Il Punto sulla Serie B Interregionale dopo l’8°turno

0

8^ GIORNATA

GIRONE A

Saronno (Andrea Negri 26) si riprende il primo posto in solitudine del girone battendo, con grande fatica, dopo un tempo supplementare, Casale Monferrato (Guglielmo De Ros 32) con un parziale di 12-4 nei tre minuti conclusivi dell’overtime e sfruttando il ko di Pavia (Alessandro Spatti 21), battuta in trasferta, ben più nettamente del -1 finale, da una Derthona trascinata dalle ottime prove di Lamine Tandia (18+12r) e Lorenzo Baldi (18). Gazzada si aggiudica anche abbastanza nettamente la sfida diretta contro il Campus Varese (Mauro Villa 17) grazie ad uno strepitoso Marcello Piccoli, autore di una doppia doppia da 34 punti e 13 rimbalzi e così aggancia gli avversari al terzo posto in classifica a quota 10. Gallarate impone il secondo stop consecutivo a Oleggio (Luca Colombo 12) in una partita dominata dai padroni di casa con un Milos Milovanovic da 19 punti e 14 rimbalzi. Soltanto grazie ad un parziale di 29-17 nell’ultimo quarto, Borgomanero (Daniele Benzoni 21) piega il fanalino di coda Campus Piemonte (Marco Brunetto 25-Ivan Mobio 21-Luka Lomtadze 20) mentre,nella parte bassa della graduatoria, affermazione esterna importante per Collegno sul parquet di Savigliano (Stefano Gioda 15) con 26 punti e 22 rimbalzi di Tiagande Tio e 20 di Pietro Mortarino.

GIRONE B

Il sestetto al comando prima di questo turno perde due pezzi in virtù del doppia scontro diretto di Empoli e San Miniato che ha visto prevalere in entrambe le circostanze la formazione padrona di casa. L’Use Computer Gross, con 21 punti di Luca Giannone e 11, con 10 rimbalzi, di Renato Quartuccio, piega nel finale una La Spezia (Giedrius Sakalas 19) che fallisce con Manuel Carpani a pochi secondi dalla sirena il canestro del potenziale supplementare mentre l’Etrusca La Patrie travolge senza problemi Quarrata (Amedeo Tiberti 18) con 29 punti di uno scatenato Igor Jovanovic. Vincono invece in trasferta e mantengono la vetta della classifica, sia Cecina, che passa comodamente sul campo di Sestri Levante (Moustapha Lo 22-Rymantas Daunys 21+12r) con 24 punti di Lorenzo Turini, che la Virtus Siena, la quale si impone con il minimo scarto a Firenze contro l’Olimpia Legnaia (Alessandro Sakellariou 17) con 22 di Mise Diminic ma grazie a due punti nel finale di Dominic Laffitte. Serravalle Scrivia (Maurizio Pavone 17+12r) ha la meglio, dopo un tempo supplementare, con un 2/2 dalla lunetta di Dario Gay (19), su una coriacea Arezzo (Facundo Toia 18) mentre Lucca si sbarazza senza troppe difficoltà del fanalino di coda Castelfiorentino (Alessandro Pucci 18) con 13 punti a testa messi a segno da Fabio Lippi e da Andrea Barsanti.

GIRONE C

Secondo ko consecutivo per la Sangiorgese (Filippo Testa 14-Francesco Toso 14) che questa volta viene fermata in trasferta da una Bologna che opera il sorpasso a tre minuti dal termine dopo essere stata sotto per tutto il secondo tempo e si impone con 18 punti di Stefano Rubinetti raggiungendo in testa proprio i lombardi e le due squadre si trovano in vetta in compagnia anche di Fidenza che si sbarazza senza alcun problema di Cesena (Giacomo Signorini 15) con un ottimo Ljubisa Markovic (16). In terza posizione a quota 10 troviamo un terzetto formato da: Pizzighettone, che passa comodamente sul parquet della Social OSA Milano (Mattia Malberti 14) con 19 punti di Gionata Zampolli; Piadena, che piega in volata la Nervianese (Stefano Ceppi 12) con 15 di Stefano Mascadri e Ferrara che ha la meglio su Castel S.Pietro (Federico Salsini 19) con 20 di Borko Kuvelakovic. Seconda vittoria stagionale infine, per Cernusco che rimonta da -10 a otto minuti dal termine e si impone sul campo della Sansebasket Cremona (Tommaso Vecchiola 16) con 14 punti di Matteo Franco.

GIRONE D

In attesa del recupero del derby di Bergamo che si giocherà stasera, Pordenone (Simone Tonut 18) resta in solitudine in testa alla classifica aggiudicandosi l’attesissimo big match sul campo dell’Unica Bergamo (Carlo Cane 23) in una sfida che non ha certo deluso le attese regalando quaranta minuti di grande equilibrio ed intensità decisi nei secondi finali dai tiri liberi con il 2/2 da una parte di Aco Mandic e l’1/2 dall’altra di Mattia De Martin per il 67-68 conclusivo. Si confermano a -2 dalla vetta, la Gardonese, che batte Oderzo (Daniele Masocco 15) grazie alla doppia doppia di Matteo Airaghi (20+11r), il Bergamo Basket 2014, che si impone in maniera autorevole sul parquet di Monfalcone (Massimo Rezzano 20) con 23 punti di Ezio Gallizzi e Iseo che passa in volata a Trieste contro la Gostol (Borut Ban 17) con 16 di Federico Lui. Nelle rimanenti due sfide, successo nettissimo di Montebelluna contro San Bonifacio con 17 punti di Enrico Vanin e Pietro Da Rin De Lorenzo e la tripla doppia di Alex Cazzolato (14+10r+10a) e allungo importante nel finale della UBP Padova che si impone a Murano (Andrea Segato 14) con 31 punti di Mario Bevilacqua.

GIRONE E

Dopo questa giornata resta da solo in vetta alla classifica di questo girone il Bramante Pesaro che, con un secondo tempo da 42-26, batte Teramo (Matteo Zanetti 13) con 27 punti di Andrea Giampaoli e 13, con 10 rimbalzi, del solito Lucio Delfino. Matelica (Simone Mentonelli 17) perde invece partita e prima posto in classifica in quel di Porto Recanati con i padroni di casa che rimontano da -9 a fine terzo quarto e, con un parziale di lì in poi di 26-10, si impongono con 19 punti a testa di Emilio Gamazo e Matteo Redolf. In terza posizione, oltre alla stessa Porto Recanati, continuiamo a trovare un terzetto di squadre composto da: il Pisaurum Pesaro, che vince ad Ancona (Matias Zanotto 19+12r-Andrea Paoletti 19) con 18 punti di Ludovico Chiorri; il Loreto Pesaro, che si impone sul campo di Civitanova (Filippo Cicconi Massi 19) con un ultimo quarto da 10-20 e la doppia doppia da 18 punti e 11 rimbalzi di Federico Casoni e Senigallia che travolge l’Amatori Pescara (Daniele Cocco 18) con 42 punti della coppia Luca Sanna-Andres Landini. Infine, nel match di bassa classifica tra il Pescara Basket 2.0 ed il Roseto Basket 20.20 (Adriano Maretto 19), ad imporsi sono i padroni di casa dopo un tempo supplementare con 19 punti di Antonio Matera.

GIRONE F

Restano in due al comando della classifica di questo girone con Fiumicino che batte nettamente Palestrina (Ljubomir Misolic 13-Roberto Cernic 13) in un big match che non ha avuto storia con i padroni di casa dominatori per quaranta minuti con Matias Martinez (23) in evidenza. L’altra capolista, la Virtus Roma, piega nelle battute conclusive a domicilio Val di Ceppo (Tomas Rimsa 20+10r) con 13 punti di Andrea Valentini. Quinta vittoria stagionale sia per Viterbo, che batte a fatica in trasferta il fanalino di coda Mondragone (Alessandro Puoti 22) con 13 punti di Simone Manzo, che la Carver Roma la quale al contrario non ha problemi a mandare al tappeto Ferentino (Luis Mansilla 12-Marco Rossi 12-Luca Bisconti 12) con 17 di Edoardo Pagnanelli. Eccellente debutto con la maglia di Cagliari (Ivan Kucan 24) per l’ex Roseto Iba Koite Thiam che ne mette 30 nel successo esterno della sua squadra sul campo de L’Aquila (Leandro Cecchi 23) con un parziale di 0-10 negli ultimi quattro minuti mentre Isernia manda in doppia cifra sei giocatori, con Francesco Compagnoni (22) top scorer e supera senza troppe difficoltà Grottaferrata (Marco Reali 20).

GIRONE G

Molfetta resta al comando della classifica di questo girone e unica squadra ancora imbattuta della categoria grazie al successo per niente semplice ottenuto fra le mura amiche contro l’Itecna Avellino (Joaquin Sanchez 22) al termine di una sfida equilibrata anche se praticamente sempre condotta nel punteggio dai padroni di casa trascinati da uno strepitoso Jon Lamy che chiude con 35 punti messi a referto. Al secondo posto salgono Corato, che piega nel finale la Dinamo Brindisi (Sheriff Drammeh 27-Musa Janha 17+19r) con 21 punti di Santiago Vaulet e 16, con 15 rimbalzi di Dorde Tomcic e Angri che si aggiudica lo scontro diretto con Salerno (Giuseppe Basile 23-Bozo Misolic 23) agganciandola in classifica grazie ai 26 punti di Vincenzo Taddeo. Lucera travolge Benevento con un secondo tempo da 49-17 e 42 punti della coppia Shaquille Hidalgo-Kresimir Elez mentre, per quanto concerne la parte bassa della graduatoria, arrivano le importanti affermazioni esterne di Marigliano che manda ko una Monopoli (Obinna Nwokoye 19) sempre più in crisi con 22 punti di Simas Raupys e di Bari che, con una splendida rimonta nell’ultimo quarto e mezzo ed un parziale di 15-37, passa a Mola (Michelangelo Laquintana 13-Dalibor Vidakovic 13-Giacomo Barnaba 13) con 17 di Vytautas Meistas.

GIRONE H

L’Orlandina resta in solitudine in testa alla classifica di questo girone grazie alla nettissima affermazione ottenuta sul campo di Catania (Luca Valle 18) con 22 punti di Simas Jasaitis ed alla sconfitta nel match più atteso di Reggio Calabria che cade sul parquet di Ragusa dopo un tempo supplementare al termine di una gara vibrante e che gli ospiti erano stati capaci di riaprire dopo essere stati sotto anche di quindici lunghezze sul finire di terzo quarto ma che nell’overtime non ha avuto storia con i siciliani bravi ad imporsi anche comodamente grazie ai 23 punti a testa segnati da Franco Gaetano e da Marcus Brown (+11a). Alla Viola non sono bastati i 36 del solito eccellente Illia Tyrtyshnyk. In quarta posizione troviamo Barcellona che passa comodamente a Messina contro il Basket School (Mario Tartaglia 19) con 26 punti di Luka Lalic mentre Piazza Armerina (Marco Laganà 26) non riesce a toccare quota 10 in classifica e viene fermata in casa da una lanciatissima Sala Consilina che allunga a quattro la propria striscia di successi per merito in questo caso in particolare di Gioele Moretti (30). Nelle altre gare, Milazzo vince facile a Rende (Leon Tomic 21) con 19 punti di Sedin Karavdic mentre il Castanea Messina fa suo il derby contro la Fortitudo (Leonardo Marinelli 20) con 23 di Kabir Omar Husam e 20 di Sebastian Ferenc.