La Belcorvo, arrivata sul +10 (60-50), smette di segnare e non approfitta del doppio tecnico a coach Rajola e Centanni per aumentare il vantaggio, sbagliando diversi tiri e perdendo qualche pallone di troppo, lasciando così ad Ancona la possibilità di riavvicinarsi. A tre minuti dal termine, i padroni di casa conducono 62-55 quando due triple, rispettivamente di Alibegovic e Caverni, rimettono tutto in discussione: 62-61 e time out per coach Mian. Verri viene stoppato, Centanni sbaglia dai 6.75, Vedovato fa 2/2 dalla lunetta (64-61) ma di nuovo Alibegovic da 3 impatta. Tassinari si mette in proprio andando al ferro per il +2 ma è Leggio, fino a quel momento tenuto sotto controllo dalla difesa Rucker, a trovare una tripla decisiva per l’esito del match, quando da giocare ci sono 30”. Tassinari sbaglia da 3, sul rimbalzo Vedovato prova il tap in ma senza fortuna, il bonus manda Centanni in lunetta che porta i dorici avanti 69-66. Tassinari fa 2/2 ai liberi, come Oboe per gli ospiti a dieci secondi dal termine. La tripla di Rossetto per il supplementare trova solo il ferro, il canestro di Vedovato non basta e così Ancona espugna, prima squadra ad esserci riuscita, il PalaSaccon lasciando tanto amaro in bocca alla truppa bianconera.
Le statistiche mettono in luce la grande prova di Matteo Nicoli, top scorer con 18 punti (6/7 da 3), e quelle di grande sostanza di Verri (doppia doppia con 15 punti e 11 rimbalzi) e Vedovato, anche lui autore di 15 punti.
Il prossimo appuntamento per la Rucker Sanve è per Sabato 27, sempre al PalaSaccon e sempre contro una formazione marchigiana. Contro Jesi, sconfitta al debutto a Cividale, l’unico risultato possibile per continuare la corsa verso i playoff si chiama vittoria.

BELCORVO RUCKER SAN VENDEMIANO – LUCIANA MOSCONI ANCONA 70-71
RUCKER SANVE: Tassinari 9, Vedovato 15, Durante, Siberna, Nicoli 18, Rossetto, Malbasa 6, Tonello, Gatto 6, Bettiol 1, Sulina, Verri 15. All. MianANCONA: Aguzzoli, Centanni 23, Alibegovic 10, Oboe 4, Caverni 9, Gospodinov, Colombo 3, Paesano 14, Leggio 6, Anibaldi 2. All. Rajola
Parziali: 12-20; 29-33; 55-47Arbitri: Giordano e Giunta

FONTE: Ufficio stampa Rucker Sanve

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here