Petrucci: “Situazione drammatica, la gestiremo con le leghe. Impensabile non ridurre gli stipendi”

Petrucci: “Situazione drammatica, la gestiremo con le leghe. Impensabile non ridurre gli stipendi”

Il presidente della Federbasket parla a “La politica nel pallone” su Gr Parlamento.

di La Redazione

“Faro’ quello che mi suggeriranno le Leghe circa i campionati”. Lo ha dichiarato il presidente della Federbasket Gianni Petrucci sulla possibile ripresa del campionato di BASKET in Italia.

“Il presidente della Legabasket Gandini domani fara’ un sondaggio e poi mi dara’ delle possibili soluzioni, ci sono tante ipotesi sul tappeto. Anche la Lega nazionale e’ sullo stesso piano. Io ho la sensibilita’, ma il polso della situazione ce l’hanno loro” ha detto Petrucci a “La politica nel pallone” su Gr Parlamento. “In questa situazione, purtroppo, chi perde di piu’ sono le federazioni che si autofinanziano in percentuale maggiore e per le quali il contributo del Coni incide di meno, mentre altre hanno per il 70-80% finanziamenti dello Stato. Purtroppo la situazione e’ drammatica e seria per tutto il Paese e lo sport ne subira’ delle conseguenze. Il presidente della Fmsi Maurizio Casasco, che sta facendo un lavoro straordinario, come presidente di Confapi ha evidenziato in maniera puntuale i problemi che hanno le aziende”. Tanti gli appelli a superare questo momento, diversi si sono anche appellati alla fede. “Io che ho fede prego e la fede e’ una forza per chi ce l’ha. Io mi vanto di averla, non sono un esaltato, ma bisogna riflettere sulle cose importanti della vita. Questa e’ la dimostrazione che la malattia pareggia tutto” ha detto Petrucci.
Altro tema d’attualita’ e’ quello legato al taglio degli ingaggi. BASKET e calcio portano avanti questa opzione. “Noi l’abbiamo fatto, abbiamo mandato una lettera a tutti i nostri tecnici e troveremo una soluzione condivisa, non voglio metterla sulla legge ma e’ giusto che anche il calcio si interroghi. Come si puo’ pensare che con gli allenamenti fermi, le societa’ senza incasso ed anche con la decurtazione della quota parte dei diritti tv non sia giusto fare qualcosa, fanno bene Gravina e le Leghe a far rispettare quanto previsto. Penso che Aic e Giba dovranno affrontare il problema”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy