G5 Ammissione Serie B – Caserta scappa nel terzo quarto e conquista la salvezza ai danni di Teramo

0

Lucas apre le marcature di un march in cui, però, è Teramo a entrare meglio grazie alle giocate di Calbini, Casoni e Perin che in meno di quattro minuti di gioco portano gli ospiti a +10 sul 14-4. Coach Luise prova a porre rimedio con un timeout all’uscita dal quale Sperduto sblocca i suoi dall’angolo interrompendo il parziale avversario. La partita in questa fase scende notevolmente di tono con Teramo che, sostanzialmente, si blocca in attacco e Caserta che a piccoli passi ricuce il margine di svantaggio sugli avversari senza mai arrivare a un vero aggancio. Alla fine del primo quarto gli abruzzesi conducono per 20-19.

In avvio di secondo quarto entrambe le squadre provano ad alzare notevolmente il ritmo del loro gioco affidandosi molto al tiro dall’arco con alterne fortune. In questo botta e trisposta Caserta riesce finalmente a trovare il sorpasso sugli avversari in seguito al canestro di Sperduto che vale il 29-28. La reazione di Teramo è di quelle che si fanno sentire: infatti, gli abruzzesi in relativamente poco tempo piazzano un parziale di 8-0 frutto di un’eccellente prova balistica che porta i padroni di casa improvvisamente a -7 sul 36-29. Dopo il timeout voluto da coach Luise, Sperduto rimedia un fallo antisportivo che porta in dote quattro preziosi punti che riportano a contatto i bianconeri che, però, all’intervallo lungo hanno ancora due lunghezze da recuperare sul 39-37 in favore di Teramo.

Il secondo tempo inizia seguendo lo stesso andazzo del finale di prima metà di gara ma l’infortunio di Ndoja a un certo punto sembra poter cambiare qualcosa negli equilibri in campo con i bianconeri scioccati dall’uscita portato in spalla del loro veterano. In questo momento di difficoltà è Raffaele Romano a tentare di trascinare i suoi fuori dalla palude con cinque preziosissimi punti che portano il punteggio sul 56-53 in favore dei campani. Il Pala Piccolo sente in questa fase sente l’importanza del momento per le sorti della stagione e si accende trascinando la Juve nel suo tentativo di scappare nel punteggio. Caserta tocca il +8 una prima volta sul sul 62-54 e poi sul 64-56 con cui si va all’ultimo mini intervallo.

In avvio di quarto quarto Teramo è costretta a subire un nuovo affondo degli avversari che trovano la doppia cifra di vantaggio sul 67-57 successivo alla tripla di Mei che fa esplodere il Pala Piccolo. Proprio nel momento in cui la partita sembra si stesse indirizzando in maniera definitivamente favorevole alla squadra di casa l’uscita del campo di Alessandro Sperduto per cinque falli spinge coach Luise a chiedere timeout sul 72-60 in favore dei suoi. Al rientro in campo la squadra non sembra risentire della perdita di Sperduto e, complice una Teramo oramai allo stremo delle forze, la Juvecaserta dilaga vincendo per 83-65.

DECÒ CASERTA 83–65  TERAMO A SPICCHI (19-20; 37-39; 62-54)