Inside B Final Four – Alla scoperta dell’Urania Milano e di Pescara

Inside B Final Four – Alla scoperta dell’Urania Milano e di Pescara

Sabato alle 18,30 a Montecatini primo spareggio promozione per la serie A2 fra Urania Milano e Unibasket Amatori Pescara. Le parole dei due coach.

di Simone Franco

Saranno la Super Flavor Milano e l’Unibasket Amatori Pescara a sfidarsi nel primo spareggio promozione per la serie A2 che si svolgerà sabato alle ore 18,30 a Montecatini.
Milano ha chiuso al secondo posto nel girone B alle spalle di Orzinuovi. Nei playoff ha eliminato Alba per 2-0 al termine di due gare molto equilibrate, Firenze con un secco e netto 3-0 ed infine in finale ha battuto per 3-2 Omegna al termine di una serie emozionante decisasi dopo un tempo supplementare nella quinta partita con gli uomini guidati da coach Villa capaci di espugnare il parquet di Verbania.
Coach Villa complimenti ovviamente per il traguardo raggiunto. Dopo una prima parte di stagione certo non esaltante siete molto cresciuti col passare del tempo fino ad eliminare Omegna e conquistare la Final Four promozione.
“E’ vero abbiamo avuto difficoltà all’inizio facendo fatica a trovare la quadratura poi però, grazie anche all’arrivo di Perez, abbiamo trovato gli equilibri giusti e piano piano siamo molto cresciuti conquistando la finale playoff eliminando formazioni importanti come Alba e Firenze. Sotto 2-1 nella serie contro Omegna eravamo spalle al muro dopo due partite particolari, una giocata male e l’altra persa per mancanza di energia in troppe circostanze. In gara 4 abbiamo reagito sfoderando un’ottima prestazione fino al bellissimo successo a Verbania nella sfida decisiva, una grande prova di maturità della mia squadra vincere per due volte su un campo così difficile nel giro di due settimane.”
Adesso nella prima sfida di sabato a Montecatini troverete una Pescara che ha eliminato la quotata Salerno.
“Pescara ha dimostrato tutto il suo valore nella serie contro Salerno con giocatori come Leonzio e Potì che hanno molti punti nelle mani. Giocano con leggerezza e molta carica dopo essere stati praticamente eliminati da Reggio Calabria. Inoltre è una squadra lunga come la nostra del resto con elementi di esperienza come Capitanelli ed una nostra conoscenza come Micevic.”
Come arrivate a questa sfida e cosa dovrete fare per conquistare quella che sarebbe una fantastica promozione in serie A2?
“Ovviamente la condizione mentale con la quale arriviamo a questa sfida è la migliore possibile dopo avere eliminato una squadra dal grande potenziale come Omegna ed anche fisicamente stiamo abbastanza bene. Dovremo stare molto attenti perchè Pescara è una squadra che vive molto di parziali sia positivi che negativi, il nostro obiettivo dovrà essere quello di controllare il loro tiro da tre e provare a fermare i loro più importanti realizzatori, Leonzio e Potì.”

Pescara ha chiuso la regular season con un quarto posto nel girone C. Al primo turno dei playoff ha perso entrambe le gare con Reggio Calabria, poi esclusa dalla Fip concedendo una seconda occasione agli abruzzesi che sono stati ripescati per giocare contro Nardò, battuta con un secco 3-0. Nella decisiva finale la formazione allenata da coach Rajola ha battuto la favorita Salerno per 3-1 meritandosi in pieno la qualificazione alla Final Four.
Coach Rajola innanzitutto i doverosi complimenti per l’ottima serie di finale da voi giocata contro una squadra quotata come Salerno, quali sono le sue considerazioni?
“Abbiamo disputato veramente quattro grandi partite. Nella prima siamo stati in gioco fino ai minuti finali perdendo anche per un po’ di sfortuna, in gara 2 abbiamo fatto veramente un capolavoro difendendo bene nonostante il punteggio possa far pensare il contrario, poi nella terza sfida abbiamo dominato e la quarta è stata un po’ strana ma siamo stati molto bravi a portarla a casa nel finale punto a punto. Una cosa che mi fa molto piacere è che tutti i ragazzi chi in un modo chi in un altro hanno dato il loro contributo per battere tre volte una squadra forte e con ottimi giocatori come Salerno.”
La vostra stagione regolare è stata caratterizzata da alti e bassi, nei playoff invece, dopo le due gare contro Reggio Calabria, vi siete forse sbloccati e avete dimostrato ottime qualità, come se lo spiega?
“C’è stata semplicemente una coesione di intenti, in questo momento siamo una squadra e sono molto contento della crescita costante dello staff e dei giocatori supportati da un pubblico eccezionale che ci ha sostenuto sempre.”
Sabato vi attende a Montecatini la Super Flavor Milano, cosa si aspetta da questa gara?
“Noi arriviamo a questa importantissima partita con grande fiducia ed entusiasmo, orgogliosi di essere fra le prime quattro d’Italia. Milano è una squadra che ha grande fisicità e che è stata costruita per vincere con ottimi giocatori di notevole esperienza. Dovremo dare il massimo per tutti e quaranta i minuti senza avere momenti di calo per mettere la ciliegina su una stagione già straordinaria.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy