Serie B – Faenza perde con Imola ma mantiene la testa solitaria del girone A1

di Federico Di Domenico

Sconfitta casalinga, ma primo posto solitario confermato. È agrodolce il passo falso con l’Andrea Costa (l’ultima squadra ad aver vinto al PalaCattani era stata Fabriano l’1 dicembre 2019), perché il ko casalingo di Rimini con Alba permette alla Rekico di restare in vetta con due punti di vantaggio sui riminesi. Fatta questa premessa, restano però le recriminazioni per aver visto soltanto a tratti il vero volto dei Raggisolaris, bravi a reagire nell’ultimo quarto e a sfiorare la rimonta, ma poco incisivi nel terzo, quando Imola ha messo in campo maggiore aggressività e intensità. Dalle sconfitte si impara sempre qualcosa e anche da questa la squadra ne farà tesoro a partire dal derby a Cesena di domenica.

L’avvio di gara è tutto di marca Rekico portatasi 12-2 dopo pochi minuti. L’Andrea Costa è però brava a reagire e a ridurre il gap fino al 15-16 non facendo i conti con Ballabio che con un gioco da quattro punti, propizia il break di 8-0 per il 25-15. I Raggisolaris soffrono troppo a rimbalzo nonostante la maggiore fisicità e non riescono ad aumentare il vantaggio, merito anche della difesa a zona imolese che rende difficile la manovra in attacco faentina. Si arriva così all’intervallo con Faenza avanti 35-30.

Al rientro in campo, Imola aggredisce la Rekico comandando i giochi grazie anche ad un ottimo Fultz e così dopo 2’30’’ coach Serra cambia tutto il quintetto per dare un segnale di risveglio al gruppo. L’Andrea Costa passa a comandare 38-37 con due liberi di Toffali poi si affida alle triple di Corcelli e a i canestri di Morara e raggiunge il 50-42. L’orgoglio della Rekico è enorme e così a suon di tiri da tre il gap si assottiglia fino al 60-61 al 32’, ma Preti è cinico nel segnare il 64-60 che riporta fiducia ai suoi. Faenza continua a litigare con il canestro finendo ad inseguire 73-62 e ancora una volta reagisce alla grande arrivando a due possessi dal pareggio. La tripla di Anumba a 35’’ dalla fine sul 67-73 non ha fortuna e così Imola può chiudere i conti dalla lunetta negli ultimi secondi.

Rekico Faenza 72
Andrea Costa Imola 79
(20-15; 35-30; 50-55)

FAENZA: Testa 7, Anumba 13, Rubbini 5, Marabini ne, Calabrese 4, Ballabio 11, Ly-Lee 2, Filippini 10, Iattoni 6, Solaroli, Petrucci 11, Pierich 3. All.: Serra
IMOLA: Zanetti 7, Fazzi ne, Fultz 20, Banchi 3, Morara, 15, Corcelli 18, Preti 7, Alberti 2, Toffali 7. All.: Moretti
ARBITRI: Attard e Giunta
NOTE. Uscito per falli: Testa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy