Serie B – Gli MVP della seconda giornata: gironi C&D

Analizziamo, girone per girone, i giocatori che più si sono messi in mostra nel corso della seconda giornata sui campi di serie B.

di Federico Di Domenico

Girone C1: SIMONE POZZETTI
Senigallia ancora a secco di vittorie, cade tra le mura amiche contro Mestre al termine di un match equilibrato per 40′ e deciso solo negli istanti finali. Nonostante la sconfitta della sua squadra, l’MVP del girone C1 per la seconda giornata è senza ombra di dubbio Simone Pozzetti. Il trentenne centro della Goldengas sfodera una prestazione clamorosa, da 24 punti (5/5 dal pitturato, 3/11 dalla lunga distanza e 5/8 dalla lunetta), 19 rimbalzi (Mestre in totale ne cattura 22), 4 assist e una palla recuperata. Una prova molto solida, soprattutto sotto le plance, dove non ha rivali, che però non basta ai suoi per centrare il primo referto rosa stagionale.

Girone C2: ANDREA QUARISA
Jesi trova la prima gioia stagionale nel derby casalingo contro Ancona. Il trascinatore dei Jesini, eletto come miglior giocatore del girone C2 è il lungo classe ’92 Quarisa. L’ex Verona resta 28 minuti in campo, nei quali mette a referto una doppia doppia da 12 punti e 17 rimbalzi, ai quali si aggiungono una stoppata, due assist e una palla recuperata, per una valutazione complessiva di 27. La serata di grazia di Quarisa basta a Jesi per avere la meglio in un derby molto combattuto.

Girone D1: NJEGOS VISNJIC
Prima vittoria stagionale anche per Cassino, che si impone con un netto 80-60 su Salerno. Il trascinatore assoluto è il veterano e grande ex di giornata Njegos Visnjic, che mette tutta la sua esperienza al servizio della squadra, offrendo una prestazione da 16 punti (3/5 dall’area, 2/3 dai 6.75m e 4/7 a cronometro fermo), 17 rimbalzi (solo 8 in meno rispetto a quelli catturati dall’intera squadra ospite) per una valutazione finale di 33. Gli anni passano ma Visnjic non sembra accorgersene e continua ad essere uno dei giocatori più decisivi della cadetteria.

Girone D2: MATTEO BINI
Molfetta batte 68-63 la Viola Reggio Calabria riscattando la sconfitta rimediata all’esordio. Bini conquista la palma di MVP con una prova da 26 punti, 12 falli subiti, 6 rimbalzi, 3 assist e un recupero. L’ala ex Ruvo di Puglia gioca una gara attenta in entrambe le metà campo, limitando l’impatto dei temibili lunghi ospiti. Dopo le tre gare di supercoppa e le prime due di campionato Bini si conferma un giocatore imprescindibile per Molfetta e uno dei più importanti del girone D2.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy