SERIE B FINAL FOUR – Cassino in paradiso! Il sogno si chiama A2

SERIE B FINAL FOUR – Cassino in paradiso! Il sogno si chiama A2

Nello spareggio del PalaTerme, la Virtus Cassino centra la promozione battendo San Severo a cui non basta la prova da 30 punti di Ciribeni.

di Pietro Pisaneschi, @Doppia_P

Un sogno chiamato promozione! Partita non certo con i favori del pronostico rispetto alle altre partecipanti alla rassegna termale, la Virtus Cassino conclude una post season da favola battendo San Severo per 78-75 e conquistando l’accesso alla prossima A2. Uno strepitoso Leonardo Ciribeni autore di 30 punti non basta alla squadra pugliese per aggiudicarsi lo spareggio.

PRIMO TEMPO: Quante volte avete desiderato avere una seconda opportunità nella vita salvo poi constatare amaramente essere molto difficile che essa si presenti? Poco male, per questo esistono le Final Four di Serie B che ogni anno sono prodighe di seconde opportunità per centrare la promozione in A2. Così ecco che le squadre perdenti nel primo giorno di gare si incontrano nel secondo nel dentro o fuori dello spareggio.  Nemmeno 24 ore di riposo dunque e Cassino e San Severo tornano subito sul parquet del PalaTerme per giocarsi a viso aperto l’ultima promozione disponibile per questa stagione. Avvio concentrato per entrambe le squadre decise a giocarsi il biglietto per il piano superiore a viso aperto. Protagonista della prima frazione caratterizzata dall’alto punteggio è Leonardo Ciribeni che segna 10 dei 23 punti di squadra di San Severo. Una manna dal cielo visto l’inizio (e il prosieguo) di gara non proprio convincente di Rezzano, neo MVP della Serie B partito con le polveri bagnate. Due triple di Di Donato segnalano il primo accenno di fuga di San Severo ma un parziale di 6-0 di Cassino a firma Bagnoli e Cena riporta la sfida sul filo dell’equilibrio alla prima sirena (22-23). Attacchi infruttiferi nei primi due minuti del secondo quarto. La carestia offensiva è interrotta dalla tripla di Enzo Cena che porta vanti Cassino (25-24). San Severo risponde presente e grazie ad un parziale di 6-0 confezionato da Di Donato e Bottioni balza sul +5 costringendo coach Vettese a chiamare time out (25-30). Il time out sembra giovare alla formazione laziale. Cercato con insistenza dai compagni, Enzo Cena scrive il personalissimo 6-0 che riporta Cassino avanti (33-34). Come già avvenuto nella prima partita contro Cento, nell’attacco di San Severo si spegne improvvisamente la luce. La squadra di Salvemini trova difficoltà a costruire buoni tiri essendo spesso costretta a forzare e Cassino tenta di approfittarne. Due triple di Maurizio Del Testa e la gita in lunetta di Petrucci consegnano il massimo vantaggio Virtus sul 41-35. San Severo resta a galla grazie ai tiri liberi prima che Leonardo Ciribeni indossi le scarpette alate di Mercurio. Il numero 9 giallonero, mvp del primo tempo con 15 punti con 7/9 dal campo, compie due scorribande in area che bucano la difesa cassinate (sono 8 i punti subiti da Cassino in contropiede nel solo primo tempo) e riportano San Severo avanti all’intervallo lungo sul 41-44.

SECONDO TEMPO: Venti minuti di passione prima di accarezzare il paradiso, l’esiguo margine che separa le due squadre rende la partita vibrante e avvincente fin dalle prime battute del terzo quarto. Copertina di terza frazione equamente divisa fra Simone Bagnoli e Manuel Carrizo che con 11 punti combinati portano nuovamente avanti Cassino (53-51). Per San Severo le cose si complicano. Smorto spende il suo quarto fallo e in attacco le cose non funzionano (3/17 dal campo nel terzo quarto). Nonostante tali difficoltà però, inizialmente la squadra di Salvemini non perde la scia restando a galla con un 2/4 ai liberi di Malagoli salvo poi vedere Cassino allontanarsi. Panzini e Cena ritoccano il vantaggio cassinate fino al +9 (62-53) prima che Ciribeni restituisca una boccata d’ossigeno a San Severo con un 2/2 dalla lunetta che spedisce la partita all’ultimo quarto sul 62-55. La musica non cambia in apertura di quarto quarto, con le difficoltà di San Severo che proseguono e Carrizo che segna la tripla del +10. L’unico a non arrendersi dalle parti della squadra pugliese sembra essere Ciribeni che prova in tutti i modi a tenere i compagni in linea di galleggiamento con un assolo da. Ma un uomo da solo, seppur in missione, non basta. Le promozioni così come le rivoluzioni, affinchè si realizzino, devono scaturire dal lavoro del collettivo.  Così San Severo prova a rientrare in partita ma Cassino è sempre pronta a rintuzzare i tentativi di rimonta ora con Panzini, ora con Carrizo che mostra un’innegabile esperienza per la categoria. La partita è però lungi dall’essere conclusa. Enzo Cena fa 1/3 dalla lunetta e sul ribaltamento di fronte Ivan Scarponi manda a bersaglio la tripla del – 3 che restituisce adrenalina e morale a San Severo (76-73) e consegna un ultimo minuto di gioco vibrante. Da una rimessa dopo un time out, Ciribeni (ancora lui!) segna il canestro del -1. San Severo spende subito fallo e Cena chiude il viaggio in lunetta con  1/2 (77-75). Con 10″ da giocare, Ciribeni si sobbarca il peso del tiro del pareggio ma la penetrazione si infrange sul muro difensivo di Bagnoli che poi in lunetta regala la promozione a Cassino con il libero che vale il 78-75 finale.

BPC Virtus Cassino – Allianz Pazienza Cestistica San Severo 78-75 (22-23, 19-21, 21-11, 16-20)

BPC Virtus Cassino: Enzo Cena 24 (5/7, 2/7), Manuel Carrizo 16 (4/9, 2/4), Simone Bagnoli 14 (6/9, 0/0), Maurizio Del testa 9 (0/0, 3/8), Lorenzo Panzini 8 (4/7, 0/4), Matteo Bini 5 (1/1, 0/0), Niccolò Petrucci 2 (0/0, 0/2), Giorgio Galuppi 0 (0/0, 0/0), Fabrizio De ninno 0 (0/0, 0/0), Riccardo Pasquinelli 0 (0/0, 0/0), Robert Banach 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 21 – Rimbalzi: 32 6 + 26 (Simone Bagnoli 9) – Assist: 13 (Manuel Carrizo 7)

Allianz Pazienza Cestistica San Severo: Leonardo Ciribeni 30 (13/18, 0/2), Emidio Di donato 14 (3/4, 2/6), Riccardo Bottioni 11 (5/12, 0/0), Ivan Scarponi 5 (1/2, 1/7), Antonio fabrizio Smorto 5 (1/3, 1/3), Massimo Rezzano 4 (0/5, 1/3), Riccardo Malagoli 4 (1/2, 0/0), Giorgio Di bonaventura 2 (0/1, 0/0), Vincenzo Ventrone 0 (0/0, 0/0), Luigi Coppola 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Iannelli 0 (0/0, 0/0), Levan Babilodze 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 22 – Rimbalzi: 37 12 + 25 (Emidio Di donato, Massimo Rezzano 8) – Assist: 12 (Riccardo Bottioni 6)

Fotogallery a cura di Debora Fabio

Cassino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy