IG CUP Serie C Final Eight: Ortona, sogni di una matricola ambiziosa

0

Per Ortona questa stagione è sicuramente da ricordare. Dopo la promozione in DNC della scorsa stagione, l’arrivo di coach Sorgentone e di pezzi pregiati in roster (Gialloreto, Diomede, Di Carmine in primis), la capolista in solitaria del raggruppamento F, affronterà per la prima volta nella storia della città la Coppa Italia di categoria, grazie ai grandi traguardi raggiunti in campionato. La We’re Basket infatti gode di un fantastico record di 19-2, 2 vittorie in più della Sandretto Falconara, seconda in classifica, con la quale ha trionfato in entrambi gli scontri diretti.

La chiave del successo di questa squadra è racchiusa sicuramente nel roster ampiamente fuori categoria a disposizione dell’esperto coach rosetano. Fabrizio Gialloreto, Manuel Diomede ed Ernani Comignani hanno giocato la scorsa stagione tra le file del Chieti in A2 Silver, Gianluca Di Carmine in DNB con il Vasto e Victorio Musso, sempre in DNB, con la maglia del Rieti. A questi vanno aggiunti i centri classe ’93 Nikola Munjic e Lucio Gattesco, l’italo-americano Xavier Brown, visto in DNB qualche anno fa ad Agrigento, e i giovani prospetti Nicola Leonzio e Alessio Agostinone, che insieme a Munjic e Brown hanno contribuito alla scorsa trionfante stagione. Inoltre, solo la settimana scorsa è stato ufficializzato l’acquisto di Raffaele Martone, centro 25enne, visto ad inizio campionato a Cerignola in DNB.

La We’re arriva a Rimini con una sconfitta nell’ultima partita di campionato per mano del Campli, che ha interrotto una serie di ben 19 vittorie consecutive, incluse quelle nei preliminari di Coppa contro la Virtus Siena. La qualificazione alla tre-giorni di RNB è per questa squadra motivo d’orgoglio, essendo una società molto giovane (fondata nel 2010) ma con grandi ambizioni per il futuro. La Coppa Italia sarà quindi per Ortona un grande palcoscenico per mostrarsi a tutti come realtà emergente ad alti livelli.

La prima avversaria di Ortona a Rimini sarà Corno di Rosazzo, con la quale s’incontrerà domani alle 15.15. Rosazzo, la quale si è guadagnata la qualificazione battendo ai preliminari Faenza, già qualificata, è seconda nel girone C, a -2 punti da Vicenza capolista e con un record pari a 14-5. Si preannuncia quindi una bella sfida tra le due compagini che rappresenteranno rispettivamente Friuli e Abruzzo.

La We’re Basket può puntare su uno straordinario attacco che in campionato garantisce oltre 80 punti di media a partita, oltre che ad una grande esperienza del roster nella competizione, della quale il capitano Comignani è stato nominato MVP nell’edizione del 2007. A questi fattori va inoltre aggiunto il fattore fisico, ampiamente a favore degli abruzzesi che possono contare su lunghi oltre i 2.00 m e tiratori ad alte percentuali. Paradossalmente, però, i friulani hanno rimbalzisti migliori e hanno dimostrato in più occasioni di essere relativamente pericolosi anche fuori dall’arco dei 6.75′.

In generale il cammino della formazione ortonese non sarà facile e dovrà misurarsi con squadre di assoluto livello. Ma certo la matricola non ha niente da invidiare a nessuna squadra e si misurerà ad armi pari con chiunque.