Serie B- Omegna batte anche Cecina e rimane in testa alla classifica

0

Paffoni Fulgor Omegna – Gr Services Basket Cecina 76-58
(22-15/37-27/56-43-)

Paffoni Fulgor Omegna: Simoncelli 4, Dagnello 12, Fratto 7, Villa 6, Corral 21, Gasparin 13, Arrigoni 6, Gurini 7, Barberis, Bianchi. All. Ghinizzardi

Gr Services Basket Cecina: Danna 10, Bruci , Zaccariello 4, Biancani 2, Spera 18, Spatti 12, Gestri , Guerrieri 3, Turini 3, Lasagni 6. All. Bandieri

Nell’13° giornata del campionato di serie B, girone A, la Paffoni Fulgor Omegna batte Basket Cecina 76 a 58 e si mantiene al comando della classifica. Omegna schiera Simoncelli play, Gasparin guardia, Gurini ala piccola, Arrigoni ala grande, Corral centro. Gli ospiti rispondono con Danna play, Lasagni guardia, Zaccariello ala piccola, Spatti ala grande, Spera centro.

L’inizio della partita è tutto a favore della Paffoni che parte subito forte con un parziale di 4 a 0, grazie ad una schiacciata di Corral e da un canestro da sotto di Arrigoni. Cecina però reagisce subito e piazza un contro parziale di 8 a 0, grazie a Lasagni, Danna, Spera e Spatti che le permettono di superare l’avversario (4-8). Arrigoni accorcia (6-8), ma Spera riallunga di nuovo sul +4 (6-10) e lo stesso succede sul possesso seguente, Corral accorcia (8-10), ma Danna riporta gli ospiti in vantaggio di 4 punti (8-12). Simoncelli cerca di non far scappare Cecina (10-12), ma una tripla di Turini porta gli ospiti in vantaggio di 5 punti (10-15). Il coach di Omegna Ghizzinardi decide così di chiamare time out. E sono proprio le parole dell’allenatore rossoverde a svegliare Omegna che dopo la pausa di due minuti piazza un parziale di 12 a 0, grazie ai 4 punti di Fratto e di Corral, ai canestri di Gasparini, Dagnello in contropiede. E sul parziale della Paffoni si chiude il primo quarto di gioco con Omegna in vantaggio 22 a 15. Paffoni che ha dovuto fare a meno del proprio capitano per quasi tutto il quarto visto che dopo soli tre minuti aveva già commesso due falli.

Nel secondo quarto di gioco, le due squadre partono più contratte tanto che il primo canestro arriva dopo più di 2 minuti e lo segna Spera, portano Cecina a -5(22-17). Omegna però reagosce subito grazie ad una tripla di Dagnello e un canestro in penetrazione di Villa che la portano sul +10(27-17). I canestri di Danna e Spatti portano gli ospiti a -6 (27-21), ma un canestro da sotto di Corral tiene a distanza di sicurezza gli avversari (29-21). In questa fase le squadre alternano i canestri, Dagnello risponde a Spatti (30-23), Gurini ancora a Spatti (33-25), Spera a Villa (35-27). Chiude il quarto un canestro di Gasparin per il +10 e 37 a 27 finale.

Dopo la pausa lunga, Cecina rientra in campo con lo stesso quintetto di inizio partita, mentre Omegna schiera Dagnello al posto di Gurini, visto che su quest’ultimo pesano 3 falli commessi nel primo tempo.

All’inzio del terzo quarto di gioco la Paffoni cerca subito di allungare il vantaggio grazie ai canestri di Arrigoni da sotto e di Corral 2/2 dalla lunetta. Danna prova ad accorciare lo savantaggio (41-29), ma una tripla di Dagnello porta Omegna a +15 (44-29). Omegna cerca di mantenere questo margine di vantaggio, ma al 3′ di questo quarto ha un attimo di sbandamento che porta Cecina fino al -9 grazie ai 4 punti di Lasagni e al canestro di Spera (46-37). Un gioco da tre di Fratto riporta Omegna a +12 (49-37), ma è ancora Spera con un 2/2 dalla lunetta a tenere viva la sua squadra. Il finale di quarto è equilibrato rispetto ad inizio partita, ma Cecina non riesce a piazzare un parziale decisivo che la possano portare almeno sotto la doppia cifra di svantaggio. Infatti, ad ogni canestro della squadra ospite Omegna risponde subito con un altro canestro. A Spera risponde Villa (53-41), a Bianconi rispinde Gasparini che segna il primo tiro libero, sbaglia il secondo ma sul rimbalzo riesce a segnare dall’interno dell’area per il 56 a 43 finale. Unica nota stonata, il quarto fallo fischiato al capitano Gurini che ne limiterà ancora il minutaggio, ma fino a questo momento Omegna non ha avuto bisogno di lui.

Nell’ultimo quarto di gioco, il primo canestro arriva dopo quasi due minuti ed è a favore della squadra ospite grazie a Spatti (56-45). Lo stesso Spatti avrebbe poi la possibilità di schiacchiare in solitaria in contropiede ma clamorosamente sbaglia lanciando a sua volta la ripartenza della Paffoni che con Gasparini piazza la tripla del +14 (59-45). Il coach di Cecina Bandieri chiama time out, ma al rientro la sua squadra viene ancora punita da una tripla di Dagnello per il +17 (62-45). Cecina prova ancora a reagire alla sonora sconfitta con un parziale di 8 punti a 0, grazie ai 4 punti di Spera e al gioco da 4 punti di Zaccariello (3+1), portandosi di nuovo a -9 (62-53), ma Omegna con Gurini 1/ 2 dalla lunetta, al gioco da tre e al 2/2 dai tiri liberi di Corral, al 2/ 2 dalla lunetta di Simoncelli, alla tripla di Gasparini, si porta a +20(73-53) per il massimo vantaggio. Danna e Guerreri provano a rendere il risultato meno pesante (73-57), ma una tripla di Gurini chiude la partita con la netta vittoria della Paffoni 76 a 57.
Omegna che con questa vittoria si qualifica alla final eight di Coppa Italia di categoria con due partite di anticipo.
Per la Paffoni grande prova di Corral, 21 punti e 8 rimbalzi totali, di Gasparin 13, e di Dagnello 12. Per Cecina invece, grande prestazione di Spera, 18 punti e 5 rimbalzi, Spatti con 12 e Danna con 10.