POUT B G3 – La Scandone batte Reggio Calabria e allunga la serie

0

Gara 3 dal gran cuore quella della Scandone Avellino, che quest’oggi ha superato al PalaDelMauro la Viola Trust Reggio Calabria col punteggio finale di 87-82, riaprendo di fatto la serie (2-1) del primo turno Playout del girone D. Partita che non è stata avara di emozioni, anzi, nel primo tempo la formazione ospite ha provato sin da subito ad imprimere il proprio ritmo sulla gara, ma i padroni di casa, decisi a non voler uscire dalla serie anzi tempo, hanno reagito colpo su colpo e, trascinati dal duo MarraSousa (autori di 21 punti ciascuno, col brasiliano che ne ha messi 18 nella ripresa) e dalla sostanza sotto canestro di Monina (doppia-doppia da 14 punti e 12 rimbalzi) e Ani (5 e 10), hanno messo la freccia nella seconda metà di gioco andando a toccare anche il massimo vantaggio di +15 ad inizio ultimo periodo. Per la Viola a nulla sono serviti i punti di Genovese (22), Mascherpa (16) e Barrile (17), che hanno sofferto troppo in fase difensiva le folate dei lupi. Appuntamento dunque fra 48 ore per una Gara 4 che si preannuncia davvero scoppiettante.

STARTING FIVE
Scandone
: Costa, Marra, Sousa, Monina, Ani
Viola: Barrile, Mascherpa, Gobbato, Genovese, Fall

PRIMO TEMPO – Avvio di match equilibrato, con protagonisti Costa e Monina da una parte e Mascherpa e Genovese dall’altra: al 3’ è 7-5. Dopo un altro canestro di Monina, la Viola prova a mettere la freccia e piazza un parziale di 0-7 firmato da Gobbato e Barrile col quale si porta a +6 al 6’ (11-17). La Scandone si affida ancora al suo centro, ma dall’altra parte Reggio continua a far male da oltre l’arco con Genovese e, anche grazie ad una buona fase difensiva, riesce a chiudere il primo quarto avanti di sette lunghezze: è 15-22 al 10’. Gli ospiti aprono la seconda frazione con un’altra bomba di Barrile, ma Avellino non ci sta e grazie a sei punti in fila di Riccio si riporta a -5 al 13’ (22-27). Riccio è on fire e, ben coadiuvato da Marra, guida i suoi al pareggio prima ed al sorpasso poi: timeout obbligato per coach Bolignano sul 32-30 del 16’. Roveda pareggia i conti con un gioco da tre punti, ma la Scandone trova con Ani e Marra i punti del +5 al 18’ (42-37); Genovese e Sebrek tengono a contatto i calabresi, con gli irpini che vanno all’intervallo comunque sul +3 grazie ad un layup di Costa nell’ultima azione ben organizzata in uscita dal timeout (44-41).
SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con la tripla di Gobbato, ma Avellino risponde con un ritrovato Sousa che firma cinque punti consecutivi per il +5 del 23’ (49-44). La Scandone trova la doppia cifra di vantaggio, Reggio prova a reagire con Gobbato e Barrile ma i biancoverdi li ricacciano indietro con un Sousa in striscia decisamente positiva: al 26’ è 57-49. La formazione di casa erge un muro in difesa e costringe l’attacco arancionero a diverse palle perse, con Avellino che può quindi toccare il +13 al 28’ grazie a cinque punti in fila di Marra (64-51); dopo un timeout chiamato dal coach ospite, la Viola si scuote con i soliti Genovese e Barrile, ma la Scandone si mantiene comunque a +7 ed alla terza sirena è 66-59. Pronti via, tre bombe in fila da parte di Marra e Mazzarese e la formazione biancoverde si ritrova sul +15, prima dei canestri reggini di Mascherpa e Fall che fissano il punteggio sul 75-63 al 33’. Gli ospiti si affidano ancora a Barrile e Fall per rientrare in gara, ma Avellino si mantiene a distanza e con un altro canestro di Sousa conduce al 36’ 80-71. Genovese risponde a Monina, ma la Scandone trova con i soliti Sousa e Marra i canestri della staffa: non basta infatti il forcing finale della Viola, che arriva a toccare il -5 finale nonostante lo spiccato nervosismo (espulso Fall per doppio tecnico): 87-82 il punteggio al 40’, serie a Gara 4.

Scandone AvellinoViola Trust Reggio Calabria 87-82
Parziali
: 15-22; 44-41; 66-59

AVELLINO: Costa 4, Marra 21, Sousa 21, Ani 5, Riccio 15, Monina 14, Mazzarese 6, Scianguetta n.e., Mraovic 1, Trapani. Coach: Robustelli.

REGGIO CALABRIA: Fall 7, Romeo n.e., Mascherpa 16, Genovese 22, Roveda 3, Frascati, Prunotto 3, Sebrek 2, Gobbato 12, Barrile 17. Coach: Bolignano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here