Bella sfida in salsa romagnola al pala Ruggi, la spunta Imola su Faenza

0

Quintetti in campo: per Imola: Trapani Corcelli Carnovali Cusenza Vigori; per i Raggisolaris Faenza: Reale Siberna Aromando Vico Poggi.

Primo quarto. Partenza sprint per entrambe le formazioni, che si affrontano a viso aperto, con transizioni rapide, e dopo 3′ il tabellone dice 6-8. Poi, per un paio di minuti solo tiri a scheggiare entrambi i ferri. Arrivano poi la tripla di Reale e l’appoggio di Vigori, 8-11, Vigori che poi si macchia di due sciocchezze da matita blu, commettendo 2 falli ravvicinati, il secondo su Vico impegnato su tiro da 3. Uno scherzo per lui trasformare i liberi, e Faenza può volare a 14. Dimezza lo svantaggio la tripla di Carnovali, ma allunga di 1 Ballabio, 11-15. Gli ospiti non sfruttano 2 extra possessi, ma poi da una rubata in transizione Petrucci trova i 2 punti. Carnovali infila la seconda bomba, ma ancora Ballabio segna in area imolese, 14-19, col quarto che finisce con parecchi giocatori a terra a contendersi un pallone dispettoso.

Secondo quarto. Fazzi raggiunge il canestro avversario e segna alla velocità di un missile, segna da 3 Petrucci, ma gli risponde subito Corcelli, dall’arco, subito imitato dal giovane Fazzi (in settimana la società ha ufficializzato l’ingresso nello staff di papà Cristiano, come mental coach). Sul 22 pari, coach Serra ferma i suoi per un time out. I Raggisolaris hanno perso la precisione iniziale, ma trovano rimbalzi su rimbalzi, e così arriva la tripla di Petrucci, ma è lesto Wiltshire a colpire pesante a sua volta, 27 pari. Il rientro di Trapani, per un applauditissimo Fazzi, coincide con un allungo dei padroni di casa, +10 in 2′, con 8 punti firmati dal folletto biondo e un assist per Carnovali. Poggi e Trentin fanno 2-2. e quando manca 1’24” Serra spende il secondo time out. Poggi in lunetta fa 0/2, mentre subito dopo l’Andrea Costa ne segna altri 5, 3 Cusenza e 2 Trentin dopo palla rubata, 44-29. Un cambio rimessa sanzionato dai grigi produce 3 punti per gli ospiti, che accorciano a -12, 44-32.

Spicca il 50% da 3 dell’Andrea Costa, i 0 tiri liberi tirati (5 falli subiti, 10 sanzionati).

Terzo quarto. Vico da 2 risponde a Calabrese (1), poi è Trapani a firmare il nuovo massimo vantaggio, +13, nel corso del terzo minuto. Gran pick ‘ roll centrale Carnovali-Cusenza, col lungo che fa +15, ma poi Imola sembra dilagare e Faenza incapace di arginare, +17 con Trentin e sul 51-34 Serra richiama i suoi, -6’24”. Poggi riesce a segnare su tap-in, poi 3 liberi, 51-39. Dopo un accenno di distrazione del quintetto di casa, Calabrese segna il 53-41, 2 Carnovali, imbeccato da un assist magico di Fazzi, appena rientrato, mentre Faenza segna solo dalla lunetta. Il rientrante Morara mi smentisce subito, 55-45, e stavolta a segnare a gioco fermo è Vigori, che poi non può non trasformare, schiacciando, l’assist di Corcelli, che a sua volta subito dopo non può fallire l’appoggio in transizione, 61-45. Ugolini fissa il -14 prima del mini intervallo. Frazione vinta dai biancorossi 17-15.

Quarto quarto. Partenza rabbiosa dei neroverdi, che trovano 6 punti in 1’20”, coach Grandi chiama time out, arrivano 2 punti dalla lunetta da Wiltshire, 63-53, poi, da un attacco imolese che sembrava ormai spento Corcelli inventa una gran tripla, risponde da 2 Reali, 66-55.L’Andrea Costa torna a difendere forte, imitata subito dopo dai Raggisolaris, e così per oltre un minuto non si segna. Quando si passa la metà frazione, una tripla di Petrucci ridà speranza al tentativo ospite, bissata a -3′ da Vico. In mezzo solo 1 libero di Cusenza, contro 3 falliti. Faenza a -6, time out ospite -1’54”. Ancora a segno dall’arco Faenza, con Ugolini, 1 punto arriva aper Imola da Carnovali. Una persa a metà campo da Imola, -23”, fa temere il peggio, Vico pasticcia, si torna in area ospite, per racimolare un altro punticino: 69-64, -9”, time out Imola. Corcelli va in lunetta, per il fallo ospite immediato, e non trema, Faenza si gioca l’ultimo time out, fallisce l’ultimo tentativo, finisce 71-64.

Trapani (12) e Vico (13) i top scorers.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here