Serie B – Cassino domina sul campo di Avellino e centra il secondo successo di fila

di Federico Di Domenico

Ultima giornata del girone d’andata in scena al Pala Del Mauro, per la BPC Virtus Cassino,
che chiamata a dare continuità alla bella prestazione casalinga contro la Virtus Pozzuoli,
piega in maniera brillante e autoritaria la blasonata Avellino con il risultato di 94-61.
Una partita che, alla vigilia, sembrava non essere così agevole per gli uomini di coach
Vettese, scesi in campo contro una formazione virtualmente seconda in classifica dietro
Rieti, se non fosse per la penalizzazione in classifica che la collocavano all’ultima
posizione del girone D1.
Una Virtus, inoltre, che si presentava al Palasport avellinese, nonostante l’inserimento del
lungo Cusenza, con la pesante assenza del play Simone Rischia e con un Visnjic non in
forma ottimale; per questi motivi, la vittoria di Grilli e soci assume un valore ancor più
importante rispetto ai meri due punti conquistati sul parquet.
Passando alla cronaca dell’incontro, per i padroni di casa, non convocato il nuovo acquisto
Trapani, ancora alla ricerca della migliore forma, e Riccio, anche lui non convocato da
coach De Gennaro per un virus intestinale.
Parte subito bene sin dalle prime battute, la BPC, che pronti-via piazza subito un parziale
mortifero firmato da Teghini, Grilli e Lestini di 11-2. Sousa e Marra non trovano la via del
canestro e De Gennaro è costretto al time-out. Dopo la pausa, Marra da 3 e Visnjic
firmano altre due belle realizzazioni dal campo, ma la Virtus sempre essere padrona
assoluta del campo con un Grilli strepitoso, seguito nel tabellino dell’incontro a ruota da
Fioravanti e Lestini. Brunetti prova ad attutire il colpo, ma al primo mini-intervallo il passivo
per i padroni di casa è pesante: 13-30.
Marzaioli e Fioravanti riaprono le danze nella seconda frazione, e i lupi campani non
sembrano riuscire a trovare ancora il bandolo della matassa.
Ani, però, con due realizzazioni da oltre l’arco sembra poter impensierire seriamente gli
ospiti, ma sono ancora Grilli e Lestini per la BPC a tenere a debita distanza lo Scandone.
Coach Vettese mette a riposo Fioravanti, dando spazio a Rubinetti, che nonostante
qualche amnesia difensiva tiene botta e permette a Cassino di non far diminuire nè la
qualità nè il vantaggio accumulato. Lestini, Grilli e Teghini, intanto, continuano ad essere
incontenibili, e Avellino, all’intervallo lungo, si ritrova ancora ad inseguire, 33-61.
Nella ripresa, Sousa e Ani sono i primi che continuano a non volerne sapere di mollare,
ma per Cassino è abbastanza agevole amministrare e gestire il pesante solco scavato.
Fioravanti, Grilli, Teghini e Lestini, di gran lunga i migliori sul parquet, coadiuvati da un
ottimo Kevin Cusenza, in campo per 31 minuti con una prestazione di straordinaria
sostanza e di tanto lavoro a servizio dei compagni, mantengono il vantaggio importante
all’ultimo mini-intervallo. Il tabellone del Pala Del Mauro al 30’ recita: 42-76 per gli ospiti.
Nel quarto periodo, continua l’ordinaria amministrazione per la Virtus, con coach Vettese e
il suo assistente Neri, che decidono di lasciar spazio sul parquet anche ai giovani
Gambelli, Rinaldi, Di Camillo e Manojlovic.
Termina il match e la BPC Virtus Cassino vince con il risultato di 61-94.
Il commento nel post-gara, a caldo, del Presidente e DS, Leonardo Manzari: “Faccio di
nuovo i complimenti ai ragazzi per la prestazione di quest’oggi. Abbiamo sciorinato una
performance maiuscola. Dopo un periodo non semplicissimo, stiamo tornando ad essere
un riferimento sportivo di grande spicco per tutto il territorio, soprattutto in un momento
economico e sanitario così difficile. Con una piccola vena polemica, questa vittoria la
dedico a tutte le persone che hanno buttato fango e cattive dicerie sulla società che mi
onoro di rappresentare. Abbiamo lavorato con impegno e testa bassa per uscire da una
brutta parentesi sportiva, e solo con le nostre forze, con la gente che ci è stata e ci è
vicino, siamo ritornati ad essere competitivi e performanti come un tempo: gli sponsor, che

ci permettono ancora di giocare una grande pallacanestro a questo livello; i nostri
sostenitori, che nonostante non possano seguirci da vicino nei palazzetti, non stanno
facendo mancare il loro supporto online, e i report che la Lega Nazionale Pallacanestro ci
trasmette settimanalmente sulle persone che guardano le nostre partite, dimostrano come
la Virtus sia una realtà veramente importante per tutto il territorio; tutti i dirigenti, lo staff
tecnico e gli atleti del nostro settore giovanile, che non fanno mancare mai il loro supporto
e la loro vicinanza. Siamo andati oltre le critiche e le opinioni di più di qualche soggetto,
pronto a criticarci, ma mai, e dico mai, a farci i complimenti e a gioire con noi nelle vittorie.
Questo, però, da sportivo, ammetto che è una componente con la quale ogni società
combatte ogni giorno, e non sarò certo io ad eliminarla. Di fronte, in ogni caso, ad una
prestazione degli atleti e di tutti coloro che lavorano in società di questo tipo, mi è
sembrato doveroso fare un commento del genere. Bando alle ciance, adesso l’obiettivo è
continuare con questo atteggiamento e con questo spirito, a partire dalla gara con
Sant’Antimo. Ci aspetta un’altra partita difficilissima e l’intento sarà quello di riscattare la
sconfitta dell’andata”.
Commento soddisfatto anche per l’ala piccola rossoblù, Matteo Fioravanti: “Oggi abbiamo
iniziato subito forte e abbiamo dominato una partita, in partenza, assolutamente non
semplice. Abbiamo cominciato la partita subito forte, con l’obiettivo di difendere e
attaccare di squadra con determinazione, intensità e concentrazione, per tutta la durata
della gara. Il risultato e il passivo inflitto ad Avellino, ne sono la dimostrazione. Sono
contento, inoltre, che, personalmente, sto migliorando, sto entrando in forma e anche oggi
sono riuscito a dare una bella mano ai miei compagni. Adesso dobbiamo continuare con
questo atteggiamento anche contro Sant’Antimo e riscattare la sconfitta di un solo punto
dell’andata”.
Prossimo appuntamento, dunque, per la BPC Virtus Cassino, sabato 23 gennaio ore 18:00
al PalaVirtus per la prima giornata del girone di ritorno.
La formazione di Vettese affronterà la Geko Sant’Antimo.
Scandone Avellino – BPC Virtus Cassino 61-94 (13-32, 20-29, 9-15, 19-18)
Scandone Avellino: Luigi Brunetti 12 (1/7, 2/3), Dimitri Sousa 11 (4/9, 1/3), Uchenna Ani
10 (2/5, 2/4), Alessandro Marra 8 (2/4, 1/4), Thomas Monina 5 (2/2, 0/0), Domenico
Marzaioli 4 (2/3, 0/1), Nikola Mraovic 4 (2/2, 0/3), Jacopo Ragusa 3 (1/4, 0/0), Valerio
Costa 2 (1/4, 0/3), Danilo Mazzarese 2 (1/1, 0/1), Carmine Scianguetta 0 (0/0, 0/0), Luigi
Genovese 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 12 – Rimbalzi: 32 6 + 26 (Luigi Brunetti 6) – Assist: 9 (Alessandro Marra,
Domenico Marzaioli 2)
BPC Virtus Cassino: Federico Lestini 29 (4/8, 6/12), Daniele Grilli 26 (6/13, 4/5), Michael
Teghini 15 (6/8, 1/3), Matteo Fioravanti 15 (5/6, 1/5), Stefano Rubinetti 4 (2/2, 0/0), Njegos
Visnjic 2 (1/2, 0/0), Milan Manojlovic 2 (1/1, 0/0), Kevin Cusenza 1 (0/4, 0/0), Marco
Gambelli 0 (0/1, 0/0), Gabriele Di Camillo 0 (0/0, 0/0), Matteo Rinaldi 0 (0/1, 0/0), Simone
Rischia 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 8 / 14 – Rimbalzi: 41 9 + 32 (Federico Lestini, Daniele Grilli 9) – Assist: 15
(Daniele Grilli 5)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy