Il Lanciano condanna al Martina il Bisceglie nei playoff. Al Pala Wojtyla finisce 56 a 58

0

MARTINA: Danna 10, Di Bello 6, Fedele 1, Potì 9, Verri 22, Vignali 4, Maritano 4 ,Pastore n.e, Chiarelli n.e, Friuli n.e.; Allenatore: Alessandro Fantozzi.
2 punti 22/47- 46.8%; 3 punti 1/12- 8.3%; Rimbalzi difensivi 34; Rimbalzi offensivi 6; Tiri liberi 9/17- 52.9%.

LANCIANO: Castelluccia 12, Grosso 5, Ucci 20, Martelli 8, Polonara 11, Muffa 0, Di Marco 0, De Vincenzo 2, Bomba 0, Di Matteo n.e.; Allenatore: Giorgio Salvemini.
2 punti 17/40- 42.5%; 3 punti 5/23- 21.7%; Rimbalzi difensivi 32; Rimbalzi offensivi 6; Tiri liberi 9/14- 64.3%.

Ancora non il pubblico delle grandi occasioni al Pala Wojtyla, ma come dice il detto, pochi ma buoni. Finalmente è arrivata l’ultima giornata della fase ad orologio, e dall’11 Maggio si entra nella fase più importante, quella che può costare il passaggio del turno, la vittoria di un campioanto, i playoff. Tornando alla partita di stasera, l’argomento di cui si parlava a fine partita, era Bisceglie: ebbene si, l’antagonista della Due Esse nei quarti di playoff sarà proprio la squadra barese di coach Pasquale Scoccimarro, che non solo affronterà un Martina incerottato , ma avrà soprattutto il vantaggio del fattore campo, per via del miglior piazzamento in classifica: Bisceglie terzo e Martina sesto. Martina-Lanciano: partita che la Due Esse ha perso specie nei primi due quarti, dove una buona circolazione di palla da parte degli ospiti ha fatto la differenza, mentre nei restanti due quarti è uscito l’orgoglio dei martinesi che non ci stavano a perdere una partita importante, che consentiva loro di avere ai playoff il fattore campo. Ma alla fine, vuoi per stanchezza, viste le rotazioni limitate a disposizione di Fantozzi, vuoi anche per sfortuna, il canestro della vittoria esce di un ninete. Ma onore ai ragazzi di Fantozzi, che hanno concluso una fase regolare a dir proco strepitosa nonostante le difficoltà che hanno attanagliato la sua squadra. Ma andiamo a vedere la partita nel dettaglio:

PRIMO QUARTO: lo starting five del Martina è composto da Danna, Di Bello, Potì, Vignali e Verri; quello del Lanciano invece da Ucci, Grosso, Castelluccia, Martelli e Polonara. Nei primi minuti di gioco si notano due belle difese da entrambe le squadre, ma Di Bello è lesto a intravedere piccoli spazi lasciati dal suo marcatore Martelli e lo punisce in penetrazione (6-9). Leggero calo della difesa arancio-blu, e Lanciano ne approfitta immediatamente, e con le triple di Castelluccia e Grosso si porta sul 6 a 15. Terzo fallo di Potì, e gli subentra Fedele. Prima della sirena conclusiva del primo quarto, Castelluccia mette a segno la tripla del +12 Lanciano, 8-20.

SECONDO QUARTO: Subito il break, la Due Esse entra più determinata, ma la squadra ospite è in serata e attacca bene la difesa arcigna del Martina; ma è proprio l’attacco dei padroni di casa che non produce gli effetti sperati. La Due Esse infatti costruisce ottimi tiri, ma il canestro sembra davvero stregato, solo per Verri non lo è, che trova una buona serie di canestri realizzati dalla media distanza. Fantozzi chiama time-out vedendo la sua squadra demoralizzata. Subito dopo zona 2-3 Martina, Danna recupera e fà canestro e fallo. Ma il i giocatori del Lanciano hanno la mano calda, e Castelluccia allontana i martinesi: 20-36. Ma stavolta anche l’attacco martinese funziona, si va al riposo sul risultato di 25 a 36 per il Lanciano. Martina più convincente.

TERZO QUARTO: nei primi cinque minuti lo svantaggio del Martina è ancora sopra i 10 punti. Zona del Lanciano che prova ad imbrigliare le scelte offensive di Danna & co, ma Verri è implacabile dalla media (32-42). La partita si scalda, e di conseguenza l’intensità del Martina aumenta, e il Lanciano ne risente (36-44): time-out chiamato da coach Salvemini. Ancora una volta da apprezzare l’impegno da parte dei giocatori duessini, che non mollano mai. L’inerzia della partita sta cambiando, se ne accoegono anche i tifosi, e Danna prende in mano la situazione. Il terzo quarto finisce 42 a 47, la Due Esse è più determinata e vede il nemico avvicinarsi sempre di più.

ULTIMO QUARTO: il Martina ce la sta mettendo tutta in difesa, ma in attacco la palla a volte non circola bene, ed è costretta a prendersi tiri forzati dal palleggio (44-47). Il pubblico ancora una volta carica i giocatori, e Maritano ben servito da Danna realizza il canestro del-1, 46-47. La Due Esse sbaglia l’azione del possibile primo vantaggio, ma nelle azione successive, Verri porta i suoi in vantaggio grazie a 2 tiri liberi di un fallo antisportivo (52-51). Mancano due minuti alla fine del match, e il punteggio è fermo sul 55-57. Il Lanciano sbaglia il tiro del +4 che avrebbe potuto sancire la vittoria lancianese, ma nell’azione successiva, Danna viene fermato fallosamente e viene mandato in lunetta: realizza il primo ma sbaglia il secondo, ma il rimbalzo offensivo viene catturato dal Martina, e a 15 secondi dalla fine, la Due Esse ha la possibilità di vincere la partita; Danna batte il suo marcatore ma sbaglia di un niente l’appoggio decisivo, viziato anche da un fallo su di lui. Protesta tutto il palazzetto, ma Martelli prende il rimbalzo e Potì commette fallo su di lui per bloccare il tempo (56-57). Realizza il primo, 56 a 58, ma sbaglia apposta il secondo per far fare a Vignali un tiro impensabile allo scadere che c’entra solo il tabellone. La partita finisce con la vittoria del Lanciano con il risultato di 56 a 58.
Adesso il Martina affronterà il Bisceglie Domenica 11 Maggio al Pala Dolmen, partita valevole per la gara 1 dei playoff.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here