Serie B. Il Basket Scauri sconfigge Palestrina con il cuore e la determinazione

Con una prova maiuscola e un’ottima gestione delle rotazioni, la squadra tirrenica trova finalmente il sorriso con una delle grandi del campionato

di Cesare Crova

Abbiamo completato quanto avevamo inziato contro il Valmontone. Sono molto contento della prestazione dei miei ragazzi per quello che hanno messo in campo. Con il cuore e una grande difesa, siamo riusciti a limitare il Palestrina e a portare a casa un’importante vittoria in un momento molto delicato del campionato“, con queste parole Renato Sabatino ha commentato la vittoria dei suoi giocatori. A lui va ascritto molto del merito di questi risultati, con il suo vice Vincenzo Pontecorvo, i quali sono riusciti a strigliare a dovere i giocatori del Basket Scauri. Tanti erano i timori, anche da parte della tifoseria, dopo la pesante sconfitta interna di due settimane che faceva temere una serie di “Caporetto” per i giovani delfini scauresi. Che invece hanno saputo fare tesoro dei tanti errori commessi disputando due partite di altissimo livello.  Se buoni segnali c’erano stati già contro la Virtus Valmontone, la conferma è arrivata dall’incontro con una squadra blasonata e ambiziosa come Palestrina, seconda in classifica e con sole tre sconfitte, che ha dovuto alzare bandiera bianca dopo un tempo supplemetare.
Eppure l’inzio della partita non faceva presagire nulla di buono, con Palestrina volata subito avanti di 8 punti (2-10 dopo 4’10”), ma da lì tutto è cambiato, con Scauri che ha saputo reagire subito per operare il sorpasso con Santiago Boffelli al 7’50” (11-10) e con un parziale di 14-2 chiudere il primo periodo in vantaggio 16-12.
Nel secondo quarto l’inerzia è sempre a favore dei padroni di casa, che riescono ad allungare e portarsi a +9 (23-14 dopo 2’40”, con un canestro di Nikola Markus), vantaggio che si mantiene costante fino alla fine del primo tempo (32-24), con le difese che la fanno da padrone.
Secondo tempo che inizia con un parziale di 0-6 per Palestrina che si riporta a due lunghezze, ma Scauri risponde prontamente con cinque punti di Merella per il +7, che diventano 9 con un tiro dalla lunga distanza di Boffelli dopo 4’08” (42-33). Gli ospiti appaiono storditi e non sembrano prendere le giuste misure a uno Scauri scatenato; solo nell’ultimo minuto riescono a tornare sotto i padroni di casa, con una conclusione pesante di Luca Montanari, che chiude il terzo periodo 47-43.
Ultimo quarto entusiasmante, con lo stesso Montanari che impatta dopo 3’42” (49-49) e addirittura Gagliardo che opera il sorpasso (49-51 sopo 4’55”). Scauri impatta e con Giammò si porta a +3 (54-51). Di nuovo Gagliardo per il +2 Palestrina a – 1’16” (54-56), mentre Boffelli con due tiri liberi trova a 45″ dalla sirena il pareggio (56-56), prima che Rischia manchi il canestro della vittoria dalla lunga distanza.
Si va ai supplementari, dove l’esperienza di Palestrina sembra dare la svolta alla partita, con due canestri pesantissimi da tre punti di Brenda e Rossi inframezzati da un canestro di Boffelli (58-62 al 42’10”), ma qui viene fuori il cuore, la determinazione e la cattiveria della squadra di casa, che con Boffelli e Richotti pareggiano i conti (62-62 a -58″). Rossi segna un libero, ma prima Richotti e poi Antonietti a 7″ dal termine siglano il 66-63 finale. A nulla servono i tentativi di Rossi e Rischia che falliscono il tiro che avrebbe garantito a Palestrina il secondo supplementare.

Nelle fila degli ospiti, ottima prova dell’ex di turno Davide Serino (11+12 e 23 di valutazione) e di Daniele Brenda (10+8, 4/4 al tiro e 16 di valutazione). Buona quella di Gianmarco Rossi, un altro ex rimasto nel cuore di Scauri (12 punti anche se con 4/18 al tiro), mentre è mancato Simone Rischia che ha chiuso con 9 punti e 4/17 al tiro (0/9 da tre punti).
Nello Scauri esaltante prova di Santiago Boffelli, impiegato in questa occasione da “4” che ha chiuso con una prestazione da 23+10, 3/5 da tre punti e 25 di valutazione; bravo anche Luca Antonietti, che ha giocato 44′, con 10+9 e 14 di valutazione. Ottime anche le prove del neo arrivato, Joshua Giammò (6) ed Enrico Merella (5), come ha evidenziato ancora Renato Sabatino “Mi sono piaciuti i piccoli, con i quali abbiamo trovato delle buone rotazioni, dando dinamicità alla partita. Buono è stato l’approccio di Giammò, che vede il canestro e sa dare vigore al gioco. Ottimo è stato Merella, per l’intensità difensiva e la cattiveria che ha messo in campo. Dopo 35 anni di attività professionale, riesco ancora ad emozionarmi per prestazioni come le loro; i miei ragazzi hanno saputo fare tesoro del lavoro svolto in settimana. Le due partite contro Valmontone e Palestrina sono state importanti perché i ragazzi hanno saputo capire dove poter osare e come uscire fuori da situazioni negative. I risultati ci confortano e danno la carica necessaria in vista del prossimo incontro, contro la Luiss, che sarà altrettanto importante per poter dire dove possiamo arrivare“. Nel complesso, queste due ultime partite hanno evindenziato uno Scauri finalmente concreto sotto canestro, dove ha dominato a rimbalzo, dimostrandosi più incisivio nelle percentuali realizzative. Unica nota stonata, la prestazione insufficiente di Daniele Mastrangelo, cui ancora una volta l’allenatore ha dato una possibilità importante schierandolo in quintetto base, che non ha saputo ripagare con una prestazione all’altezza.

Con questa vittoria e i risultati concomitanti, Scauri riaggunta il nono posto in coabitazione con Cefalù e Teramo, mentre distanzia Patti di 6 punti (e di conseguenza la zona play-out), clamorosamente sconfitta sul terreno amico da una rediviva Stella Azzurra Viterbo.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy