DNB: Scafati espugna Agropoli con un finale al fulmicotone

0

Polisportiva Agropoli – Givova Scafati 72-74 (15-22, 17-16, 20-16, 20-20)
Polisportiva Agropoli: Buono 3 (0/1, 0/2), Romano 14 (1/3, 3/11), Serino 28 (5/5, 4/10), Cacace, Pongetti 5 (0/1, 1/2), Antonietti, Palma, Nozzolillo 5 (1/3, 1/4), Di Luccio, Marulli 17 (1/4, 4/9)
Allenatore:Paternoster
Tiri Liberi: 17/24 – Rimbalzi: 35 22+13 (Serino 7) – Assist: 11 (Marulli 4)
Givova Scafati: Di Capua 2 (0/3, 0/2), Zaccariello 9 (3/6, 1/4), Antonelli 3 (1/2 da tre), Requena 13 (1/4, 2/6), Chiacig 14 (5/9, 0/1), Ruggiero 13 (2/4, 2/10), Moruzzi 17 (2/3, 3/4), Matrone 3 (1/1 da tre) N.E.: Izzo, Gamaleri
Allenatore:Sorgentone
Tiri Liberi: 18/22 – Rimbalzi: 30 12+18 (Di Capua 7) – Assist: 5 (Zaccariello 2) – Cinque Falli: Zaccariello
Partita che inizia bene per l’Agropoli, che si porta subito avanti, ma Scafati non sta a guardare e subito rimonta pallone su pallone con giocate da sotto di Chiacig e bombe da fuori di Zaccariello, il tempo scorre e il primo quarto si chiude con Scafati avanti di 7 lunghezze. Coach paternoster strizza i ragazzi e li invita a giocare con molta calma e concentrazione. Si riparte ma la musica cambia poco sono sempre i delfini a dover inseguire il risultato nonostante le penetrazioni di Serino e compagni. Il quarto va avanti su alti e bassi e alla fine il punteggio segna sempre scafati avanti di 6 punti… 38 -32 al termine dei primi venti minuti di gioco.
Tutti negli spogliatoi e via ai biasimi di rito. Coach Paternoster carica i suoi ragazzi e infatti nel terzo quarto la musica cambia, infatti scafati si vede recuperare canestri su canestri grazie al gioco di squadra dettato da Marulli e ben seguito dai suoi compagni di squadra. Scafati sembra leggermente in panico e cala di ritmo e il punteggio si chiude con i delfini sotto di sole 2 lunghezze. Al Pala di Concilio stasera il pubblico delle grandi occasioni, tutti presenti e pronti a sostenere i propri beniamini con tanto calore, ed infatti la squadra ben supportata reagisce bene e si porta in vantaggio con giocate di classe di Serino che prima da sotto e poi con una tripla regala il momentaneo vantaggio dei delfini.
Più 5 e 3 minuti scarsi al termine della partita, Sorgentone non ci sta a perdere e subito mette dentro la colonna Chiacig, di qui diverse chiamate che inviperiscono il pubblico, mna anche troppi errori sotto canestro, e Scafati subito ne approfitta e ritorna sotto fino al raggiungimento del pari. Ed è proprio lì che in seguito ad un fallo su Buono (con annessa reazione di stupore da parte del pubblico), che la partita cambia volto e con il classico fallo sistematico si arriva alla fine. Dalla lunetta Scafati non sbaglia e Agropoli non può fare altro che assistere alla disfatta che però non li abbatte. Onore ai dieci delfini di Agropoli che escono a testa alta tra i mille applausi del pala Di Concilio gremitissimo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here