Serie B. A Pordenone Lugo ancora KO

0

Non riesce ad interrompere il proprio trend negativo, l’Orva Lugo, uscita sconfitta da quel di Pordenone, contro la Pienne, per 66 a 61.
Un match che ha visto la buona partenza del dieci lughese, che approfitta dell’avvio di gara in sordina della Pienne, chiudendo avanti per 17 a 10 il primo parziale, grazie alle giocate di un ispirato Villani.
I secondi dieci minuti di gara vedono sempre l’Orva fare la partita, giocando un buon basket, che tocca il massimo vantaggio sul 24-11 al 13’, firmato da Ruini, con il dieci di coach Marco Ortasi che chiude la prima parte del match avanti per 38 a 28.
Alla ripresa del gioco, dopo l’intervallo lungo, la Pienne esce dagli spogliatoi con maggiore determinazione ed aumenta la propria intensità sul parquet, con il vantaggio dell’Orva che minuto dopo minuto si riduce sino al sorpasso dei padroni di casa che giunge a 3’ dal termine con Zambon (44-43), che chiuderanno avanti il terzo periodo per 47-46, con i lughesi in riserva di energie, che a causa dell’assenza di Pederzini e del quarto fallo di Ruini e Bertocco, costringono coach Ortasi a rotazioni limitatissime.
L’ultimo periodo di gioco vede Pordenone approfittare del progressivo calo del quintetto lughese ed allungare sino al 60 a 51 a 3’ dal termine con Ferrari; l’Orva cerca gli ultimi spiccioli di energia rimasti e riapre il match ad un minuto dal termine con Montanari che dopo aver subito un fallo antisportivo realizza entrambi i tiri liberi portando il punteggio sul -3 (61-58) con Farioli che dopo la rimessa in attacco in favore dei bianco verdi fallisce la tripla del possibile pareggio mentre la Pienne , con Nobile, preciso dalla lunetta, chiude il match sul fallo sistematico dell’Orva regalando il successo alla Pienne e condannando i lughesi al sesto stop consecutivo, relegati ai margini della zona play-off.
Un’Orva Lugo che ancora una volta ha dimostrato di poter giocare alla pari contro un’avversaria di ottimo spessore, ma senza riuscire a trovare il colpo del ko, complice qualche errore di troppo oltre all’assenza del febbricitante Pederzini e la situazione falli che hanno frenato i lughesi nella seconda parte della gara.
Dopo il turno di riposo, nel quale coach Ortasi cercherà di recuperare al meglio infortunati ed acciaccati, l’Orva sarà impegnata domenica 21 dicembre (ore 18) nella trasferta di Crema contro l’Erogasmet.
Athos Tampieri
Pienne Pordenone – Orva Lugo 66 – 61 (10-17; 28-38; 47-46)
Pienne Pordenone: Toscano 1, Di Prampero 2, Colamarino 13, Nobile 14, Palombita 8, Ferrari 18, Varuzza 3, Zambon 7, Visentin, Begiqui n.e. All.: Ciocca
Orva Lugo: Montanari 12, Ruini 12, Villani 12, Chiappelli 6, Farioli 8, Zanoni, Bertocco 6, Legnani 5, Baroncini e Romagnoli n.e. All.: Ortasi