IG CUP, Serie C Final Eight: Grande Calligaris, ma la semifinale è della We’re.

0

We’re Basket Ortona – Calligaris Csb Corno di Rosazzo 70-60 (17-13, 30-24, 44-41)

Grande partita all’Arena Parigi 1999 tra la We’re Basket Ortona e la Calligaris Csb Corno di Rosazzo. La matricola abruzzese è riuscita ad aggiudicarsi il match dopo una partita molto combattuta raggiungendo così Scauri nella semifinale di domani in programma per le 13.15.

QUINTETTO BASE ORTONA: Di Carmine, Gialloreto, Brown, Diomede, Munjic;

QUINTETTO BASE CORNO DI ROSAZZO: Avanzo, Tonetti, Miniussi, Vecchiet, Piccini.

Palla a due vinta da Miniussi, il quale però perde subito palla e consente a Diomede di aprire il match in favore di Ortona. La We’re tenta di prendere le distanze e piazza un break di 8-2, ma un ottimo Miniussi accorcia le distanze garantendo 11 dei 13 punti messi a referto dalla Calligaris, che a fine quarto si trova a soli 4 punti di distacco dalla We’re Basket. (17-13)

Il secondo quarto si sblocca con un fallo e canestro di Braidot, che approfitta di un incertezza di Musso, portando a casa il gioco da tre punti. Un libero di Piccini annulla lo svantaggio, anche se subito risponde Gialloreto con una bomba da oltre i 6’75”. Sempre Piccini mette a segno una tripla che pareggia i conti, dando inizio ad un periodo di assoluta parità tecnica. Ma basta un timeout a Sorgentone per far ripartire i suoi, i quali si riportano avanti di 5 grazie alle realizzazioni di Leonzio e Diomede. Ultimi 3′ da dimenticare per Rosazzo che rimane a secco aumentando così lo svantaggio. (30-24)

A fine intervallo lungo la situazione non cambia. Errore di Braidot e Diomede in contropiede realizza subendo fallo, mettendo a segno anche il libero aggiuntivo a sua disposizione. Un tiro da fuori l’arco dei 3 di Brown firma il +12 per i teatini che per la prima volta nella partita sono in doppia cifra di vantaggio. La Calligaris riesce a rosicchiare il divario grazie alle realizzazioni di Piccini, Vecchiet e Tonetti, arrivando a toccare il -2. A fine quarto il tabellone sorride ancora ad Ortona ma con Rosazzo sotto solamente di 3 lunghezze. (44-41)

L’ultimo periodo inizia con la Calligaris che cancella lo svantaggio con una tripla di Piccini, a cui subito risponde Di Carmine dall’altro lato del campo. Botta e risposta tra le due formazioni che mantengono un equilibrio stabile. La We’re riesce a firmare un break di 7-1 portandosi avanti di 6 punti grazie ad un fallo e canestro del solito Diomede ed una bomba di Musso. Di Piccini il tentativo di riaprire la partita, ma questa volta è capitan Comignani a metterla dai 6’75”, chiudendo definitivamente la porta in faccia a Rosazzo che non riuscirà più a recuperare. (70-60)

BASKETINSIDE MVP: MANUEL DIOMEDE

We’re Basket Ortona: Di Carmine 10 (4/14, 0/1), Gialloreto 8 (1/4, 2/8), Victorio Musso 6 (1/3, 1/2), Leonzio 2 (1/1, 0/3), Brown 3 (0/1, 1/2), Diomede 21 (6/12, 1/2), Munjic 10 (4/9), Comignani 10 (2/4, 1/5), Martone 0 (0/2) N.E.: Agostinone
Tiri Liberi: 14/19 – Rimbalzi: 45 38+7 (Brown, Munjic 9) – Assist: 15 (Comignani 4)

Calligaris Csb Corno: Avanzo 0 (0/1), Tonetti 5 (1/7, 0/7), Diviach 0 (0/4 da tre), Miniussi 11 (4/9, 1/2), Vecchiet 9 (0/1, 3/4), Franco 0 (0/3, 0/1), Braidot 10 (4/6, 0/5), Piccini 25 (6/10, 3/7) N.E.: Bazzaro, Miani
Tiri Liberi: 9/18 – Rimbalzi: 40 33+7 (Miniussi 9) – Assist: 13 (Tonetti 4)