Serie B – Cassino trova la zampata vincente, Luiss sconfitta

0

Si interrompe al PalaVirtus di Cassino la striscia di vittorie della Luiss Roma che durava dal 16 ottobre (sconfitta contro Bisceglie). Un vero peccato perché Pasqualin e compagni a tre minuti abbondanti dalla fine erano avanti di nove lunghezze, 71-80, e hanno gestito male gli ultimi minuti favorendo il rientro della squadra cassinate che ha poi trovato un canestro a dieci centesimi dal termine. Una partita che non ha mai avuto un padrone, anche se la Luiss nel corso del secondo periodo era avanti anche di 13 lunghezze, ma onore e merito ai lupi rossoblu che non hanno mai alzato bandiera bianca ed escono con due punti che valgono tanto.

Cassino parte con le marce alte, scappando subito via con un 7-1 di parziale, la Luiss impiega un po’ di tempo a carburare ma con un paio di tiri da tre e quattro punti in fila di Jovovic in due minuti torna a contatto. La partita torna su un punteggio di perfetto equilibrio dopo la tripla di Fallucca al 6’ (14-14), sempre il numero 8 romano trova anche un buzzer beater per concludere i primi dieci minuti che vedono la Luiss avanti 20 a 16.

Si iscrivono al match anche Legnini e Murri con due canestri pesanti che fanno scappare la Luiss sul +11 (16-27 dopo 12 minuti) e dal 7-1 iniziale al 16-29 del tredicesimo minuti il parziale recita 9-28 per i capitolini. Cassino cerca di ricucire lo strappo con sei punti di fila, quando Jovovic non riesce a capitalizzare due tiri liberi i padroni di casa tornano col fiato sul collo (34-39 a due minuti dall’intervallo).

Dopo la lunga pausa rientra meglio Cassino che piazza un break di 6-0 e rimette il muso avanti, la Luiss risponde con Jovovic e una tripla di Fallucca senza ritmo con l’equilibrio che regna sovrano: ancora una volta Cassino piazza un break di cinque punti, ma Murri segna due triple in fila e al ventottesimo la sfida è ancora pari (60-60).

Anche a cinque minuti dal termine la sfida è in parità, 71-71, poi Pasqualin prova a dare al match la spallata decisiva segnando due bombe in fila che fanno scappare la Luiss (71-80). Da quel momento in poi la Luiss ha in mano la gara ma Cassino inizia a risalire la china: antisportivo generoso comminato a Murri per fallo su Gay, il playmaker di casa segna solo un libero ma sul possesso è Kekovic a segnare dalla lunga distanza. La Luiss sente il fiato sul collo, si perde in attacco con isolamenti e scelte che non portano i frutti sperati e Gay a due dalla fine segna la tripla del pareggio (82-82). I padroni di casa trovano i due punti della vittoria a dieci secondi dal termine dopo un rimbalzo offensivo, mentre l’ultima preghiera di Murri non tocca neanche il ferro.

BPC Virtus Cassino – Luiss Roma 88-86 (16-20, 25-23, 22-21, 25-22)

BPC Virtus Cassino: Lazar Kekovic 27 (6/9, 4/7), Flavio Gay 21 (1/2, 4/12), Jakov Milosevic 18 (7/10, 1/3), Michael Teghini 11 (3/7, 1/2), Matteo De leone 6 (2/4, 0/0), Kevin Brigato 5 (1/2, 1/4), David Paunovic 0 (0/1, 0/1), Davide Frizzarin 0 (0/0, 0/0), Filippo Arrighini 0 (0/0, 0/0), Michele Pacitto 0 (0/0, 0/0), Marco Gambelli 0 (0/0, 0/0), Alessio Truglio 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 17 – Rimbalzi: 32 11 + 21 (Matteo De leone 16) – Assist: 19 (Michael Teghini 6)

Luiss Roma: Marco Pasqualin 18 (1/2, 3/7), Matteo Fallucca 17 (1/3, 5/9), Giovanni Allodi 14 (4/7, 0/1), Riccardo Murri 12 (3/4, 2/4), Matija Jovovic 11 (5/7, 0/1), Marco Legnini 5 (1/4, 1/5), Alessandro Perotti 3 (0/1, 0/1), Cesare Barbon 2 (1/1, 0/3), Davide Tolino 2 (1/1, 0/0), Andrea Zini 2 (0/0, 0/0), Giuseppe Invernizzi 0 (0/0, 0/0), Sean Busca 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 19 / 23 – Rimbalzi: 28 10 + 18 (Matija Jovovic 7) – Assist: 11 (Marco Pasqualin 4)

UFF.STAMPA VIRTUS CASSINO