Serie B Finale G5 – Apotesi amaranto a Roseto, la Libertas Livorno è in A2

0

Play-off, finale: Gara 5| LIOFILCHEM ROSETO – AKERNS LIBERTAS LIVORNO 74-81 (18-15; 20-25; 15-21; 21-20)

ROSETO: Durante 6, Maiga 3, Dervishi n.e, Visintin, Donadoni 14, Guaiana 10, Tamani 2, Mantzaris 15, Klyuchnyk 10, Thioune, Santiangeli 14, Petracca n.e. Coach Franco Gramenzi

LIBERTAS LIVORNO: Buca, Bargnesi 2, Fratto 11, Williams 11, Fantoni 10, Vicenzini n.e, Tozzi 10, Ricci 4, Madeo n.e, Saccaggi 13, Allinei 20, Lucarelli n.e. Coach Marco Andreazza

Tiri da due Roseto 19/28, Livorno 19/35. Tiri da tre 6/27, 11/25. Tiri liberi 18/24, 10/15. Rimbalzi 29 (23+6), 36 (27+9)

La Libertas Livorno conquista la promozione in A2, trionfando 74-81 al PalaMaggetti in Gara 5 contro la Liofilchem Roseto, che vede sfumare in finale il ritorno nella seconda serie nazionale per la terza volta in quattro anni.  

Delusione per i 4000 tifosi rosetani accorsi in un PalaMaggetti colmo all’inverosimile; gode invece la  nutritissima rappresentanza ospite.

In casa Roseto c’è Visintin, appena arrivato dal Chiusi (A2).

Super avvio dei locali. Klyuchnyk in precario equilibrio va subito a segno, Fantoni no. Mantzaris da sotto fa 4-0. Donadoni da posizione centrale piazza la tripla che costringe Andreazza ad un tempestivo time-out dopo appena 1’13” dall’inizio. Ricci sblocca la Libertas con i primi due punti; è sempre il numero 12 nella prima occasione a servire Allinei che trova le due triple che valgono il primo vantaggio ospite. 9-8 al 5’ siglato da Klyuchnyk, con la Liofilchem che torna a segnare dopo oltre tre minuti e mezzo. Allinei sigla la terza tripla del suo ottimo inizio di gara ma i biancazzurri mantengono il comando della gara, portandosi sul +5 all’8’ e sprecando due liberi con Mantzaris; fine primo quarto sul 18-15.

L’Akerns rimette la testa avanti dopo meno di un minuto e poi sigla con Saccaggi la tripla del +4: time-out Gramenzi a 8’36” dall’intervallo. Guaiana ci prova due volte da tre e nella seconda occasione gli esiti sono benevoli per i colori biancazzurri. 21-24 il parziale al 15’. Il primo canestro di Fantoni vale il +5 amaranto, ma Santiangeli replica prontamente con quattro punti in fila. Aumentano i viaggi in lunetta da ambo le parti. Allinei riprende il suo show con il quarto timbro su altrettanti tentativi da oltre l’arco; Mantzaris gli risponde al 18’ ma il numero 19 sul capovolgimento di fronte aggiunge un’altra perla dalla lunga distanza. Mantzaris protagonista prima del rientro negli spogliatoi con altre due triple ma la Libertas nel mezzo muove il punteggio e va al riposo in vantaggio 38-40. Top scorer Mantzaris con 13 e Allinei con 19.

La Liofilchem impatta immediatamente con Klyuchnyk, ma Tozzi risponde prontamente con tre canestri consecutivi che riportano a sei le lunghezze di differenza. Si sblocca Durante fra i padroni di casa con una finta sontuosa ed un arresto e tiro che vale il -2.  47-50 il parziale al 25’. La tripla di Fratto poco dopo decreta il nuovo +6 Libertas; Allinei lo imita, riprendendosi lo scettro di frombolieri con il sesto siluro personale: massimo vantaggio ospite sul +9. Roseto però assottiglia il gap sono sei punti in fila ma nel corso dell’ultimo minuto vanno a bersaglio prima Williams in penetrazione e poi Fratto con una tripla allo scadere con l’ausilio del ferro. 53-61 al 30’.

Fantoni fa subito male con 2+1 che portano gli ospiti sul +11. Piove sempre più sul bagnato per il quintetto di casa quando Saccaggi realizza comodamente il 53-66 che obbliga Gramenzi a chiamare time-out a 8’55” dalla fine. Allo scoccare del 32’ Durante in penetrazione fa -1 ma la tripla di Saccaggi  e il successivo errore di Donadoni avvicinano sempre più alla metà, ad un passo quando è ancora Saccaggi a colpire da distanza siderale: 55-72 al 33’, partita e promozione nelle mani degli amaranto, che ora possono permettersi di giostrare a proprio piacimento con il cronometro. Il gap cresce ancora, 57-76 al 35’. La gara non si riaprirà più ed i padroni di casa, stanchi e sfiduciati, ci provano con la forza della disperazione ma a poco serve. Santiangeli fallisce la tripla del possibile -8 a poco più di un minuto dalla fine: è l’epilogo definitivo alla stagione della Liofilchem Roseto, che cede ancora una volta all’ultimo atto. 74-81 il risultato finale.