Serie B-Elachem Vigevano, presentazione 14ª giornata

Serie B-Elachem Vigevano, presentazione 14ª giornata

Il Natale porta in dono la sfida più attesa del girone d’andata: il Derby.

di Andrew Villani
Piazza-Vigevano

La Elachem Vigevano, regolando con facilità la Robur Varese, ha proseguito nel proprio percorso di crescita in termini di fiducia e continuità di risultati; altrettanto ha fatto l’Omnia Pavia che, espugnando il campo di Piadena allo scadere, ha allungato la propria striscia vincente a 6 successi. Il punto di vista di coach Piazza:

– Finalmente si scorge la pallacanestro che richiedi. Applicazione difensiva e varietà offensiva.

“Diciamolo piano, ma sta accadendo ed è quello che attendevo. E’ il tipo di gioco che mi piace fare con distribuzione delle responsabilità in attacco, grazie a differenti interpreti, e difesa intensa per molti minuti che dona facilità di espressione nell’altra metà campo. Con una rotazione sempre in nove è un obiettivo perseguibile, altrimenti è difficile.”

– Le due vittorie hanno visto Rossi e Brigato entrare in ritmo, ma sono coincise anche con una flessione del rendimento di Mazzucchelli.

“Sì, è vero. Andrea, nelle ultime uscite, non ha avuto una grande produzione offensiva, però, ha silenziato Pinton a Mestre quando lo ha preso in consegna e anche su Ballabio e Gergati ha fatto un dispendioso lavoro difensivo. Dopo di che, con Rossi in palla in regia e Passerini decisivo dall’arco, non serviva che fornisse il solito contributo. Doveva fare altre cose, meno appariscenti, ma altrettanto utili e ha dimostrato quindi di avere due funzioni che può assolvere bene.” 

 L’Omnia, dopo un avvio difficoltoso, ha acquisito consapevolezza dei propri mezzi.  

“Hanno perso delle partite incredbili a inizio anno, per esempio a Vicenza, lasciando immeritatamente punti per strada. Dopo Varese hanno trovato la quadra e i veri valori stanno uscendo andando al loro posto. Sanvendemiano, Padova e Pavia sono ai piani alti con la solita sorpresa di turno interpretata da Bernareggio. Hanno 10 giocatori veri, anche senza minutaggi equilibrati, che sono un grande tesoro. Ti permettono sempre di fare allenamenti competitivi, mentre il rovescio della medaglia, quando le cose come in avvio non vanno come vorresti, è che possono esaltare di più il malcontento per le troppe voci presenti.”

– Omnia Pavia è la miglior difesa con 63.6 subiti, mentre la Elachem Vigevano è il 2° attacco con 76.5 fatti.

“Noi molto spesso giochiamo contro chi fa la partita del secolo. In alcuni incontri siamo stati imperfetti dietro regalando facili canestri agli avversari, mentre loro, da inizio stagione, hanno sempre tenuto i rivali a punteggi bassi. In sfide come quella di domenica, così sentite e cariche a livello emotivo, conta la qualità di esecuzione in attacco e ancora di più contro difese ruvide, dove bisogna essere lucidi nel cercare la seconda/terza opzione dei giochi. Questo è esattamente lo step che ci manca per diventare un meccanismo che gira come un orologio.”

–  Difesa vs attacco è riduttivo. Vigevano è ai vertici in area (54%), mentre Pavia ultima (45%) seppur terza come tentativi (38.2). La Elachem è leader da fuori (35%) con Omnia seconda ma con soli 22 tiri di media, valore più basso del girone. In difesa, a parità di tentativi concessi (278), i ducali sono i più bersagliati di tutti (35%), mentre i biancoblu i meno colpiti (25%).

“Omnia ha molti esterni che sono ottimi difensori, dotati sia di taglia fisica che di aggressività, che son capaci di annullare l’avversario, tuttavia, la Elachem Vigevano paradossalmente non ha un go to guy da silenziare in quel ruolo. Viceversa, nel reparto lunghi, dove noi abbiamo un bottino maggiore di punti nelle mani, hanno elementi meno dotati. Una lotta cruciale ci sarà a rimbalzo offensivo (Vigevano ne cattura 10.4 concedendone 7.8, mentre Pavia 8.1 e 10.4, ndr) che è un fondamentale, per le scelte estive fatte, in cui abbiamo guardie predisposte per fare la differenza.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy