Qui Costa Volpino, il punto sul mercato

0

Mettendo per un attimo da parte le vicende societarie, e tutte le voci (molte vere, alcune presunte) sulla prossima collaborazione con la Pallacanestro Pisogne, volgiamo lo sguardo alla formazione del roster nero arancio per la prossima stagione sportiva.
I dirigenti preposti alle operazioni di basket mercato e lo staff tecnico hanno operato sotto traccia, ma arrivati a fine luglio la squadra ha già un assetto ben delineato, e mancano ormai pochi tasselli al suo completamento.
Andando per ordine, le prime novità sono state…le conferme!
Si riparte infatti, e questo si sapeva, dallo staff tecnico con coach Ale Crotti e con il suo vice Massimo Giubertoni, che si sono guadagnati sul campo la stima e la considerazione di tutto l´ambiente alto sebino.
La soddisfazione più grande è stata quella di aver convinto coach Crotti a condividere il progetto di Costa Volpino, nonostante importanti sirene di altri club, per provare a ripetere non soltanto il risultato di classifica ottenuto quest´anno, ma anche e soprattutto l´efficacia del lavoro tecnico, che ha portato quasi tutti i giocatori a migliorare in corso di anno.
E sempre parlando di conferme, sono ben 5 quelle ufficiali rispetto al roster dello scorso anno; vestiranno infatti ancora la maglia di Costa Simone Centanni, Marco Planezio, Manu Meschino, Mattia Franzoni e Francesco Belloni.
Una base solida e conosciuta dalla quale ripartire, con ragazzi che si sono fatti apprezzare sia dal punto di vista tecnico che umano, e che supportati a dovere dai nuovi innesti si auspica possano fare ancora meglio dello scorso anno.
Dopo le cinque importanti conferme ecco i primi 2 nuovi innesti.
Si tratta di Michele Squeo, pivot di 206 cm del 1989, lo scorso anno a Latina e poi a Rimini, sua società di origine dove ha fatto tutta la trafila delle giovanili, e di Alessandro Spatti, ala di 203 centimetri del 1995, lo scorso anno nel roster silver di Treviglio, ma soprattutto protagonista di un ottimo campionato DNG con la maglia Blu Orobica, culminato con le finali nazionali di Udine in cui è stato uno dei più apprezzati protagonisti.
Le principali caratteristiche del Pivot nativo di Cesena sono la solidita´ difensiva e la “sostanza” del proprio gioco vicino a canestro.L´atletismo e la buona tecnica sono invece le doti migliori per il “cavallo di ritorno” nativo di Gavardo ma bergamasco a tutti gli effetti.
A loro, come si sarà capito, il compito certo non facile di sostituire due figure simbolo del basket di Costa…il capitano Marco Guerci, che ha chiuso con la brillante ultima stagione sportiva la sua meravigliosa carriera, e il vice capitano Mattia Baroni, che dopo oltre un lustro di grandissime soddisfazioni in maglia nero arancio ha deciso di dedicare più tempo a lavoro e famiglia, accettando il serrato corteggiamento della serie C di Bernareggio.
Facciamo un grande in bocca al lupo a Michele e Ale, che avranno sempre il sostegno di società e tifosi e riusciranno certamente a farsi apprezzare presto, e alla grande!
A questo punto, per far tornare i conti, mancano all´appello una guardia, presumibilmente senior, e due under, di cui uno sarà certamente proveniente dal  vivaio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here