Serie B – Elachem Vigevano, presentazione 5ª giornata

Serie B – Elachem Vigevano, presentazione 5ª giornata

I gialloblu, sconfitti in volata da Padova, saranno ospiti della neopromossa Soresina per cercare un pronto riscatto.

di Andrew Villani
Piazza-Vigevano

La Elachem Vigevano, perso un altro scontro diretto all’ultima azione, andrà a far visita alla Gilbertina Soresina per concludere il mini ciclo di tre confronti in una settimana. Paolo Piazza, coach ducale, analizza il momento:

– Con San Vendemiano e Padova, dirette rivali, avete perso per un canestro, tuttavia, dati gli aspetti anche positivi delle prestazioni, non bisogna leggere tutto in chiave negativa. 

“Abbiamo ceduto contro due squadre, sulla carta tra le migliori quattro, all’ultimo secondo. Come al solito si può vedere il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto. Lato positivo significa che siamo quasi al livello dei migliori, mentre lato negativo che con poco potevamo essere a punteggio pieno avendo già affrontato tre team da play-off (sommando Vicenza, ndr). Noi dobbiamo valutare il quadro generale tenendo presente la linea tracciata. Abbiamo scelto, per avviare un progetto a medio termine, di ringiovanire il roster e, quindi, si possono verificare episodi di questo genere che con esperienza avresti girato magari a tuo favore. Per questo motivo, pur non esaltandoci come risultati, non dobbiamo essere particolarmente negativi.”

– Il vero denominatore comune è la mancanza offensiva degli ultimi 5′ contro la zona match-up.

Quella è una debolezza da imputare soltanto a me. Ho tirato troppo il collo ad alcuni giocatori, soprattutto Mazzucchelli, nei primi trenta minuti e son giunti tirati nel finale. Nel suo caso, a San Vendemiano, avevamo la necessità che restasse in gioco data l’assenza di Brigato e l’acciacco di Passerini, mentre mercoledì non me la sono sentita, nel nostro contro break, di farlo riposare insieme a Passerini. Facile dirlo col senno di poi. Pure il sottoscritto deve imparare a conoscere la squadra. Se avversari forti, si mettono a zona per vincere la partita, vuol dire che almeno a uomo siamo stati superiori. Dobbiamo trovare la chiave giusta e riferimenti precisi su dove andare e da chi in questi frangenti.”

– Domani per la Elachem Vigevano sarà la volta di Soresina, barometro di questo tour de force, che ha messo in difficoltà Pavia per un tempo, con l’uso della zona, cedendo poi nella ripresa.

“Affronteremo una neopromossa in crisi di risultati avendo perso contro due compagini della loro fascia. Non è una gara semplice, anzi l’opposto. Farà parte del processo di crescita. Loro sono con le spalle al muro e, se lasci prendere fiducia a chi è in questa condizione, rischi che ti scappi via. La preparazione è molto più difficile di Padova. Dobbiamo dimostrare di esssere sulla strada giusta insieme ad alcuni elementi che, nelle ultime due, hanno reso sotto potenziale. Loro hanno messo in crisi Pavia con la zona 3-2, andando davanti anche in doppia cifra, poi l’hanno tolta e riproposta a spot, ma l’inerzia era girata. L’hanno utilizzata anche con Monfalcone e Bernareggio e auspico lo facciano pure con noi. Non dobbiamo dimenticare che anche Piadena e Vicenza hanno usato la medesima tattica contro Vigevano e sortendo effetto.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy