Serie B – Faenza lotta, ma alla fine il Torneo Gagliardi va ai Tigers Cesena

Serie B – Faenza lotta, ma alla fine il Torneo Gagliardi va ai Tigers Cesena

Una rimonta dal -17 al -5 serve alla fine solo per rendere meno amaro il passivo.

di La Redazione

Grandissima vittoria nel “Giorgia Gagliardi” per Cesena, che guida per 3 quarti il match con un vantaggio medio di 14 punti e lascia agli avversari solamente un ultimo quarto in cui Venucci fa la voce grossa, ma con troppo poco tempo sul cronometro. Cinque gli uomini in doppia cifra pe i Tigers, con De Fabritiis autore di 16 punti. Ottime le indicazioni per coach Di Lorenzo che può attingere ad ampie rotazioni senza che il gioco in campo perda efficacia.

Di Lorenzo schiera Cesena con Battisti, De Fabritiis, Papa, Raschi e Brkic. Faenza risponde con Venucci, Fumagalli, Petrucci, Chiappelli e Silimbani. Ritmi alti per oltre 7 minuti, nei quali entrambe le formazioni prediligono la soluzione dall’arco al gioco interno. Cesena risponde presente e le triple di De Fabritiis, autore di 10 punti nel solo primo quarto, portano in dote il primo break che crea il disavanzo al termine dei primi 10 minuti. Solo le triple in serie di Silimbani e Casagrande limitano i danni per la Rekico e i Tigers chiudono sul 26 – 17.

La seconda frazione di gioco consiglia ritmi più lenti, pur mantenendo la fisicità del primo quarto, e Faenza si prende l’inerzia del match pur segnando poco. A 6’57’’ dall’intervallo Di Lorenzo chiama time out dopo lo 0 – 4 firmato Fumagalli e Zampa. Trapani, in sottomano delizioso, e Dagnello, in contropiede, battono un colpo per Cesena e a 5’15’’ pareggiano il parziale. I Tigers crescono a rimbalzo e Papa monetizza il 32 – 21 a 4’54’’ che spinge Friso al time out. Silimbani riporta Faenza sotto la doppia cifra di svantaggio e Di Lorenzo rimette in campo Battisti per Trapani. A 2’12’’ Brkic offre un assist al bacio per Papa che deposita il 35 – 23 prima del successivo 1/2 dalla lunetta. Petrucci colpisce dai 6,75, ma Raschi risponde subito con un gioco da 3 punti. La difesa arancionera aumenta l’intensità ed imbriglia il gioco di coach Friso ed i Tigers portano a casa anche il secondo quarto senza troppi patemi. Il primo tempo si chiude sul 40 – 26. Ottime le indicazioni per Di Lorenzo sull’applicazione dei Tigers in difesa.

I primi 5 minuti di terzo quarto scivolano via sul filo dell’equilibrio con Brkic a fare la voce grossa nel pitturato, in attacco e a sostenere i Tigers nel parziale di 7 – 6. Faenza trova però da Gay la tripla del -10 a 4’08’’ e Di Lorenzo chiama time out sul 47 – 37. I contatti aumentano, Faenza pesca qualcosa dalla linea della carità, ma Cesena risponde con Raschi e Papa. A 2’10’’ i Tigers ritrovano il +14 con una bomba chirurgica di Dagnello che poi commette fallo su Zampa che dalla lunetta accorcia sul 54 – 42 ma Papa ripaga con la stessa moneta e raggiunge la doppia cifra. Di De Fabritiis l’ultimo canestro, in penetrazione, del quarto che fissa il punteggio sul 62 – 45.

Silimbani apre per Faenza l’ultima frazione di gioco con una tripla cui risponde un agguerrito De Fabritiis che perfeziona un gioca da 3 punti. Cesena inizia a giocare un po’ sulle gambe come precedibile. La nebbia fa capolino in attacco sia da una parte che dall’altra. La Rekico s’incaponisce sul tiro dall’arco senza raccogliere frutti e vanifica quanto sprecato da Cesena sull’altro lato del campo. A 4’35’’ Brkic rileva Sacchettini sul 65 – 55. De Fabritiis recupera palla in difesa e Battisti mette la tripla del 68 – 55. Venucci griffa la tripla del 70 – 58 a meno di 3 minuti dalla sirena dopo il canestro di Dagnello che non chiude il gioco da 3 punti. Faenza prova a serrare i ranghi e sempre Venucci segna, questa volta dalla lunetta, portando gli ospiti sul -10, ma Dagnello è in agguato e realizza con un revers da lustrarsi gli occhi. La partita si infiamma. Venucci realizza di nuovo dall’arco, Dagnello risponde da sotto e Fumagalli chiude un gioco da 3 punti. All’alba dell’ultimo minuto Fumagalli va da tre per 74 – 69. Battisti fa percorso netto ai liberi e fissa il 76 – 69 lasciando alla Rekico il fallo sistematico come unica opzione. Battisti non fallisce un colpo ed il match si chiude sul 78 – 69. I Tigers Cesena vincono il Torneo “Giorgia Gagliardi”.

Nella finale per il terzo posto Piombino batte Orzinuovi 61 – 59.

Tigers Cesena – Raggisolaris Faenza 78 – 69 (26-17; 14-9; 22-19; 16-24)

Tigers Cesena: Ferraro 3, Dagnello 11, Trapani 8, Rossi NE, Battisti 10, Papa 10, De Fabritiis 16, Raschi 10, Puntolini NE, Poggi NE, Sacchettini 2, Brkic 8. All.: Giampaolo Di Lorenzo. Ass.: Roberto Villani.

Raggisolaris Faenza: Fumagalli 18, Gay 7Silimbani 14, Samorì, Casagrande 5, Venucci 14, Zampa 4, Petrucci 4, Pambianco, Chiappelli 3, Santini. All.: Massimo Friso. Ass.: Emanuele Belosi.

Arbitri: Ugolini e Bergami

 

 

Ufficio Stampa Tigers Cesena

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy