Serie B – Faenza espugna Rimini

Non basta un Tiberti stellare, autore di 26 punti, per avere ragione di Faenza.

di La Redazione

NTS INFORMATICA RIMINI – REKICO FAENZA 71-75 (13-19, 25-18, 12-22, 21-16)

NTS INFORMATICA RIMINI: Edoardo Tiberti 26 (8/15, 0/0), Giacomo Signorini 16 (3/4, 2/5), Andrea Sipala 8 (0/3, 2/4), Joel Myers 7 (0/1, 2/6), Paolo Busetto 5 (0/2, 1/5), Francesco Foiera 5 (2/3, 0/1), Matteo Caroli 2 (1/2, 0/3), Luca Toniato 2 (1/3, 0/3), Niccolò Moffa 0 (0/0, 0/0), Matteo Dolzan 0 (0/0, 0/0), Andrea Tartaglia 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 20 / 25 – Rimbalzi: 33 7 + 26 (Edoardo Tiberti 9) – Assist: 12 (Paolo Busetto 3)

REKICO FAENZA: Simone Aromando 18 (6/12, 0/0), Marco Perin 16 (4/6, 2/9), Mattia Venucci 12 (0/2, 3/7), Gioacchino Chiappelli 12 (3/6, 1/3), Lorenzo Brighi 10 (1/2, 2/5), Giordano Pagani 4 (2/3, 0/0), Lorenzo Benedetti 3 (0/0, 1/3), Riccardo Iattoni 0 (0/0, 0/2), Jacopo Silimbani 0 (0/0, 0/1), Jakov Milosevic 0 (0/0, 0/0), Matteo Petrini 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 16 / 19 – Rimbalzi: 33 8 + 25 (Gioacchino Chiappelli 8) – Assist: 12 (Marco Perin 8)

Non basta un Tiberti stellare, autore di 26 punti, per avere ragione di Faenza: nel derby del Flaminio, gli ospiti riescono a spuntarla dopo 40’ di battaglia, sfruttando al meglio gli episodi dubbi del finale. Rimini paga così la poca esperienza e la minore qualità rispetto alla Rekico, formazione assemblata con ambizione e formata da giocatori di livello: nonostante gli uomini di Maghelli si sono trovati spesso ad inseguire i cugini, hanno il merito di non avere mai mollato, ma anche il rammarico per non essere riusciti nel colpaccio.

Non cambia nulla in classifica, e complici le sconfitte delle avversarie dirette, i Granchi rimangono al nono posto, con due punti di svantaggio sulla zona playoff e altrettanti di distanza dai playout. Con questa situazione, saranno molto importanti le prossime gare, con la NTS che questo weekend farà visita a Reggio Emilia, mentre domenica 18 ospiterà Palermo: entrambe le formazioni sono dietro in graduatoria, e due successi, oltre che possibili, sarebbero davvero auspicabili.

I Granchi sentono la tensione in avvio, e Faenza ne approfitta per portarsi sul 2-9: Signorini risponde e, prima con una tripla e poi con un canestro e fallo fa 8-11. Sono però gli ospiti a fare la partita, con la NTS che, pur faticando, non molla di un centimetro, e dopo il nuovo allungo della Rekico si riporta a tiro sul -2 con la bomba di Myers, mentre il primo quarto si chiude 13-19. I Crabs scivolano sul -10, ma reagiscono con un 7-0 firmato Tiberti e Busetto: i Raggisolaris scappano nuovamente, i Crabs però sono in partita e con un altro parziale pareggiano i conti a quota 31. Signorini da tre firma il sorpasso, Faenza risponde e torna avanti con l’ex Perin, prima che Charlie Foiera mandi tutti negli spogliatoi sul 38-37.

E’ nel terzo periodo che Faenza ipoteca il match: Rimini per oltre 6’ non segna, eccezion fatta per la tripla di Myers, mentre dall’altra parte gli ospiti segnano 16 punti e scappano sul 43-53 del 27’. I Granchi provano a reagire, ma vengono rispediti indietro, con il terzo parziale che si chiude sul 50-59.

La NTS fatica a ridurre il gap, ma non si arrende nemmeno sul -10 a 4’ dalla fine: i biancorossi cercano in tutti i modi di rientrare e con il canestro e fallo di Tiberti la partita è riaperta (70-73 a 30’’ dalla sirena). Venucci in lunetta fa 0/2, poi Busetto con 8’’ da giocare mette il primo e sbaglia il secondo, con il tap-in di Foiera che viene annullato per invasione a rimbalzo. A chiudere i conti ci pensa Perin, che in lunetta non sbaglia: finisce 71-75.

FONTE: Uff. Comunicazione Basket Rimini Crabs

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy