Serie B – Faenza batte Lecco e sale al quinto posto

Serie B – Faenza batte Lecco e sale al quinto posto

Una grandissima Rekico si aggiudica il big match con Lecco 72-56 e la aggancia al quinto posto, diventando padrona del proprio destino.

di La Redazione

Rekico Faenza 72 – GIMAR Lecco 56
(13-15; 24-35; 47-42)

FAENZA: Penserini, Perin 16, Boero 2, Silimbani 12, Donadoni 12, Benedetti 6, Casadei 8, Iattoni 7, Stefanelli 2, Pini 7. All.: Regazzi.
LECCO: Fumagalli 5, Peroni 10, Todeschini 17, Brambilla, Siberna 7, Balanzoni 8, Urbani 1, De Paoli 6, Garota ne, Spera 2. All.: Meneguzzo.
ARBITRI: Marziali – Bellamio
USCITO PER FALLI: Pini

Una grandissima Rekico si aggiudica il big match con Lecco 72-56 e la aggancia al quinto posto, diventando padrona del proprio destino. Se nelle ultime due giornate vincerà lo stesso numero di gare dei lombardi (ovviamente una in più) chiuderà quinta, altrimenti finirà sesta. Ancora una volta i faentini hanno vinto grazie all’orgoglio e al carattere che hanno permesso di compiere una grandissima rimonta con un parziale di 48-21 piazzato nel secondo tempo. Una grande prova corale suggellata dal canestro del debuttante Stefanelli, 19enne del Basket 95 Faenza.

La Rekico, presentatasi ancora una volta senza Maccaferri, entra in campo con un ottimo atteggiamento dando vita ad una gara punto a punto con Lecco: dopo neanche due minuti il risultato è 7-7. Il problema è che all’improvviso l’attacco si inceppa, mentre la GIMAR trova punti con continuità soprattutto con il tiro da tre, chiudendo il primo tempo avanti 15-13 e arrivando a toccare il 35-24 all’intervallo. Faenza non sfigura dal lato caratteriale, ma semplicemente non segna come dimostrano le statistiche: 30% dal campo (2/13 da 3) contro un 5/8 da 3 degli ospiti. Dopo la pausa però arriva il solito riscatto. Perin si carica sulle spalle la squadra segnando 6 punti consecutivi per il 32-38 poi Benedetti con una tripla finalizza il break di 9-0 per il 37-38. Anche la difesa è perfetta tanto che Lecco deve correre alle maniere forti, senza però riuscire a procurare nessun tipo di effetto sui faentini. Anzi: ad innervosirsi sono proprio i lombardi vedendosi fischiare un antisportivo e due tecnici. La Rekico trova il vantaggio con due liberi di Pini che firma il 42-40, volando poi sul 42-42 alla fine del terzo quarto, terminato con un parziale di 23-7. L’inerzia è ormai tutta manfreda e le basse percentuali sono soltanto un brutto ricordo. Benedetti e Silimbani sparano dalla lunga distanza per il +10 (55-45) poi Perin regala sempre dai 6,75 il 59-45. Lecco prova a ritornare fino al -8 (52-60), ma Faenza è troppo determinata e riprende subito il vantaggio in doppia cifra. Nel finale c’è la standing ovation per tutti, soprattutto per Casadei che tra assist e punti ha davvero brillato, e c’è gloria anche per Stefanelli che al debutto in B segna il canestro del 70-56.

FONTE: Uff. Stampa Raggisolaris Faenza

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy