C SILVER – Fortitudo Roma promossa in C Gold, Hawkins decisivo

C SILVER – Fortitudo Roma promossa in C Gold, Hawkins decisivo

Il “Falco” ancora una volta protagonista.

di La Redazione

Fa festa la Fortitudo, e con pieno merito, dopo un campionato dominato. A Frosinone i giallorossi conquistano la promozione in C Gold piegando in gara-2 la Scuba 85-71, dopo la vittoria casalinga (93-70) di domenica scorsa. Alla fine nella vecchia e afosa palestra Coni i giallorossi esultano e festeggiano con il rituale taglio delle retine. Troppo forti i ragazzi di Baiardo per la giovane e coraggiosa squadra locale, che comunque esce a testa alta al termine di una stagione da incorniciare. Troppo determinante a questi livelli uno come David Hawkins. L’americano, che domani riparte per gli Usa per partecipare al campionato di tre contro tre, è stato il mattatore assoluto con 35 punti. Determinante sempre lui nei momenti chiave della gara a tirar fuori dai guai il suo team. L’unica arma che aveva la Scuba era il tiro dalla lunga distanza, e lo schema ha funzionato. Soprattutto nel terzo quarto quando, approfittando, dopo due frazioni sempre in apnea (36-17 il massimo scarto), di calo in attacco degli ospiti, è riuscita ad arrivare a -5 (47-42). Ma anche qui ci ha pensato ancora una volta Hawkins a risolvere la situazione dalla lunetta e con una tripla. Da lì in avanti la Scuba è andata via via sparendo dal campo e una volta toccato di nuovo +19 (77-58) coach Baiardo ha messo in campo tutti i ragazzi della panchina. Giusto riconoscimento per un’annata davvero speciale. Che è firmata anche da Barraco (oggi 14 punti) e Tommaso Rossetti (11). Nell’ultima partita della stagione a referto anche Pedemonte (7), Ciancaglini (6), Buscaglione (5), Poccioni (3), Matteo Rossetti e Romano (2). La C Gold è già alle porte. E serviranno più impegno, e molte più energie.

Uff.Stampa Fortitudo Roma

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Juvecasertabasket - 1 anno fa

    Grande David!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy