DNB: Anche per Treviso si ferma la corsa playoff, Udine in semifinale

0

Udine gioca come squadra che non ha nulla da perdere, e si assicura l’accesso alle semifinali playoff sul parquet del PalaCicogna. Treviso è carica, forse fin troppo carica. Risultato? Udine tira bene, Treviso no. Steccano sia Maestrello che Prandin, e Treviso col solo gatto e i generosi Cortesi e Cazzolato può ben poco. Treviso paga di sicuro una serie di scelte arbitrali sbagliate di Bellucci, ma ci mette del suo per non essere mai in partita. Stupefacente come in un anno Treviso non sia riuscita a trovare una soluzione alla zona avversaria che sempre è stato un problema, questo dunque l’ epilogo di una stagione fatta di troppi alti e bassi, comunque sia questa stagione può servire come esperienza per il futuro.

LA CRONACA

Rientra Svoboda per Treviso, fuori Parente, in casa Udine fuori Principe per turnover.  Nutrito numero di tifosi dal Friuli, il quintetto De Longhi è composto da Cazzolato, Prandin, Maestrello, Gatto e Raminelli, rispondono i neri di coach Corpaci con Munini, Zacchetti, Gueye, Piazza e Dri.  2-0 di Raminelli, persa Udine, ma due falli di Prandin a 8’30”, che diventano 3 per Treviso a 8’20”.  Sempre per la  DeLonghi due rubate di Cazzolato non vengono concretizzate, 4-2 a 7’00”. Udine a zona, Treviso a uomo, 6-4 a 5′ dalla prima sirena, sul 6-7 a 4’40 esce Zacchetti per Bellina. Bel rovesciato di Dri per il 9-9, esce Raminelli ed entra Cortesi, intanto Udine pasticcia in ball handling causa la difesa forte di Treviso, che in attacco usa spesso i 24”. 11-10 a 2’54”, il filo dell’equilibrio prosegue fino al 13-13 dei primi 10′, con Udine che chiude il quarto con squadra molto grossa, adoperando Bellina e Zacchetti insieme.

Soluzione ottimale, visto che la GSA scappa sul 13-18 a 8’50”, e con la persa di Prandin che lancia il 13-20, obbligato il  timeout Treviso. 13-22 a 7’52”, poco coraggio per gli uomini Di Carlo, che soffrono tantissimo sul 13-25, il primo punto del secondo quarto arriva su un libero di Maestrello a 6’20. In difesa i casalinghi tentano la carta della 1-3-1, ma in attacco ci si regge solo sui liberi, fino al 19-25 a 4’46”. Un mini rientro, a cui però risponde Gueye con cinque di fila, e anche se per il coloured ex Scafati e San Severo arriva anche il terzo fallo, Udine è in controllo sul 20-30 a 3’40”. Si aggiunga poi il 4° personale di Maestrello, oltre ai diversi contatti proibiti tra Bellina e Cazzolato sul mis-match, questa è la miscela che fa esplodere le proteste di coach Di Carlo, che esce dalla sua area per protestare su una linea calpestata Udine non fischiata. 20-34 a 2’21, entra Svoboda, e subito due per lui, poi c’è il 25-34 con tripla di Cazzolato dopo una bella circolazione, ma dalla rubata a Cortesi Udine ne trae due punti utili a controllare fino a fine tempo:  26-40, 7 per Cazzolato, 11 per Piazza e Gueye all’intervallo.

Si riprende, ed è subito 5-0 per l’APU in meno di un 1′, il vantaggio si consolida sul 26-43 con Truccolo che segnallo scadere dei 24”. La partita vede 4 falli di squadra Udine già a 5’47”, ma le bocche di fuoco di Treviso languono: Prandin fermo a quota 1, Maestrello a quota 2 dopo 25′, intanto ancora Truccolo da tre Udine tiene sul velluto, e sempre Maestrello colleziona ferri a valanga, anche frutto della scelta di Udine che si schiera a zona. Treviso è incapace di attaccare, 39-55 a 1’18” dalla fine del terzo quarto, una piccola speranza potrebbe nascere dal tecnico fischiato a Corpaci per proteste su fallo in attacco, e Maestrello finalmente ringrazia da tre, 44-55, ultimi 40″ di un quarto che si chiude sul 45-57: 18 di Piazza sponda udinese, cresce Gatto a quota 14.

Udine ancora a zona in apertura di ultima frazione, e 45-59 a 8’03”, arriviamo sul 49-61 a 6’22” con il buon contropiede sull’asse Maestrello – Prandin. 51-61 a 5’40”, zona per la DeLonghi, a mettere i bastoni tra le ruote dei bianco-blu il tecnico con espulsione per Gatto a 5’01 sugli sviluppi di un tiro a salve con proteste a strascico. Sul 51-64 palla in mano Udine, 52-69 a 4’08”, nel frattempo intervengono paramedici per un malore in curva Udine, con 3’48”. La partita sembra in ghiaccio a valle del doppio tecnico per Svoboda e Gueye poco prima di una rimessa, sugli sviluppi di un contatto tra i due poco prima di  una rimessa, a confermarlo il 54-71 a 2’33. Ben poco da aggiungere sul 55-73 a 1’53”, il finale fissa il punteggio sul 62-79.

DE’ LONGHI TREVISO – GSA UDINE 62-79

PARZIALI: 13-12; 26-40; 45-57

TREVISO: Maestrello 9, Gatto 16, Cazzolato 11, Raminelli 8, Prandin 8, Cortesi 5, Svoboda 3, Masocco 2, Rossetto ne, Vedovato ne. All. Di Carlo.

UDINE: Dri 11, Piazza 21, Zacchetti 14, Gueye 20, Munini 3, Bianchini ne, Truccolo 10, Bellina, Ughi ne, De La Cruz ne. All. Corpaci.