SERIE B – Cordoglio a Scauri per la scomparsa di Gianni Colavolpe

SERIE B – Cordoglio a Scauri per la scomparsa di Gianni Colavolpe

Il Basket Scauri e la pallacanestro laziale piangono per la perdita di uno dei dirigenti più rappresentativi, venuto a mancare questo pomeriggio

di Cesare Crova

Era un uomo schivo, riservato e modesto Gianni Colavolpe. Sempre disponibile a scambiare due chiacchiere e condividere quella passione, che a Scauri regala più emozionati del calcio, quando lo si incontrava il lunedì mattina in edicola. Sempre cordiale quando passeggiava sul lungo mare di Scauri insieme alla signora Maria Michela.
Con la stessa discrezione se ne è andato questo pomeriggio, a settant’anni, ancora giovane se vogliamo, in un pomeriggio estivo a Scauri, lasciando attoniti tutti coloro che lo hanno conosciuto e gli hanno voluto bene.

Gianni Colavolpe “era” la pallacanestro a Scauri. Ha fatto parte di quella storica dirigenza che tra la fine degli anni Settanta e l’inizio di quelli Ottanta ha saputo costruire una squadra composta da atleti locali, talenti unici e inarrivabili, che con pochi soldi, tanta passione, un pizzico di follia, raggiunse traguardi straordinari con la promozione in Serie B, giocando nel catino dell’Arena Mallozzi con squadre come Napoli, Reggio Calabria, Latina, Trapani, Marsala, Pescara, Chieti, solo per citarne alcune. Portando in tutta Italia il nome di una piccola Società che non era neanche Comune, facendola conoscere ed apprezzare in tutte le platee più importanti d’Italia.
Con lui se ne va un’altra fetta di quel Basket Scauri, che già anni addietro ha dovuto salutare troppo presto un campione come Luigi Ranieri.

Restano ricordi di una gran bella persona, i cui meriti gli furono riconosciuti anche a livello centrale quando fu chiamato, e in seguito riconfermato, come delegato provinciale della FIP, incarico mai ottenuto da un dirigente a Scauri.
Per tutto questo era stato annoverato nella Hall of Fame con la quale la Società del Basket Scauri tributa un riconoscimento ogni domenica, nelle partite casalinghe, ai suoi ex dirigenti e atleti che hanno rappresentato Scauri nel Mondo, premiandolo per il suo pluriennale impegno in favore della promozione della pallacanestro nel sud pontino.

L’ultimo saluto dai parte dei tanti amici che aveva, non solo nella pallacanestro, gli sarà riservato martedì 25 settembre nella parrocchia di S. Albina a Scauri, alle ore 16,00.

Gianni Colavolpe lascia un grande vuoto, ma anche il grande insegnamento di come sapere affrontare con il dovuto disincanto e la necessaria autorevolezza impegni così difficili e gravosi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy