Serie B – Il derby tra Faenza e Imola va ai biancorossi

di Federico Di Domenico

IMOLA: Zanetti ne, Sgorbati 5, Fazzi ne, Fultz 5, Banchi 8, Morara 16, Corcelli 7, Quaglia 6,
Preti 4, Alberti 3, Toffali 17. All.: Moretti
FAENZA: Testa 17, Anumba 7, Rubbini 2, Marabini ne, Calabrese, Ballabio 8, Ly-Lee 2,
Filippini 6, Iattoni 3, Solaroli, Petrucc nei, Pierich 18. All.: Serra
ARBITRI: Chiarugi e Luchi
Non basta questa volta il cuore alla Rekico vistasti sfuggire le chance di vittoria del derby per
colpa di cinque minuti sottotono. La squadra, priva ancora di Petrucci, ha comunque mostrato il
solito carattere ed è proprio da questo spirito e dalla correzione degli errori commessi, che coach
Serra ripartirà da martedì per preparare il derby casalingo di domenica prossima con Cesena.
È l’agonismo il grande protagonista del match che non permette a nessuna delle due contendenti
di andare in fuga nel primo tempo. Le battaglie sotto canestro e qualche errore di troppo in
attacco regalano infatti il vantaggio imolese di 33-32 all’intervallo. Anche nel secondo tempo
non cambia il copione con l’intensità faentina che però inizia a venire meno, mentre Imola alza i
ritmi e si aggiudica l’inerzia. Morara e gli esterni biancorossi trascinano l’Andrea Costa che
approfitta di un calo difensivo della Rekico per portarsi avanti 63-47. I Raggisolaris pagano a
caro prezzo cinque minuti di black out, ma la reazione non tarda ad arrivare e in pochi minuti il
gap si riduce a 61-65 grazie al canestro di Anumba a 1’17’’ dalla fine. Faenza spreca poi due
occasioni per provare l’aggancio e così a chiudere i conti è Toffali segnando il canestro del 67-
61. Peccato, perché con maggiore concentrazione la Rekico si sarebbe potuta giocata la vittoria
fino all’ultimo secondo.
PROSSIMO TURNO – La Rekico ritornerà in campo domenica 13 dicembre alle 18 al
PalaCattani contro i Tigers Cesena, mentre sabato 19 alle 20.30 farà visita alla Fulgor Omegna,
nell’ultimo incontro del 2020.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy