L'ostacolo Vasto sulla strada dell'Ambrosia Bisceglie

0

La grande forza di volontà di una buona squadra a confronto con le legittime aspirazioni di un roster costruito per puntare al vertice. Vasto-Ambrosia Bisceglie è uno dei match più interessanti della seconda giornata nel girone D del torneo di Serie B.

Il team abruzzese, ferito nell’orgoglio dalla sconfitta all’esordio sul parquet di Catanzaro, desidera riscattarsi al debutto fra le mura amiche e il calendario gli ha riservato un match dagli stimoli enormi.

La compagine pugliese, rinfrancata per aver superato il durissimo scoglio Palermo nella super sfida della prima giornata, vuole cominciare il percorso in trasferta con una vittoria significativa sul campo di una delle principali outsider, ritenuta dagli addetti ai lavori in grado di ambire al quarto posto, alle spalle del trio Bisceglie-Palermo-Agropoli.

Vasto-Ambrosia Bisceglie è anche l’incrocio fra il tecnico brindisino Sandro Di Salvatore e la città per la quale ha giocato, nel torneo di Serie C2 1995-96. Protagonista di una stagione eccezionale sotto molti punti di vista, non riuscì a regalare alla DiBen (che concluse al quinto posto, all’epoca non c’erano ancora i playoff nei tornei regionali) la promozione in C1 ma col suo carattere assolutamente poco incline all’arrendevolezza è rimasto uno dei cestisti più significativi passati per Bisceglie negli anni ’90.

Il club vastese, forte dell’appoggio della Banca di Credito Cooperativo, main sponsor, ha potuto allestire un roster di tutto rispetto. Radicalmente modificato l’organico rispetto allo scorso campionato, concluso al terzo posto nel girone C. Cabina di regìa affidata al riconfermato Vincenzo Di Pierro: il playmaker potentino, a 35 anni, è l’anima di una squadra che si è rinforzata con l’esterno Andrea Lagioia, altro giocatore spesso ammirato dagli appassionati pugliesi, l’ala Alex Martelli che nell’ultima stagione ha giocato nella disciolta Lanciano e il lungo atipico Gabriele Mirone mentre è al suo secondo anno il play-guardia leccese Federico Durini.

Vasto ha ceduto di schianto, complice probabilmente una condizione di forma non ancora perfetta, nell’ultimo quarto della gara del PalaPulerà di Catanzaro (29-13). Quattro dei cinque starter hanno giocato oltre 32 minuti, con l’eccezione di Mirone, salito di falli e tolto dal coach per evitare di gravarsi ulteriormente.

I contributi alla causa del capitano Vittorio Ierbs (n.e. in Calabria), dell’ala Luca Di Tizio, oltre che del giovane lungo di scorta siciliano Filippo Cordici e del playmaker under Filippo Antonini (nati nel 1995) saranno necessari alla compagine abruzzese per far fronte all’impeto di un’Ambrosia intenzionata a dare il massimo, che ha preparato la partita con grande accuratezza.

VIDEO / Vasto-Ambrosia Bisceglie, intervista al capitano abruzzese Vittorio Ierbs
a cura di Giuseppe Ritucci per www.zonalocale.it che si ringrazia per la disponibilità 
[youtube http://www.youtube.com/watch?v=NUjOjqW4d_4]