Serie B – Green Palermo, grinta e cuore non bastano: Bernareggio passa al PalaMangano

Nel finale la maggiore lucidità dei lombardi decide la sfida.

di La Redazione

Una partita di alto livello, una difesa da incorniciare per 35’, poi la stanchezza e le rotazioni limitate a decidere il match. Si può riassumere così la prestazione del Green Basket Palermo, che lotta su ogni pallone e vendere carissima la pelle nel match della 9° giornata di Serie B contro la Pallacanestro Bernareggio. Il tabellone del PalaMangano recita 74-76 al termine di 40’ di pura intensità, con i palermitani che conducono per larghi tratti dell’incontro, subendo nel finale gli assalti della formazione lombarda e sfiorando quello che sarebbe stato un meritatissimo overtime, che solo la sfortuna nega ai ragazzi di coach Mazzetti.

 

Diouf apre la contesa con un tap in, seguita dalla tripla di Baldini. Qualche errore di troppo in attacco nell’avvio di match dei palermitani. Biancoverdi che si sbloccano con la bomba di Di Marco, con Caridi che dalla lunetta accorcia sul -2. Lo stesso numero 22 di casa concretizza il gioco da 3 punti (canestro con fallo subito e seguente libero a segno) per il -1. La firma sul controsorpasso dei siciliani è ancora del play Di Marco, che è on fire e piazza la terza tripla in sequenza che vale il break di 9-0 per il 14-9 Green. I ragazzi di coach Mazzetti prendono fiducia e colpiscono con Boffelli e Bedetti dall’arco, mostrando nell’altra metà campo una grinta ed un’energia che in fase difensiva fa la differenza in questi primi minuti di gioco. Gentili ricaccia indietro gli ospiti (che hanno provato a ricucire lo strappo con Radchenko) con un’altra bomba: due palle perse di fila dei padroni di casa costringono coach Mazzetti al time-out con annessa strigliata dopo il contro break incassato nel finale del quarto con Bernareggio che si riporta sul 22-20 con la schiacciata di Aromando.

 

Bedetti apre in penetrazione il secondo periodo, ma Bernareggio opera il sorpasso con i punti di Almansi e Aromando e la tripla di Todeschini che portano gli ospiti sul 24-27. Di Marco si inventa un assist geniale che attraversa tutto il campo in lunghezza per l’appoggio comodo di Bedetti (-1), poi è Gentili a prendersi la scena con due bombe consecutive che portano nuovamente avanti i siciliani. Bernareggio prova a rimanere agganciata, ma una difesa fatta di grinta e carattere e la tripla del solito capitan Lombardo valgono il 35-30 a 2’ dall’intervallo. Drigo dall’arco risponde agli attacchi della formazione ospite con i tre punti che consentono al Green di rientrare negli spogliatoi avanti 38-36

 

Ripresa che si apre con il mini break di Bernareggio guidato dai 5 punti di Quartieri: Bedetti conquista rimbalzo e tap in per il nuovo -1, e le due squadre proseguono punto a punto per diversi minuti. Tanta intensità difensiva consente a Palermo di respingere gli attacchi dei lombardi, che trovano però la tripla di Gatti e l’appoggio di Aromando per il +6 e il conseguente time-out necessario chiamato da coach Mazzetti. Reazione immediata dei palermitani con Caridi che concretizza il gioco da tre punti con canestro e libero supplementare; i siciliani lottano come leoni, contendendo ogni rimbalzo offensivo possibile che si trasformano in diversi possessi aggiuntivi. Gatti e Almansi riportando Bernareggio sul +8, ma serve la firma dalla distanza di capitan Lombardo per restituire energia e concentrazione in casa Green, che accorcia ulteriormente fino 54-58 con cui si arriva agli ultimi 10’ di gioco.

 

L’asse Guerra-Caridi vale il -2, ed è lo stesso play biancoverdi a trovare la parità a quota 58 con una soluzione pregevole in appoggio con la mancina. In contropiede Guerra trova Bedetti che velocissimo attraversa tutto il campo per realizzare il +3, replicato poco dopo dallo stesso 11 palermitano. Guerra si prende sulle spalle l’attacco di casa con un’altra penetrazione vincente che porta il Green sul +7; è la difesa l’arma in più dei siciliani, che difendono molto bene e limitano le azioni d’attacco degli avversari, a secco per 5’. Guerra lascia il campo a 4’ dalla fine in seguito al quinto fallo personale commesso, al suo posto ritorna in campo Boffelli che mette subito la sua firma con due punti di importanza capitale, che Gatti cancella con la tripla del -2 che riporta sotto gli ospiti. Il finale è intensissimo: Bernareggio trova 4 punti comodi su due palle perse ingenuamente dai siciliani, Boffelli è chirurgico dalla lunetta e ripristina la parità a 90” dal termine. Tsetserukou di prepotenza firma il +4, con meno di 1’ sul cronometro, Bedetti accorcia sul -2 e Di Marco si prende l’ultimo possesso rubando la sfera ma sulla sirena l’appoggio di Caridi non riceve la benedizione degli dei del basket, che con una traiettoria beffarda sputano fuori dal ferro i punti della possibile overtime. Ai siciliani rimane una buona prestazione e la certezza che, con questa mentalità, i punti arriveranno.

 

TABELLINO

 

Green Basket Palermo – Vaporart Bernareggio 74-76 (22-20, 16-16, 16-22, 20-18)

 

Green Basket Palermo: Luca Bedetti 16 (5/12, 1/1), Andrea Caridi 16 (5/14, 0/0), Mirko Gentili 11 (1/3, 3/5), Matias nicolas Di marco 9 (0/2, 3/6), Giuseppe Lombardo 7 (0/1, 2/7), Santiago Boffelli 6 (2/4, 0/4), Filippo Guerra 6 (2/2, 0/1), Davide Drigo 3 (0/0, 1/2), Vittorio Moltrasio 0 (0/0, 0/0), Iheb Ben salem 0 (0/0, 0/0)

 

Tiri liberi: 14 / 15 – Rimbalzi: 29 9 + 20 (Andrea Caridi 9) – Assist: 20 (Filippo Guerra 7)

 

Vaporart Bernareggio: Patrick Gatti 15 (0/1, 3/4), Daniele Quartieri 14 (5/8, 1/6), Simone Aromando 12 (6/10, 0/0), Kiryl Tsetserukou 12 (5/6, 0/0), Davide Todeschini 7 (2/5, 1/5), Baye modou Diouf 5 (2/6, 0/2), Gian paolo Almansi 5 (1/2, 1/1), Giacomo Baldini 3 (0/4, 1/1), Vladyslav Radchenko 3 (0/0, 1/2), Alioune Ka 0 (0/1, 0/0), Riccardo Ghedini 0 (0/0, 0/0)

 

Tiri liberi: 10 / 18 – Rimbalzi: 41 12 + 29 (Baye modou Diouf 11) – Assist: 11 (Davide Todeschini, Vladyslav Radchenko 3)

 

 

Uff stampa Green Basket Palermo

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy