DNB- Girone A, il recap della 10a Giornata

0

Vincono le big Fortitudo Tortona ed Empoli, mentreMortara viene beffata sul finale da Piacenza. Importanti punti per Alessandria che ferma Cento.

Riesce quasi a completare la rimonta Mortara che però diventa la naturale continuazione della “maledizione” dello scadere: dopo Piombino, che la scorsa settimana, dopo aver vinto con un buzzer beater, ha ceduto nello stesso modo a Mortara, adesso è proprio il turno dei ragazzi di Zanellati. Piacenza ha subito iniziato bene, mettendo sotto Mortara nel primo periodo e vantaggio che, alla pausa lunga, si attesta sulle 15 lunghezze. La seconda metà è però dominata da Mortara che arriva a giocarsi la partita all’ultimo possesso che viene convertito, però, dal piacentino Gasparin, autore di una bella prova da 18 punti.

Ottima prova per Pavia che, dopo un pigro primo quarto, distrugge Cecina scappando nella seconda frazione guidata dal capitano Fossati con il 30-9 di parziale. Cecina tarda a reagire con la rimonta che non arriva al possesso di distacco e permette a Pavia di avvicinarsi in classifica. Gran prova di squadra per i locali con ben 5 uomini in doppia cifra.

Domina il CUS una Montecatini deludente dopo aver battuto la Fortitudo. Partita totale e piena di concentrazione per Torino che parte con 30 punti segnati nel primo periodo. Raucci si scalda subito con 11 punti nella prima frazione e il vantaggio è già sui 15 punti. Già nel secondo quarto sul +20 la gara sembra finita, e l’apparenza è giusta perchè Torino non molla un centimetro e guadagna due ottimi punti.

Sembra non finire più il calvario di Livorno che perde anche ad Empoli; Sanguinetti non c’è, ma l’inizio è a favore della Don Bosco guidata dall’allenatore grande ex Da Prato. Empoli con pazienza però rimonta da -7 e con Manetti riesce a insediarsi davanti. Mariotti mette una tripla sulla sirena e si arriva al +9 Use. Nella terza frazione empoli tenta la fuga ma il 10-0 Don Bosco rimette per un po’ le cose a posto. Il problema è che Empoli ruggisce con un 17-4 e arriva di nuovo davanti per non farsi più riprendere e continuare la propria marcia.

Vince la Fortitudo anche se nella prima frazione i colpi di Iannilli fanno stare a galla la Solbat Piombino. La Fortitudo si porta in vantaggio proprio con quest’ultimo in panchina salvo poi farsi rimontare, ed essere costretta a rincorrere; Sabatini però riesce ad impattare a 36 poco prima di fine 2o periodo. La Fortitudo ripare bene e si porta a +9, ma Piombino risponde sfiorando diverse volte il vantaggio prima di tornare a -8. L’ultimo sforzo in quarta frazione di Piombino fallisce e allorala Fortitudo chiude i giochi e vince questa importante gara.

Vince anche Tortona che quindi resta sola al comando contro l’ABC Castelfiorentino. I toscani di coach Angelucci sono stati in partita ma poi Tortona ha preso il largo e dal +10 di inizio terzo periodo ha ben gestito il gap. La capolista guidata da Samoggia e l’ottima serata al tiro di Viglianisi tocca anche il +30 e si conferma in vetta.

Importante successo casalingo di Alessandria che dà qualche buon segnale di ripresa: la partita è equilibratain tutto l’arco dei 40′, con diversi cambi di vantaggio tra le due formazioni: la tensione è molta e Alessandria nei momenti decisivi di affida al solito Grilli, che risponde presente e permette la mini-rimonta dell’ultimo periodo, con Alessandria che ottiene i due punti fondamentali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here