Serie B – Caserta si complica la vita ma ha la meglio su Sala Consilina

0

La partita inizia con ritmi abbastanza bassi ma ciò non impedisce alla Decò di prendere subito facilmente il largo grazie anche a una Sala Consilina quasi totalmente incapace di creare difficoltà alla difesa bianconera. Il primo timeout di serata arriva a 3’ e 56’’ dalla fine del primo quarto quando la panchina ospite decide di interrompere il gioco sul 17-4 in favore degli avversari. Al rientro in campo le percentuali offensive della Diesel Tecnica salgono e la partita inizia ad assumere un ritmo maggiore anche se la Juve continua a mantenere saldo il suo margine di vantaggio. Alla fine del primo quarto la Juvecaserta conduce per 24-15.

Nel secondo quarto la Decò prova nuovamente a scappare con due conclusioni dalla lunga distanza che riportano in doppia cifra lo scarto tra le due compagini in campo. Dopo una lunga interruzione legata a un problema tecnico al tabellone, Sala Consilina prova ad accorciare distanze ma Caserta scappa nuovamente a +13 (34-21) grazie alle giocate di Sperduto e Lucas che costringono coach Paternoster a un immediato timeout al rientro del quale gli esterni bianconeri continuano a martellare aiutati dall’esperienza di Ndoja che contribuisce in maniera importante all’avvicinamento di Caserta ai venti punti di vantaggio. dall’altra parte Sala Consilina in attacco non riesce trovare nulla di più che qualche estemporaneo canestro da tre punti e qualche punto dalla lunetta e, così, all’intervallo lungo i padroni di casa della Juvecaserta conducono per 48-35.

In avvio di terzo quarto la Decò non riesce a dare lo strappo decisivo e si ritrova il fiato sul collo di una Sala Consolina che, dominando sotto le plance, si riavvicina pericolosamente portandosi in singola cifra di svantaggio sul -9 (57-48). Caserta risponde grazie al solito Sperduto che dall’arco riallontana gli avversari. In questa fase la partita è caratterizzata da tentativi di rientro di Sala Consilina prontamente rispediti al mittente da una Juver che, però, non riesce mai ad archiviare definitivamente la pratica. All’ultimo miniiintervallo i padroni di casa conducono per 71-57.

Caserta entra malissimo nel quarto periodo perdendo una serie di palloni sanguinosi che permettono a Sala Consilina dei contropiedi facili. Gli ospiti non approfittano nel migliore dei modi di queste situazioni ma la panchina di casa comunque decide di fermare il gioco per un timeout in cui mettere provare a mettere ordine tra le idee dei giocatori in campo. Al rientro in campo la Juve continua a giocare di invidi dualità e a concedere troppe transizioni facili che soprattutto Cimminella sfrutta per riportare Sala Consilina a -4 (74-71) a 2’ e 14’’ dalla sirena finale. Dopo un timeout la Diesel Tecnica si porta addirittura a -2 (75-73) mettendo una gran paura a Caserta che continua a fare scelte offensive sbagliate. A 22’’ dalla fine Mei trova un canestro da sotto che per i suoi vale come una liberazione. Dall’altra parte del campo a Miljkovic non riesce il palleggio arresto e tiro e Sala Consilina è costretta a commettere fallo sistematico con 13’’ sul cronometro. Drigo dalla lunetta fa 2/2 e finalmente chiude la pratica per i suoi portando il punteggio sul 79-73 che rappresenta anche il punteggio finale.

DECÒ CASERTA 79–73  DIESEL TECNICA SALA CONSILINA (24-15; 48-35; 71-57)