Serie B – Finale stregato, Sant’Antimo sconfitta a Valmontone

64-63 il risultato finale, con i campani che erano a +6 a 3’dalla fine, e che hanno comunque avuto la palla per vincere sulla sirena.

di La Redazione

Si ferma alla Tensostruttura di Valmontone la striscia di vittorie della matricola Geko, sconfitta al fotofinish dai laziali al termine dell’ennesima partita-maratona dominata dall’equilibrio. 64-63 il risultato finale, con i campani che erano a +6 a 3’dalla fine, e che hanno comunque avuto la palla per vincere sulla sirena.

Parte forte la Geko, avanti 7-0 dopo poco più di un minuto con Righetti costretto a chiamare un time out d’urgenza. Per il primo canestro laziale, una tripla di Caridà, bisogna aspettare il 3’ minuto, ma al 7’ Sant’Antimo allunga ancora (5-16) con Carnovali e un Milosevic enigmatico per la difesa romana (8 punti parziali per il montenegrino). Qui arriva la reazione dei padroni di casa che con Casale, Scodavolpe e Caridà fanno 11-0 in poco più di un minuto e impattano a quota 16. Stavolta è Patrizio a chiedere sospensione, quando si rientra Sergio riporta avanti gli ospiti e poi è Smorra a firmare il canestro del 16-20 che tiene avanti la Geko al primo break.
Quando si riprende sale in cattedra Bisconti ma al 15’ i campani sono ancora avanti anche se di misura (22-23). Da qui però nuova fiammata di Valmontone con il pivottone che firma il primo vantaggio laziale dalla lunetta e Scodavolpe che infila la tripla del 27-23 al 17’. Risponde al fuoco Smorra, con una bomba in equilibrio precario, poi si sblocca anche Matrone e la Geko resta in scia chiudendo con 3 punti di ritardo (33-30) all’intervallo lungo.
Milosevic inaugura la ripresa con un bel canestro da sotto, poi segna Provenzani dalla media e quindi, dopo un bel recupero di Matrone, Sergio infila la tripla centrale del 33-37, ribaltando il risultato in poco più di 2 minuti. Righetti vuole parlarci su e funziona, quando si ricomincia Valmontone mette insieme una stoppata, due recuperi ed altrettanti contropiede e impatta a quota 37. Arriva anche il terzo fallo di Matrone, Nando però reagisce con 5 punti di fila per il 41-42 del 26’. E’ un momento caotico della gara, a venirne fuori meglio è la squadra di casa che trova due triple di fila con Di Poce e Santini e torna avanti (47-42). Risponde dalla lunga Sorrentino, poi è Matrone a trovare da sotto il canestro del 50-48 con cui si va all’ultimo riposo.
Si riparte e Carnovali firma dai 6.75 l’ennesimo controsorpasso Geko, che poi allunga subito dopo con un contropiede chiuso da Sorrentino (50-53). Scodavolpe sblocca i suoi dalla media, Sergio invece la mette da lontanissimo e la Geko allunga (52-56 al 33’). E’ un momento delicato, Sant’Antimo fa spettacolo con una clamorosa azione di alley-oop tra Carnovali e Matrone, Casale risponde con una tripla e a 4:30 dalla conclusione è 57-59, con Patrizio che chiede un nuovo time out. Quando si ricomincia, un ritrovato Matrone segna ancora da sotto, poi arrivano una serie di errori su entrambi i fronti e a 3’ dalla sirena il punteggio è ancora 57-61. Il possesso è per gli ospiti, Sergio lo trasforma nel canestro del +6 esterno, ma da qui scatta immediata l’ennesima rimonta romana con Bisconti e Casale che combinano per un 7-0 e a 1’31 è nuovo sorpasso (64-63). Da qui una serie incredibile di errori consegnano l’ultimo possesso nelle mani della Geko. Lo gioca Sorrentino che attacca il ferro e poi scarica in angolo per Sergio, la cui tripla però si spegne sul primo ferro. Vince Valmontone, che porta a 4 le sue vittorie consecutive, Sant’Antimo viene agganciata in classifica a quota 24 ma mantiene la differenza canestri nello scontro diretto grazie al +7 dell’andata.

“Purtroppo in una partita così equilibrata decidono gli episodi, e a quel punto puoi vincerla e puoi perderla – dice nel dopogara il GM della Geko Vittorio Di Donato -. Resta il rammarico per aver sbagliato il tiro della vittoria, ma probabilmente non avremmo dovuto arrivarci a quel punto, ci manca la maturità per gestire i vantaggi nel finale, eravamo a +6 a 3’ dalla fine e non abbiamo più segnato. Questa squadra sta facendo benissimo, dobbiamo fare un’ulteriore salto di qualità se vogliamo continuare a divertirci perché da qui alla fine sarà durissima”.

SPECIAL DAYS VALMONTONE 64 – GEKO SANT’ANTIMO 63
(16-20, 33-30; 50-48)
VALMONTONE: Santini 7, Caridà 6, Di Poce 6, Misolic 2, Bisconti 20; Casale 13, Scodavolpe 10, Ugolini, Bonessio. N.e.: Cavallo, Ogiemwonyi. All.: Righetti.
GEKO: Provenzani 8, Carnovali 10, Milosevic 10, Sergio 11, Matrone 13; Sorrentino 5, Smorra 5, Luongo 1. N.e.: Quaranta, Abete, Izzo. All.: Patrizio.
ARBITRI: Castiglione e Giunta.
NOTE – Tiri liberi: Valmontone 7/7, Geko 11/14. Nessuno uscito per cinque falli.

FONTE:
Ufficio Comunicazione Partenope Sant’Antimo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy