DNB: E’ di Senigallia il derby marchigiano

0

Goldengas Senigallia – Ecoelpidiense PSE 64-57

Parziali: 16-15;33-30;49-45
Arbitri: Vittori e Centonza
Spettatori: 700

Pall. Senigallia: Pierantoni 3, Maddaloni 7, Catalani 17, Meccoli Matejka 5 , Battisti 4 , Perini 20 , Pasquinelli, Sartini 8  N.E.: Savelli, Tagnani. All.re Valli

Ecoelpidiense PSE: Torresi 5 , Pozzetti, Fabi 2 , Ferroni, Giampieri 8, Boffini 17 , Coviello 11 , Traini 3 , Postacchini 3 , Romani 8 . All.re Schiavi

SENIGALLIA – 18 palle perse, 13 rimbalzi d’attacco concessi agli avversari. E’ tutto qui il derby perso dalla Ecoelpidiense contro la più quadrata Goldengas la quale nei minuti finali ha saputo gestire l’esiguo vantaggio per poter poi chiudere 64-57. E’ stata una partita equilibrata fin dalla prima palla a due con la Ecoelpidiense che ha senza dubbio cancellato la pagina più brutta della sua storia, ossia il match con Palestrina, ma che alla lunga ha pagato le solite disattenzioni i cronici deficit.
Alla prima sirena i padroni di casa conducono 16-15, la musica non cambia anche nel secondo parziale quando Boffini scalda la mano e porta avanti i suoi (25-29). Buon impatto sulla gara anche di Traini che in regia non sfigura. All’intervallo però Senigallia conduce 33-30.
Coach Schiavi ruota tutti i suoi effettivi, in campo anche Ferroni e Postacchini che piazza la bomba dall’angolo. Lo imita Giampieri con due conclusioni pesanti dai 6.75. Senigallia però è sorretta da un immenso Catalani e dal totem Perini. Alla penultima sirena +4 per i biancorossi.
I padroni di casa aumentano l’intensità difensiva e per la Ecoelpidiense trovare il canestro diventa sempre più difficile. Boffini è indomito e ricuce il gap fino a -5. Ciò non basta, Senigallia congela il match e vince con merito 64-57.
Serviva una risposta dal punto di vista dell’atteggiamento ed è sicuramente arrivata, tuttavia restano chiari e lampanti i limiti di una squadra che ancora molto deve fare per raggiungere l’unico obiettivo stagione ovvero la salvezza. Senigallia è apparsa avversaria alla portata ma sicuramente più concreta e cinica. L’appendice di 2013 consegnerà ora alla Ecoelpidiense un bis di match casalinghi a partire da domenica quando al palas di Via Ungheria scenderà la capolista Latina. La gara della vita sarà però quella a 3 giorni da Natale quando contro Val di Ceppo in palio c’è una fetta importante di salvezza.