Serie B PLAYOUT G5 – Ozzano sbanca Padova e si salva, Virtus allo spareggio

0

– La Logimatic Group Ozzano fa qualcosa che si avvicina all’incredibile: ribalta la serie da 0-2 a 3-2 e si conferma in Serie B Nazionale. decisivo il 76-72 di stasera, fuori casa, al PalaBerta contro la Virtus Pallacanestro Padova in Gara-5 del 1° turno playout. Sarà sfida tra venete, quindi, al 2° turno.

Coach Conti opta per uno starting five composto da Bechi in tacca bassa, con Abega, Cortese, Bastone e Filippini.

I primissimi istanti di gioco dicono Padova, in vantaggio 7-3 con la tripla di Cecchinato che manda le squadre al time-out ordinato da coach Conti. Ozzano paga lo scotto del fattore-campo, Cagliani segna il +9 (12-3), Bastone risveglia l’attacco biancorosso dalla linea della carità ma i numeri sono chiari: 0/7 da due e 9-4 sotto la voce “rimbalzi” per i veneti quando scocca la metà del parziale. Esattamente quando i padroni di casa vivono minuti aridi sotto canestro, Cortese e compagni sono incisivi quanto basta ai liberi (6/8) per riavvicinarsi, prima che Scanzi ristabilisca due possessi di vantaggio sul 17-12. Favore restituito da Piazza e Filippini per la parità (17-17) nel corso dell’ultimo minuto: alla fine, a Padova sorride il gioco da tre punti di Ferrari.

La tripla di Antelli inaugura il secondo quarto, portando il numero 22 padovano a quota 7 punti personali, meglio di chiunque altro al momento. Dall’altra parte, Ozzano comincia a migliorare le media dentro l’area, riducendo al minimo lo svantaggio (23-22) e, anzi, mettendo finalmente la freccia grazie a Piazza (23-24). L’inerzia continua a dire Ozzano, coach De Nicolao chiama time-out dopo il parziale di 0-9 (23-26), tentando di scuotere i suoi soprattutto dai 6.75 metri. Distanza dalla quale fa la voce grossa Myers, che insieme a Bechi (23-31) contribuiscono al parziale di 0-14, aumentato a quota 17, fino ai liberi di Cecchinato che fanno rifiatare i locali (25-34). Ed effettivamente accade, con Ferrari fiero portabandiera fino al -5, non trovando d’accordo Bechi bravo a mantenere a due possessi di distanza gli avversari negli ultimi secondi. Se in casa Ozzano la media da due piange (8/24), quella da tre per la Virtus non sorride (5/21).

L’inizio del terzo quarto regala gioie sia da una parte, sia dall’altra: Cecchinato è l’uomo in più per coach De Nicolao, Bechi e Cortese sono glaciali nei momenti che contano. Soprattutto il capitano, che fissa il +9 (39-48) quando i veneti si erano riavvicinati alla quota ozzanese. Il match vive di strappi, i biancorossi non riescono mai ad allungare, i padroni di casa – allo stesso modo – hanno difficoltà a trovare l’accelerata decisiva. A 3’ dalla sirena, la tripla di Piazza pesa come un macigno (44-56), così come la palla persa da Molinaro: sciocchezze, se pensiamo ai tre punti di Cortese a 2” come conseguenza del canestro sbagliato da Cecchinato.

Cagliani e Abega si rispondono dai 6.75 metri (49-62), ma la tensione sale alle stelle: gli attacchi vivono nella poca lucidità dei singoli, come Piazza che fa “sprecare” il secondo time-out già dopo poco più di 3’ sul 50-64 ospite. I primi tre punti di Molinaro mettono pepe a 4’33” dalla sirena (55-64), la Logimatic raggiunge il bonus ma “gioca” sulla poca lucidità della Virtus sotto canestro: 9-7 il parziale che pesare meno il 14/41 da due. La terza tripla di Piazza fa impazzire il lato del PalaBerta dedicato ai tifosi nostrani: 57-69 a 1’20” dalla fine. Da quel momento, i ragazzi di coach Conti iniziano a giocare con il cronometro, con la Virtus a quota cinque falli. Cecchinato indovina la tripla del -6 (64-70), facendo tremare l’intero PalaBerta: non basta, però, perché alla fine è Ozzano a sorridere.

Top scorer: Cecchinato, 22 punti

Pallacanestro Virtus Padova vs Logimatic Group Ozzano 72-76 (20-17; 33-38; 46-59)

Virtus Pallacanestro Padova: Cecchinato 22, Schiavon, Molinaro 5, Cagliani 6, Padovani n.e., Osellieri, Ferrari 15, Scanzi 7, Marchet n.e., Bianconi 5, Antelli 12, Bedin n.e. Coach: De Nicolao

Logimatic Group Ozzano: Myers 3, Bechi 13, Bastone 10, Zambianchi n.e., Martini 4, Terzi n.e., Filippini 7, Cortese 17, Balducci, Piazza 16, Abega 6, Zanasi n.e. Coach: Conti

Arbitri: Chiarugi e Di Salvo
Note: 1Q 20-17; 2Q 13-21; 3Q 13-21; 4Q 26-17

UFF.STAMPA LOGIMATIC OZZANO