DNB: Grinta Montecatini, a Cento i termali risalgono da -10 e vincono in volata

0

Benedetto XIV 2011 Cento – Montecatini Sc 1949 75-82 (15-18, 19-24, 23-11, 18-29)

Benedetto XIV 2011 Cento: Mabilia 2 (1/4), Bona 19 (5/11, 2/5), Ikangi 3 (0/2, 1/1), Nieri 7 (1/4, 0/1), Di Trani 20 (5/11, 3/6), Scomparin, Carretti 17 (7/12, 0/1), Silimbani 3 (0/1, 1/2), Andreani 4 (2/2, 0/1) N.E.: Govoni. Allenatore:Giuliani
Tiri Liberi: 12/14 – Rimbalzi: 34 23+11 (Carretti 10) – Assist: 14 (Bona 5)

Montecatini Sc 1949: Quartuccio 8 (0/1, 1/6), Biagini, Fiorentino, Giarelli 11 (4/8, 0/1), Bianchi 9 (3/4 da tre), Caroli 9 (2/3, 1/4), Pagni 4 (2/6), Donati 4 (1/1, 0/1), Doveri 13 (2/5, 3/5), Sgobba 24 (6/8, 2/4)
Tiri Liberi: 18/23 – Rimbalzi: 29 24+5 (Pagni 7) – Assist: 16 (Quartuccio 6)

Strepitoso successo della Missardi Montecatini che espugna un campo difficile ed infuocato come quello di Cento per 82 a 75 e conquista il nono posto in classifica, in attesa degli incontri in programma domani.
Nonostante l’assenza di Georgi Sirakov (fermo a causa di un problema muscolare), la “Banda Barsotti” è stata trascinata da uno stratosferico Giorgio Sgobba, vero e proprio incubo degli emiliani, che con i suoi 24 punti è stato il top scorer della serata.
I rossoblu partono subito con il piede giusto e, dopo 5 minuti di gioco, hanno già un discreto margine di vantaggio, con Simone Di Trani (il capocannoniere del girone) ancora a bocca asciutta. Coach Giordani chiama timeout per rimettere le cose a posto e, alla ripresa del gioco, il bomber biancorosso inizia a bruciare la retina, compreso il canestro sulla prima sirena che permette ai padroni di casa di rimanere alle costole degli avversari (15-18 al 10’).

Con Russo e Sirakov fuori dai giochi, è Samuele Doveri a prendere la squadra in mano dalla linea dei 6,75. Il ventenne ponsacchese apre con un siluro il secondo quarto (15-21 all’11) e rincara la dose a metà frazione (22-28 al 15’). Sono lui e Sgobba i leader della Missardi in questo frangente, permettendo a Montecatini di andare nello spogliatoio con 8 punti di vantaggio (34-42 al 20’).
Al rientro sul parquet Cento cerca in ogni modo di rimettere le cose a posto, ma i termali non ci stanno e continuano a conservare 8 punti a proprio favore (43-51 al 27’). Un successivo leggero calo di concentrazione viene preso subito al volo da Di Trani e soci che piazzano un parziale di 10 a 0 e mettono per la prima volta il naso avanti (53-51 al 28’). Il momento d’oro dei biancorossi continua anche nell’ultima frazione, arrivando a toccare anche il +10 (63-53 al 33’). Montecatini, però, vuole tornare padrona della partita e gioca un altro jolly: la coppia Renato Quartuccio – Tommaso Bianchi. Proprio mentre le cose sembravano mettersi male, i due rossoblu iniziano a sparare cartucce preziose che, insieme al sigillo di capitan Giarelli, portano la Missardi in perfetta parità. La partita si accende molto, il clima si fa incandescente, ma i montecatinesi non si lasciano intimorire (72-77 al 40’). Il fallo antisportivo fischiato a capitan Di Trani mette fine alle speranze della Tramec, i due punti vanno allo Sporting.