Serie B. Grande e sofferta vittoria per la CFG Livorno che supera Piombino ai supplementari

0

Caldo. Sul campo e sugli spalti. Il match giocato oggi sul parquet del PalaMacchia, valido per la seconda giornata di campionato fra la CFG Livorno ed il Basket Golfo Piombino verrà ricordato per la temperatura estiva che ha contraddistinto questa domenica di ottobre, ma soprattutto per il tripudio di emozioni che questa gara ha scatenato fra i tantissimi (oltre 1000) spettatori presenti sugli spalti del Palasport di Via Allende.
E Livorno ha esordito, senza deludere, davanti ai propri tifosi. Non ha deluso, ma certo ha fatto soffrire complice anche una Piombina determinatissima a raggiungere una vittoria che si è vista scivolare dalle proprie mani solo ai tempi supplementari.
La CFG è partita benissimo chiudendo la prima frazione di gioco (conclusasi con una tripla allo scadere di Liberati) avanti sul 20 a 12. Un vantaggio figlio di una difesa aggressiva che ha costretto a numerose palle perse Piombino e da un attacco dinamico che ha permesso Venucci e compagni di prendere ritmo possesso dopo possesso. Nel secondo quarto però Livorno sembra perdere un po’ di quello smalto che aveva fatto la differenza nei primi 10 minuti della gara. Il Basket Golfo Piombino però non è capace di capitalizzare i tanti errori al tiro dei labronici e dopo 20 minuti il Livorno conserva ancora due punti di dote. Poi il terzo quarto da incubo: Piombino mette il naso avanti, ma fa una fatica tremenda nel trovare continuità offensiva e peggio di lei fa solo il Don Bosco. Il parziale del terzo quarto recita un misero 9-3.
Il quarto periodo è, improvvisamente, tutta un’ altra storia; entrambe le squadre ritrovano la via del canestro e la fisicità della gara sale di livello. La CFG trova un paio di giocate di Lucarelli e una tripla di solo talento di Liberati, mentre Venucci riesce a recuperare palloni su palloni guadagnandosi falli importanti. Ma Piombino rimane attaccata alla gara grazie anche ad un paio di canestri importanti di Marmugi. Siamo sul 57 pari quando Mattia Venucci scaglia il tiro da tre punti della potenziale vittoria che però s’infrange sul ferro. Suppllementari.
E qui viene fuori il carattere ed il talento di una squadra livornese composta, sostanzialmente, da livornesi. I quali si portano subito avanti con canestri importanti firmati da Malfatti, assistito perfettamente da Venucci e da Liberati. Poi sul 68 a 66 Livorno, la palla finisce nelle mani giuste, quelle di Mario Gigena che segna i due punti della staffa. Venucci dalla lunetta manda i titoli di coda. Livorno vince davanti al suo pubblico una grande partita nelle quale nessuna delle due compagini ha mai mollato.
Non c’era modo migliore di presentarsi al pubblico livornese!
CFG Livorno – Basket Golfo Piombino 72 – 66 dts
(20-12, 13-19, 3-9, 21-17, 15-9)
CFG Livorno: Liberati 11, Venucci 18, Lucarelli 8, Gigena 14, Malfatti 12, Orsini, Sollitto 2, Batori, Artioli 4, Thiam 3.
All. Quilici.
Basket Golfo Piombino: Pozzi 6, Biancani 5, Bianchi 4, Marmugi 11, Gabellieri 11, Iardella 6, Guerrieri 12, Esposito, Franceschini 7, Maggio 4.
All. Padovano