POUT B G4 – Il buzzer-beater di Riccio porta la serie tra Scandone e Viola a Gara 5!

0

Partita vietata ai deboli di cuore quella andata in scena quest’oggi al PalaDelMauro tra Scandone Avellino e Viola Trust Reggio Calabria, con la formazione di casa che ha superato gli ospiti all’overtime grazie ad un canestro sulla sirena di Giampaolo Riccio. Gara che ha visto gli irpini prevalere per quasi 30′, dopodiché è salita in cattedra la squadra in canotta arancionera, che è riuscita anche a sorpassare l’avversario nell’ultimo periodo, riportando il match in equilibrio grazie allo strapotere sotto canestro di Fall, che poi ha chiuso con 19 punti e ben 27 rimbalzi; è infatti proprio il coloured calabrese a portare la gara all’overtime dopo una palla persa di Avellino. Nel supplementare continui botta e risposta tra le due contendenti e punteggio che a 10” dal termine recita 77-75: dopo un’azione concitata arriva una bomba di Genovese (12) che porta in vantaggio la Viola, ma dall’altra parte, all’uscita dal timeout, è il sopracitato Riccio a trovare il canestro decisivo sulla sirena pareggiando la serie sul 2-2. Si va quindi a Gara 5, una partita secca dove Avellino e Reggio si giocheranno la salvezza.

STARTING FIVE
Scandone: Costa, Marra, Sousa, Monina, Ani
Viola: Barrile, Mascherpa, Gobbato, Genovese, Fall

PRIMO TEMPO – Brutto inizio di gara per entrambe le formazioni, che vedono gli attacchi segnare soltanto al 3’ con Sousa per Avellino e Gobbato per Reggio (2-2). Continuano a dominare le difese con il punteggio che recita un eloquente 6-4 al 6’ dopo un altro canestro di Sousa. Marra e Costa si sbloccano per la Scandone, risponde Mascherpa per la Viola ed all’8’ è 10-10. I padroni di casa provano a imprimere il loro ritmo alla gara con Riccio e Monina, ma gli ospiti non demordono e si mantengono a contatto con Fall: 17-14 alla prima pausa. In avvio di secondo quarto salgono in cattedra Riccio da una parte e Genovese dall’altra per il 22-19 del 13’. La partita è intensa, con le due squadre che non si risparmiano: Roveda segna in contropiede, dall’altra parte risponde Sousa per il nuovo +4 Avellino al 16’ (29-25). Il duello si sposta stavolta sotto canestro, con un botta e risposta tra Ani e Fall che fissa il punteggio sul 33-29 al 18’; in chiusura di primo tempo i biancoverdi provano a mettere la quinta e trascinati da Ani e Riccio trovano il +9 col quale si va all’intervallo lungo (40-31).
SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con protagonisti Marra per i locali e Genovese per gli ospiti: al 23’ è quindi 44-35 per i lupi. La Scandone sbaglia molto in fase offensiva, ne approfittano Barrile e Genovese che riportano gli arancioneri a -5 al 26’ (44-39). Continua il bel momento per la Viola, che riesce a pareggiare con una tripla di Mascherpa, ma dall’altro lato ferma l’emorragia Ani alla stessa maniera per il 47-44 del 28’; sbaglia ancora Avellino, che vede Reggio sorpassarla grazie ai punti di Mascherpa: al 30’ è 47-50. In avvio di ultimo periodo forcing biancoverde che porta al controsorpasso dei lupi grazie ai punti di Trapani e Sousa per il 57-52 del 33’: timeout obbligato per gli ospiti. Barrile torna a segnare da oltre l’arco, ma dall’altra parte bella combinazione tra Sousa e Monina che ridá ad Avellino 4 lunghezze di vantaggio al 36’ (61-57). Fall si procura un gioco da tre punti, ma risponde subito la Scandone con Marra in penetrazione per il 64-61 del 38′. Si arriva negli ultimi secondi con il punteggio ancora in bilico: i padroni di casa perdono un brutto pallone con Riccio, ne approfitta la Viola che all’uscita dal timeout riesce a pareggiare grazie ad un layup di Fall sul 67-67, portando di fatto la sfida all’overtime.
OVERTIME – Botta e risposta in avvio di supplementare da oltre l’arco tra Gobbato e Costa ed al 42′ è ancora pari sul 70-70. Fall continua a combattere sotto i tabelloni , ma dall’altra parte neanche Ani sbaglia e riporta avanti la Scandone al 44′ (75-72); la tripla di tabella di Mascherpa impatta nuovamente la gara, sul ribaltamento di fronte Riccio subisce fallo ma fa solo 1/2 dalla lunetta (77-75 a 10” dal termine); nell’azione successiva Genovese firma la tripla che può significare la salvezza per i calabresi, ma l’urlo viene spezzato dal gran canestro in allontanamento dello stesso Riccio, che sulla sirena ribalta il risultato: 79-78 il finale, si va alla bella.

Scandone AvellinoViola Trust Reggio Calabria 79-78 dts
Parziali: 17-14; 40-31; 47-50; 67-67

AVELLINO: Costa 7, Marra 13, Sousa 16, Ani 11, Riccio 14, Monina 7, Mazzarese 4, Scianguetta n.e., Mraovic 2, Trapani 5. Coach: Robustelli.

REGGIO CALABRIA: Fall 19, Romeo n.e., Mascherpa 13, Genovese 12, Roveda 3, Frascati, Prunotto 2, Sebrek 6, Gobbato 9, Barrile 14. Coach: Bolignano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here