Inside B Playoff – I quarti del tabellone 4 ai raggi X

Analizziamo le quattro sfide del primo turno dei playoff del tabellone 4, serie che ricordiamo saranno al meglio delle tre gare.

di Simone Franco

CASERTA-NARDO’
La strepitosa stagione di Caserta ha avuto soltanto una piccola ma importante battuta d’arresto con la immediata eliminazione nei quarti di finale della Coppa Italia. In campionato la Decò ha dominato il girone D perdendo appena tre partite e rimanendo imbattuta davanti ai propri tifosi. Coach Oldoini può contare su un roster eccellente con Hassan (17,4p) e Ranuzzi (15,0p) migliori realizzatori senza dimenticare Ciribeni, Petrucci e Dip fra gli altri. Nardò arriva a questa difficile sfida in gran forma con sei successi nelle ultime sette sfide che le hanno consentito di rimontare ed agguantare l’ottavo posto nel girone C. Il principale protagonista dell’ottimo campionato dei pugliesi è stato senza dubbio Zampolli (15,2p) senza dimenticare però gli ottimi Mathias Drigo e Bonfiglio.
Pronostico: Caserta è una squadra costruita per vincere e lo ha dimostrato risultando fra le prime come statistiche sia offensive che difensive, Nardò ha dalla sua parte il grande entusiasmo ed una forma ottima ma non sembrano ingredienti sufficienti per creare la grande sorpresa.
Caserta 85% Nardò 15%
PESCARA-REGGIO CALABRIA
Serie veramente molto interessante e ricca di spunti questa con Pescara che non arriva benissimo a questi playoff con sole due vittorie nelle ultime cinque gare che l’hanno costretta ad accontentarsi del quarto posto. Davanti al proprio pubblico sono arrivati undici successi ed appena tre sconfitte con Leonzio (15,5p) e Alessandro Potì (13,2p) principali protagonisti della stagione dell’Unibasket. Tornata nel basket che conta Reggio Calabria ha chiuso fra mille problemi la stagione con un buonissimo quinto posto nel girone D. I calabresi arrivano alla postseason in ottima forma con sei successi ottenuti nelle ultime otto gare ed una difesa che è risultata la migliore del proprio gruppo con 68,7 punti subiti a partita. Fallucca (12,9p), Carnovali (12,3p) e Paesano (11,9p) sono stati i migliori realizzatori stagionali della Viola.
Pronostico: Pescara ha l’indubbio vantaggio del fattore campo anche se i roster delle due squadre sembrano rendere molto equilibrata ed avvincente la serie.
Pescara 55% Reggio Calabria 45%
CHIETI-LUISS ROMA
Una delle squadre più in forma di tutto il campionato è certamente quella Chieti capace nel girone di ritorno di perdere soltanto una partita, a San Severo, riuscendo ad arrivare senza troppi problemi al secondo posto nel girone C. La formazione abruzzese è fra quelle che tirano meglio da tre punti (37%) e vanta nelle proprie fila quali migliori realizzatori stagionali Ponziani (12,1p) e Migliori (12,1p), arrivato a stagione in corso da Montecatini a dare un ottimo contributo alla causa della Europa Ovini. Finale di campionato piuttosto deludente in una stagione comunque positiva invece per la Luiss Roma che arriva a questi playoff con una sola vittoria nelle ultime cinque gare (peraltro con la cenerentola Battipaglia) che l’hanno costretta a chiudere soltanto in settima posizione nel girone D. Infante (17,3p) è senza dubbio il giocatore di maggiore impatto offensivo dei capitolini ma non vanno dimenticati anche Bonaccorsi (14,3p) e Marcon (14,2p).
Pronostico: Chieti ha dimostrato di poter lottare per le posizioni di vertice e ha quasi l’obbligo di passare almeno questo turno contro una Luiss apparsa appannata nell’ultimo periodo ma che se dovesse ritrovare fiducia potrebbe impensierire gli avversari
Chieti 75% Luiss Roma 25%
SALERNO-SENIGALLIA
Nonostante uno splendido finale di stagione chiuso con ben nove vittorie consecutive, Salerno non è riuscita ad andare oltre un comunque ottimo terzo posto nel girone D pur battagliando con Palestrina fino all’ultima giornata. Miglior attacco del proprio gruppo con ben 83,8 punti segnati a gara, la formazione di coach Menduto ha un roster di altissimo livello annoverando nelle proprie fila i vari Tortù (15,3p), Diomede (14,8p), Visnjic, Leggio e l’esperto Maggio. D’altra parte Senigallia ha disputato un campionato più che positivo chiudendo al sesto posto nel girone C dimostrando sul proprio parquet di poter battere chiunque essendo stata l’unica ad interrompere l’imbattibilità della fortissima San Severo. Il giocatore di maggior impatto per la formazione marchigiana è senza dubbio quel Gurini capace di chiudere con 20,9 punti di media a partita.
Pronostico: Salerno ha tutte le carte in regola per puntare alla Final Four con un roster di primissimo livello, Senigallia ci proverà e in casa può fare la sorpresa ma per quanto riguarda la serie non sembrano esserci troppe possibilità per i marchigiani.
Salerno 85% Senigallia 15%

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy