Serie B F G3 – Una straordinaria Fabriano regola ancora la Luiss e si prende il 2-1

0

Ristopro Fabriano – LUISS Roma 77-72 (25-18, 12-19, 15-12, 25-23)

Ristopro Fabriano: Nicolas manuel Stanic 23 (3/5, 4/6), Simone Centanni 18 (1/3, 4/9), Francesco Papa 16 (5/7, 1/3), Gianmarco Gulini 10 (3/8, 0/2), Alessandro Gianoli 5 (2/2, 0/0), Yande Fall 3 (1/3, 0/0), Riccardo Azzano 2 (1/3, 0/1), Leonardo Cola 0 (0/0, 0/0), Tommaso Patrizi 0 (0/0, 0/0), Andrea Petracca 0 (0/0, 0/0), Alex Carsetti 0 (0/0, 0/0), Patrizio Verri 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 24 – Rimbalzi: 37 8 + 29 (Francesco Papa 15) – Assist: 12 (Nicolas manuel Stanic 6)

LUISS Roma: Domenico D’argenzio 15 (5/7, 1/8), Marco Legnini 13 (2/8, 3/8), Marco Pasqualin 9 (0/2, 3/9), Matija Jovovic 9 (2/7, 0/1), Matteo Fallucca 8 (1/4, 2/7), Giovanni Allodi 8 (4/7, 0/1), Riccardo Murri 5 (1/4, 1/1), Cesare Barbon 3 (0/1, 1/3), Giorgio Di bonaventura 2 (1/2, 0/2), Davide Tolino 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Invernizzi 0 (0/0, 0/0), Alessandro Perotti 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 13 – Rimbalzi: 37 19 + 18 (Giovanni Allodi 8) – Assist: 11 (Marco Pasqualin 4)

Il finale punto a punto premia Fabriano anche in gara 3, con i cartai che domenica avranno il primo match point per strappare il pass verso concentramento di Ferrara. Finisce 77 a 72 al PalaChemiba, con la Luiss che ha giocato un’ottima partita ma nei momenti topici i dettagli hanno premiato i padroni di casa. I capitolini hanno dominato a rimbalzo offensivo, con tantissime seconde chances, ma non sono riusciti a trovare il fondo della retina con quella costanza che ha contraddistinto tutta la stagione dei biancoblu. Fabriano parte forte con la tripla di Papa (14-6 dopo cinque minuti), controllando di gran lunga il primo parziale, poi Jovovic entra in partita riportando la Luiss a contatto grazie a un canestro dal pitturato per il meno 3. D’Argenzio brucia Gianoli in zingarata, ma Stanic punisce dalla lunga distanza avviando un parziale
di 9-0 locale (25-15) spento solamente dalla tripla sulla sirena di Pasqualin. La Luiss macina il suo gioco, si prende i propri tiri, solo che la serata è parecchio storta. Nonostante ciò, Jovovic attacca la linea di fondo e batte Fall, poi Legnini con un sottomano prima e Fallucca con la sua prima tripla a bersaglio riportano sotto la Luiss. Pasqualin traccia un bell’arcobaleno per Allodi e la Luiss impatta sul 37-37 all’intervallo.
Nel terzo quarto non si segna mai, Barbon inaugura con la tripla, ma ogni volta che l’inerzia è dalla parte della Luiss Stanic e Centanni puniscono dalla lunga distanza. Murri acchiappa un bel rimbalzo offensivo e converte, Allodi recupera la palla e manda D’Argenzio in contropiede per il 52-54 al 31’. Nei due minuti successivi si decide la gara: Legnini mette due triple pesanti per il +5 (55-60), ma Fabriano non ci sta e cerca di stare a contatto. D’Argenzio ha la tripla per azzannare alla giugulare la partita ma la serata non sorride ai romani: palla che fa il giro dell’anello un paio di volte e viene risputata fuori. Sull’azione successiva, bomba di Centanni sulla sirena che è la perfetta fotografia della partita di stasera: la Luiss costruisce senza successo, Fabriano si affida ai suoi uomini in missione e capitalizza. Nell’ultimo periodo la Luiss torna avanti con Pasqualin da tre punti, ma ancora una volta Stanic si inventa un canestro tutto storto: la Luiss va dall’altro lato ma si incarta con Legnini che commette infrazione di passi. E su gara tre cala il sipario. I ragazzi di coach Paccariè ci riproveranno domenica in gara 4 per portare la serie alla bella.

UFF.STAMPA LUISS BASKET