Serie B – Il Basket Scauri chiude con una sconfitta indolore il suo campionato

Serie B – Il Basket Scauri chiude con una sconfitta indolore il suo campionato

Sul terreno della Vis Nova Roma una partita che è stata poco più di un’amichevole essendo le due formazioni ormai certe della salvezza e dei play-out

di Cesare Crova

Il Basket Scauri termina la sua travagliata stagione con una sconfitta che non pesa nell’economia del campionato, cedendo di sole tre lunghezze alla formazione romana, sua volta certa di dover disputare i play-out per la permanenza in serie B.
La formazione laziale deve fare i conti ancora una volta con le precarie condizioni fisiche di qualche suo atleta (Osmatescu gioca nonostante il risentimento per l’infortunio alla caviglia), mentre la formazione romana è priva di Giacomo Gori e in panchina presenta Maurizio Pasquinelli.

Il primo quarto è di sostanziale equilibrio, con lo Scauri che sembra piuttosto svogliato e lascia l’iniziativa alla squadra romana. Dopo 2’29” è sul + 5 (11-6), ma i pontini ricuciono subito lo strappo grazie a Richotti, Antonietti e Boffelli, con il quarto che comunque vede la Vis Nova chiudere avanti di 4 lungheze (23-19).
Nel secondo periodo i romani sembrano approfittare del torpore nel quale si trova lo Scauri e con Coronini allungano a +9 dopo 1’27” (31-22), ma Scauri si rifà sotto e con Boffelli torna a -4 con una conclusione da tre punti (33-29 dopo 3’25”) sulla quale gli arbitri non vedono un chiarissimo fallo che avrebbe garantito un tiro aggiuntivo. Inizia una lunga fase di equlibrio, nella quale i padroni di casa riescono a gestire l’esiguo margine che gli permette di chiudere il primo tempo in vantaggio di tre punti (43-40).

Nel secondo tempo persiste lo stato di equilibrio, con Scauri che ritorna a -1, ma non resce a dare la scossa necessaria alla partita, anzi è la Vis Nova che con un mini paraziale di 9-2 rimette 8 punti tra le due squadre; Antonietti riporta Scauri a – 4, Rossetti con una conclusione da tre punti ridà il + 7 a Roma (59-52), al quale risponde subito, di nuovo, Antonietti. Sull’ultima azione, una pentrazione di Richotti che segna sulla sirena è valutata diversamente dalla coppia arbitrale, che non convalida un canestro chiaramente valido, che peserà nell’economia dell’incontro.
Nell’ultimo quarto l’equilibrio regna sovrano. Scauri impatta con Richotti dopo 3’01” (63-63), Roma riallunga e sembra chiudere l’incontro a – 1’45” dal termine quando un’ottimo Casale segna dalla lunetta il + 8 (80-72). Ma lo Scauri ha dimostrato di non essere mai domo, nonostante giochi con le rotazioni ridotte all’osso, riuscendo però solo sulla sirena a fissare con Giammò il punteggio finale sull’82-79.

Tra i singoli, nella formazione romana buona la prova dell’ex Giacomo Barraco (22+11) che veniva da una serie di prestazioni un po sotto tono, e che ha giocato invece un incontro maiuscolo, il quale a fine partita, con l’altro ex Valerio Staffieri, si è intrattenuto a lungo con i numerosi tifosi di Scauri che hanno seguito la squadra nella Capitale; ottime anche le prove di Giulio Casale (19+5 e 3 assist), un play di grandi qualità e temperamento, che ha saputo prendersi carico della squadra nei momenti importanti dell’incontro, così come Tommaso Rossetti (19, 7/11 al tiro e 2 di valutazione). Importante l’apporto di Valerio Staffieri (6) e Giovanni Coronini (4) che hanno dato concretezza alla squadra con la loro esperienza.
Sul fronte Scauri, ottime le prove della coppia Richotti-Antonietti; il play (21, 9/10 da due punti, 3/3 dalla lunetta, 2 assist, 6 falli subiti e 24 di valutazione), è stato un autentica spina nel fianco dei romani, con giocate di altissimo tasso tecnico, mentre l’ala piemontese (20+6, 8/11 da due punti e 22 di valutazione) ha dimostrato ancora una volta ottima visione di gioco in attacco e una buona difesa. Meno tonico del solito in fase realizzativa, ma sempre incisivo quando serviva, Santiago Boffelli (14), il quale ha disputato una stagione straordinaria e che risentiva dell’infiammazione al ginocchio che da più di un mese lo tormenta. Eccellenti le prove, come sempre, di Joshua Giammò (12+4, 2/4 da tre punti, 4/4 dalla lunetta) ed Enrico Merella (10, 2/4 da tre punti) che ha disputato una grande partita in difesa, con molti recuperi; stoico Victor Osmatescu (2) e bravo ad Alexandru Varga nel dare respiro ai suoi compagni nei 13′ di impiego.

A fine partita l’allenatore Renato Sabatino commenta così l’incontro: “Abbiamo per l’ennesima volta dimostrato di essere una squadra di professionisti. Nonostante fossimo già ampiamente salvi e qualcuno pensasse che non avessimo motivazioni, eravamo venuti a Roma per giocare la nostra partita e vincerla, per chiudere in bellezza il campionato“. Dalle sue parole traspare un certo velo di amarezza, espressa invece con forza dalla dirigenza scaurese, per un incontro sul quale hanno pesato come macigni le decisioni di una coppia arbitrale la cui prestazione è stata largamente insufficiente, che con fischi molto discutibili ha condizionato il risultato finale, sul quale lo Scauri ha messo però anche del suo, disputando un incontro sotto tono. Per fortuna era una partita fine a se stessa che nulla aveva da dire alla classifica, se non per la Vis Nova, che poteva ambire all’undicesimo posto, ma che alla fine la concomitante vittoria di Patti a Cefalù ha confermato al dodicesimo, che le garantisce comunque il vantaggio del fattore campo nell’eventuale bella della sfida con la Stella Azzurra Roma.

Simply Vis Nova Roma – Basket Scauri 82-79 (23-19, 20-21, 16-14, 23-25)
Simply Vis Nova Roma: Giacomo Barraco 22 (11/19), Tommaso Rossetti 19 (4/6, 3/5), Giulio Casale 19 (7/11, 0/3), Francesco Argenti 9 (0/2, 3/8), Valerio Staffieri 6 (0/3, 1/4), Giovanni Coronini 4 (1/3), Marco Legnini 3 (1/1 da tre), Federico Casoni, n.e. Daniele Fiorucci ed Edoardo Lucarelli
Allenatore: Maurizio Pasquinelli
Tiri liberi: 12 / 15 – Rimbalzi: 28 (12 + 16 – Giacomo Barraco 11), Assist: 11 (Giulio Casale e Francesco Argenti 3)
Basket Scauri: Dante Richotti 21 (9/10, 0/2), Luca Antonietti 20 (8/11, 0/2), Santiago Boffelli 14 (4/9, 2/8), Joshua Giammo 12 (1/2, 2/4), Enrico Merella 10 (1/3, 2/4), Victor Osmatescu 2 (1/4), Alexandru Varga, n.e. Francesco Pimpinella, Matteo Pensiero e Lorenzo Scampone
Allenatore: Renato Sabatino
Tiri liberi: 13 / 13 – Rimbalzi: 21 (3 + 18 – Luca Antonietti 6) – Assist: 7 (Dante Richotti ed Enrico Merella 2)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy