DNC-G: Il report della 1a giornata-Fase ad orologio

0

La fase ad orologio si apre con le solite conferme in vetta e una sorpresa. La capolista Nuova Aquila travolge Acireale 94-59 in una gara sempre in mano ai padroni di casa che riescono ad aumentare costantemente il distacco. Ai 5 punti di vantaggio del primo quarto, segue il +9 del secondo quarto (41-30) con Gottini (21 punti) e Vittorio Tagliareni (17) sugli scudi. Il terzo quarto chiude i giochi: troppo netto il divario al 30’ per poter sperare in una rimonta di Acireale che arriva all’ultimo parziale sotto di 29 punti. La capolista non si ferma e alla fine il tabellone segna un netto +45 per la squadra di coach Torriero.

Resta a quattro lunghezze la Planet Catanzaro che passa a Gela 80-58. Il match dura due quarti, quando i giallorossi di coach Tunno concedono qualcosa ai gelesi che cercano di restare a contatto. Nel primo parziale gli ospiti sono già avanti di 7 (20-27) e nel secondo i siciliani tengono testa alla vice capolista del girone (17-19) andando all’intervallo lungo sul 37-46. Al rientro, però, c’è solo Catanzaro con un Carpanzano in gran serata (29 punti) e supportato da Fall (20): nel terzo parziale i calabresi ipotecano i due punti (12-23) e chiudono i conti nell’ultimo quarto nel quale Gela cerca di limitare il passivo (9-11).

Sale al terzo posto la Nertos Cosenza che, in casa, supera nettamente il fanalino di coda Empedocle, 103-67. Nonostante il punteggio, gli ospiti restano in gara per oltre 20 minuti, poi crollano sotto i colpi di Delli Carri (28 punti) e compagni. Il primo quarto, infatti, si chiude con le due squadre in parità (16-16), nel secondo, invece, il primo allungo dei locali (24-18) sul 40-34. Da qui in poi, Cosenza prende in mano il gioco e con due quarti perfetti dilaga (31-18, 32-15) fino al successo finale.

Secondo successivo consecutivo per il Mazara che batte la Vis Reggio Calabria, al secondo ko di fila, 79-51 e aggancia la terza piazza. I calabresi partono bene ma cedono dopo appena un quarto: il 18 pari al 10’ è solo un’illusione, poi i siciliani dettano i ritmi e non rischiano più. All’intervallo lungo il tabellone segna il +11 dei locali (39-28), che si confermano nei successivi due parziali (21-8, 19-15): al 30’ sono 24 i punti di vantaggio (60-36), mentre l’ultimo quarto diventa una formalità.

Infine, dopo il successo di una settimana, la Green Basket Palermo concede il bis ed espugna ancora Marsala di tre punti (72-75), completando così il poker di squadre a quota 18. Partita più equilibrata e, dopo il 23 pari del primo quarto, Palermo riesce a gestire un minimo vantaggio conquistato alla fine del secondo parziale, +5 sul 32-37. Match che, quindi, resta aperto, con Marsala che cerca di ricucire il gap e gli ospiti a contenere e attaccare: al 30’, infatti, Palermo guadagna ancora e va sul +8, 48-56. I trapanesi non mollano e, nel quarto parziale, ristabiliscono anche la parità sul 67-67. Poi, nel finale, qualche errore di troppo favorisce la Green Basket che conquista così i due punti che valgono il terzo posto.

Risultati 1^ giornata – Fase ad orologio
Gela-Catanzaro 58-80
Mazara-Vis Reggio Calabria 79-51
Marsala- Green Basket Palermo 72-75
Nertos Cosenza-Basket Empedocle 103-67
Aquila Monreale-Acireale 94-59

Classifica
Nuova Aquila Monreale 36, Catanzaro 32, Nertos Cosenza, Mazara, Green Basket Palermo e Acireale 18, Marsala e Vis Reggio Calabria e 16, Gela 10, Basket Empedocle 8

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here