SERIE B – Caserta vince all’overtime contro Palestrina e resta in testa alla classifica

0

L’avvio di partita offre al pubblico del PalaMaggiò uno spettacolo davvero poco allettante: infatti, palle perse e brutte conclusioni la fanno da padrona e il punteggio resta fermo sullo 0-0 per quasi tre minuti prima di assistere al canestro di Ochoa. La partita scorre su ritmi molto blandi fino ai minuti finali del primo quarto quando Ciribeni da una parte e Ochoa dall’altra provano a dare maggiore energia al gioco delle rispettive squadre. La tripla a fil di sirena di Rossi fissa il punteggio al primo mini intervallo sul 17-15 in favore di Palestrina.

La Decò torna in campo per il secondo quarto con un atteggiamento tutt’altro che positivo e la tripla di Rizzitiello mette cinque lunghezze di distanza tra le due compagini. Dopo il timeout voluto da Oldoini, Beretta mette a segno il canestro del +7 (22-15) ospite prima che Ciribeni provi a dare linfa all’attacco non molto dinamico della sua squadra portando i bianconeri a -3 sul 24-21. La bomba di Petrucci porta il punteggio in parità sul 24-24, ma Caserta continua a essere molto confusionaria in attacco e Palestrina scappa di nuovo con un parziale di 4-0 che vale il 28-24 in favore degli ospiti. Valentini con il suo 1/2 dalla lunetta da un po’ di sollievo a una Decò che sembra non essere in grado di contrastare la compagine laziale che ritocca il suo massimo vantaggio portando a +8 sul 33-25. Max Oldoini decide di parlare con i suoi, ma Palestrina trova la doppia cifra di vantaggio (35-25) con l’ennesimo canestro in area di Ochoa. La tripla di Hassan prova a dare ossigeno ai bianconeri che riescono a chiudere la prima metà di gara in svantaggio di soli quattro punti sul 37-33.

In avvio di terzo quarto il copione della partita non sembra cambiare di molto con la Decò che continua a concedere molto in difesa e a trovare poche soluzioni in attacco. In questa fase è Sergio il giocatore maggiormente cercato dai bianconeri che si riportano a -2 (42-40) prima di subire la sanguinosa tripla di in transizione di Rizzitiello. Caserta non subisce più di tanto il colpo psicologico e continua cercare la rimonta che sembra concretizzarsi quando Petrucci piazza la bomba del -1 (48-47) e la difesa costringe Palestrina a un’infrazione di 24’’ che spinge coach Ponticello all’immediato timeout. Al rientro i campo l’appoggio al vetro di Rinaldi vale il sorpasso casertano sul 49-48. La battagli di fine terzo quarto premia i bianconeri che riescono ad arrivare all’ultimo mini intervallo in vantaggio per 58-55.

Palestrina entra nel quarto quarto con un 5-0 di parziale firmato Ochoa-Morici che riporta in vantaggio la formazione ospite. La partita vive una fase di equilibrio che viene interrotta da un perentorio 7-0 di parziale di Palestrina che vola a +7 (71-65) quando manca poco al giro di boa dell’ultimo quarto. A mettere un po’ d’ordine tra le fila bianconere ci pensano Sergio ma soprattutto Hassan che piazza la tripla del nuovo pareggio a quota 72 e costringe la panchina avversaria al timeout. Nell’ultimo minuto di gioco si entra con la Decò in vantaggio per 78-76. Il 2/2 di Rischia a 14’’ dalla fine rimette il punteggio in parità. Dopo un timeout, Ciribeni sbaglia il tiro della vittoria e si va all’overtime.

Anche nel corso dei cinque minuti supplementari l’equilibrio sembra farla da padrone. Ciribeni è l’uomo simbolo di una Decò che, nonostante le difficoltà palesi, vuole portare a casa il successo trascinata dal suo pubblico. A 16’’ dalla fine il punteggio è di 88-87 in favore dei padroni di casa ma ad avere la palla in mano è Palestrina che con Carrizo sbaglia la tripla della vittoria. Vince Caserta per 88-87.

 

DECÒ CASERTA 88-87 dts PALESTRINA (15-17; 33-37; 58-55; 78-78)