DNB: Sangio, trasferta amara a Udine

0

Trasferta dolce e amara per la Sangiorgese in terra friulana che nonostante una bella prova torna a casa con zero punti lasciando la posta in palio a Udine che si aggiudica l´incontro con il punteggio di GSA Udine – LTC Sangiorgese 85 – 81 (19-16; 19-21; 26-16; 21-28). I draghi che hanno dovuto fare a meno del loro capitano Benzoni ancora squalificato e che hanno avuto anche Andrea Marusic non al meglio della condizione fisica per un problema alla spalla, hanno disputato una buona partita trovando risposte positive in tutti gli interpreti chiamati in campo da coach Albanesi. Si è tirato molto, si è sbagliato tanto da entrambe le parti ma alla fine sono stati premiati l´esperienza e il cinismo dei padroni di casa che sul punto a punto nel finale della partita sono riusciti a trovare soluzioni migliori e punti decisivi soprattutto da giocatori importanti come Dri, Bellina e Gueye. Ai blu arancio non è stato sufficiente un ultimo periodo giocato quasi alla perfezione per ricucire lo svantaggio con i padroni di casa. Da sottolineare le prove di Zanelli e Nasini che con le loro triple hanno fatto tremare il Palasport “Manilo Benedetti”. Buono l´avvio di gara di Marusic nonostante le precarie condizioni, che per colpa di un quarto fallo speso in avvio di terzo periodo, nel momento migliore di Udine è stato costretto a rimanere in panchina. Generosa la prova di Alessandro Priuli che sotto i tabelloni ha fatto a sportellate con tutti lottando con la solita grinta di sempre. Importante anche il contributo di Nicola Bertoglio che ha difeso molto bene e ha realizzato anche punti importanti. Sicuramente una prova di carattere dove la squadra del presidente Ponzelletti ha lottato alla pari contro la fisicità degli avversari senza farsi intimorire da giocatori esperti e validi come quelli friulani.

Alessandro Zanelli: “Niente da recriminare. Ognuno di noi ha dato tutto e ha fatto il massimo per sopperire all´assenza di “Benzo”. Sul finale punto a punto, qualche scelta migliore al tiro avrebbe potuto fare la differenza. Fuori casa è sempre dura, ma abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti. Rimaniamo positivi e carichi per il derby con Legnano. In casa vogliamo vincere.”

Proprio un ex Legnanese è stato l´uomo migliore di Udine che ha visto in Filiberto Dri l´arma in più per i friulani. L´avio di gioco è subito dei padroni di casa che con capitan Munini e l´esperienza di Bellina cercano subito di scappare in avanti con il punteggio. I draghi sembrano un po´ contratti ma Marusic carica i suoi con una tripla alla quale rispondono i friulani con i canestri di Piazza e Gueye. Priuli e Tomasini accorciano e dopo 5´ Udine è avanti di +4 sul 11-7. Dri inizia a scaldarsi le mani e la squadra di Paderni va sul 15:7. I draghi faticano a difendere e per rispondere all´ennesimo canestro di Dri servono le triple di Marusic e Bertoglio per il 17:13. Palla riconquistata dalla Sangiorgese che con una super schiacciata di Marusic si porta a solo due punti da Udine. Bellina non ci sta ed è 19:15. A 1´19″ dalla fine del periodo viene fischiato un anti sportivo a Munini. Saini fa 1 su 2 dai liberi e nel possesso successivo non sfruttiamo bene l´occasione avuta. Nel finale si sbaglia da entrambi le parti ed il quarto si chiude sul 19:16.
Il secondo quarto inizia con lo stesso copione del primo. La squadra di coach Albanesi sembra contratta. Marusic e Priuli lottano con veemenza e qualche volta sono costretti al fallo. Ne approfitta Udine che con i liberi di Munini dopo 2´ di gioco si porta sul 21:16. La Sangiorgese cambia marcia e con Zanelli e Prilui a 6´ dalla fine del periodo trova il primo vantaggio della partita sul 21:22. Truccolo appena entrato firma la tripla del nuovo sorpasso friulano. Combinazione Zanelli e Priuli e la partita è nuovamente in parità sul 24:24. Udine riprende in mano la partita e con Piazza e la tripla di Dri si porta avanti di +5. Il finale di quarto è una gara da tre. Prima Bertoglio, poi Bellina e Piazza per Udine. Saini accorcia da sotto e a 2´44″ dalla sirena del riposo lungo, il risultato è di 32:29. Con due liberi di Priuli ed una bomba di Nasini la squadra di coach Albanesi torna in vantaggio +2 a pochi secondi dalla fine, ma sul suono della sirena l´ennesima tripla di Dri porta al riposo i compagni di squadra avanti di 1 sul 38:37.
Devastante l´avvio di terzo quarto di Udine che trova in Dri una bocca di fuoco impressionante e dopo poco minuti i friulani sono sul +10 47:37. I Draghi accusano il colpo e devono rinunciare a Marusic richiamato in panchina dopo aver commesso il quarto fallo. Zanelli ancora da tre prova a ricucire. Dri e Piazza per i bianco neri continuano a macinare canestri e punti importanti. I Blu arancio rispondo come meglio possono ancora Zanelli ispiratissimo e Nasini che dalla distanza è un cecchino. Udine però sembra avere una marcia in più e con Truccolo trova il massimo vantaggio +16 e 64:48. Sembra scendere la notte per i Draghi, ma Zanelli davvero impagabile con altri 5 punti negli ultimi secondi riduce lo svantaggio 64:53.
Ultimi 10´ di gioco e la Sangiorgese parte con un piglio differente. Approfittando di qualche disattenzione di troppo dei padroni di casa, attacca con più convinzione. Nasini e Zanelli ci credono, ma Dri e capitan Munini rispondono colpo su colpo. La partita si infiamma e dal torpore di una prova quasi anonima si sveglia anche Gueye che nel finale dell´incontro diventa decisivo per Udine. A 3´45″ dalla fine con le triple dei soliti Nasini e Zanelli i Draghi sono a solo due punti dai bianco neri 73:71. Gueye riporta Udine sul +5 ma Zanelli ancora una volta risponde presente e con il canestro di Bertoglio a 120″ dalla fine è perfetta parità 76:76. La palla inizia a scottare e Udine si affida a Gueye che prima dalla lunetta e poi da sotto porta Udine sul +4 a 16″ dalla sirena. La Sangiorgese prova dalla distanza ma fallisce e sulla ripartenza Piazza porta i friulani sul 85:79. Ultima azione di gioco e bel canestro di Nasini che serve solo per le statistiche. Punteggio finale 85:81.

Il presidente Carlo Ponzelletti: “Direi bene, peccato il risultato e il terzo quarto dove loro hanno disputato la parte migliore della partita. Abbiamo dato tutto e questa è la cosa importante.”

Coach Marco Albanesi: “Siamo stati bravissimi al di là del risultato. Abbiamo disputato una signor partita senza Benzoni e per buona parte dell´incontro senza Marusic carico di falli. Peccato il 4° fallo di Andrea, ho dovuto più volte risistemare l´assetto della squadra, prima con due lunghi e poi con due piccoli. Un plauso per la reazione nel finale di gara. Siamo tornati in partita e questo è un aspetto molto importante. Sicuramente si vedono dei miglioramenti è questo è ciò di positivo che ci riportiamo a casa.”

GSA Udine: Bianchini n.e., Dri 23, Piazza 14, Truccolo 6, Gueye 14, Bellina 13, Munini 10, Pricipe 5 Coach: Paderni Andrea

LTC Sangiorgese: Vignati n.e., Tomasini 4, Nasini 19, Zanelli 29, Marusic 8, Fabbricotti 0, Montagner n.e., Saini 3, Priuli 10, Bertoglio 8. Coach: Marco Albanesi

Arbitri: Spano e Lillo