Cestistica Torrenovese, le Aquile provano a prendere il volo

Cestistica Torrenovese, le Aquile provano a prendere il volo

Alla scoperta della neopromossa Cestistica Torrenovese

di La Redazione

In vista della prima complicatissima stagione della propria storia in Serie B, fervono i preparativi in casa Cestistica Torrenovese. Le Aquile hanno vissuto un’estate travagliata, con un nuovo roster da allestire ed i classici problemi di una neopromossa ad un campionato nazionale nel reperire fondi ed autorizzazioni. Ne va da sé, ovviamente, che gli ultimi giorni di Agosto siano stati intensi, ma complice l’aiuto del Sindaco del Comune di Torrenova si è riuscita a trovare la “quadra”.
Il cerchio, quindi, pare essersi chiuso con coach Silva che ha creato un roster pieno di giocatori giovani sulla quale scommettere. In cabina di regia, oltre a veterano Gullo, è stato firmato il classe 99 Murabito, nell’ultima stagione in A2 all’Orlandina Basket. Dopo l’accordo nei primi giorni estivi con Svoboda, la società ha come detto confermato l’ex Costa d’Orlando Munastra, alla prima vera stagione di Serie B in carriera, ed aggiunto due giovani del vivaio Orlandina Basket come Carlo Stella e Triolo. Nello spot di “3” la società ha firmato il talento e l’esperienza di Santiago Boffelli, uno che certo non ha bisogno di presentazioni e che fa parlare i suoi numeri (16.5 punti di media nel 2017/2018 ad Alba, addirittura 18.3 a Scauri), mettendo alle spalle un’ala come Luca Sgrò. Capitolo lunghi da analizzare bene: mancano sicuramente chili, ma le scommesse Drigo, D’Andrea e Nwokoye valgono sicuramente più di una fiches. Il giovane palermitano ex Ferrara è considerato uno dei giovani lunghi in rampa di lancio, il natio di Spilimbergo proveniente da Domodossola ha fatto intravedere mani dolci e tecnica da non sottovalutare, mentre “Obi” (tras)mette energia e talento su entrambi i lati del campo.
La prima uscita amichevole contro l’Orlandina Basket ha mostrato buone nuove, con indicazioni positive che hanno permesso a coach Silva di poter lavorare con calma. Escludendo Gullo, Svoboda e Boffelli, la Cestistica Torrenovese ha un’età media bassa con un possibile grande futuro: compattare un gruppo con i giusti tatticismi così come fatto vedere lo scorso anno non dovrebbe essere così complicato. Perché è ovvio che da qui passa la salvezza della Cestistica Torrenovese.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy