Serie B – Il punto della seconda giornata

0
La festa dell'Etruria S.Miniato dopo il successo contro Livorno (pag.Facebook Etrusca Basket)

Secondo turno della Serie B Old Wild West. Sei squadre a punteggio pieno nel Girone A, cinque nel B, soltanto tre nel C e D dove l’equilibrio appare ancora più marcato. Ecco quello che è successo.

GIRONE A
Con 4 punti dopo 80′ di gioco ci sono ben 6 squadre. Dopo il +4 della prima giornata Omegna si conferma vincente di misura anche in trasferta. Espugnato il campo di Firenze (67-64) mettendo in grande evidenza ancora Franko Bushati (24 punti e 6/11 al tiro). Per Firenze che resta a zero punti ci sono 16 punti di Passoni. Vince fuori casa anche Vigevano che sbanca Varese (74-83) con una gara in continuo controllo. Quattro gialloblu in doppia cifra con Ferri miglior marcatore (17) che precede Gatti (16) Giorgi (14) e Peroni (13). Varese ha 18 punti da Librizzi e 16 a testa di Allegretti e Marusca. A chiudere gli anticipi del sabato c’è il successo interno di Oleggio su Cecina. Primi due punti per i Squali di coach Pastorello che hanno 17 punti da Alessandro Riva (fatturato ottenuto prevalentemente in lunetta con un 11/17 ai liberi) e conferma in Fabio Giampieri (14 punti, 3/5 da tre). Cecina rimedia il 2°k.o nonostante i 13 punti e 12 rimbalzi di Giorgio Artioli e il 13 punti (ma 1/9 da tre) di Alessandro Banchi. Nelle gare della domenica c’è il successo esterno della Libertas Livorno che si riscatta dal passo falso dell’esordio contro Legnano andando a vincere con determinazione a Borgomanero. 62-82 per la squadra di Fantozzi protagonista di un ottimo secondo quarto (9-30 di parziale). Alla fine il migliore dei labronici e Matteo Airaghi (10 punti e 11 rimbalzi) per il College 20 punti (4/7 da tre) di Alessandro Ferrari. A punteggio pieno anche S.Miniato che supera la resistenza della Pielle Livorno. Gara molto equilibrata con Livorno che fallisce con Pederzini allo scadere il tiro della vittoria. 80-72 per i toscani di Marchini trascinati dai 23 punti di Antonio Lorenzetti (10/16 da due) e i 22 di Nicola Mastrangelo. Protagonista nel finale Edoardo Conversano (15 punti e 8 rimbalzi). La matricola Livorno ancora a zero dopo due giornate nonostante i 23 punti e 6 rimbalzi di Pederzini, 20 (12 rimbalzi e 3 assist) per Giovanni Lenti. Due su due anche per il Langhe Roero che supera la Sangiorgese (76-63). Sfida equilibrata solo nel primo quarto, poi i piemontesi piazzano l’allungo fino ad avere 22 punti al 30′. Nell’ultimo quarto la Sangio cerca la rimonta che non riesce. Langhe Roero ha 21 punti di Antonetti, 15 per Nicolò Castellino. Negli ospiti, che non riescono a replicare il successo della prima giornata, 15 per Nicolas Alessandrini, 14 di Lorenzo Turini. Pavia fa la voce grossa in casa del Piombino. 60-80 per i pavesi con ben 5 giocatori in doppia cifra. Calzavara chiude con 18 punti dopo essere stato decisivo nel break letale arrivato nel 2°quarto. 16 per Marco Torgano, 14 di Donadon, 13 per Giorgio Sgobba e 11 di Lorenzo D’Alessandro. Per i toscani, anch’essi al 2°k.o di fila, non sono sufficienti i 18 punti di Mazzantini e i 16 del veterano Eliantonio. Tra le squadre apparse più in forma in queste prime battute di campionato c’è Legnano. I Knights, dopo aver vinto a Livorno in apertura, si ripetono con autorità in casa contro Empoli. Finisce 90-68 per la squadra di coach Eliantonio con 25 punti e 8 rimbalzi per Sebastiano Bianchi, 15 di Diego Terenzi, il mattatore del primo round di gare. Per Empoli, 19 punti e 10 rimbalzi di De Leone, 16 e 8 rimbalzi di Alessandro Antonini. Nel prossimo turno scontri tra imbattute tra Pavia-Legnano e Omegna-S.Miniato.

GIRONE B
In cinque al comando dopo due turni. Bergamo domina Cividale nel big game tra due squadre candidate ad arrivare lontano. Ottima prestazione della squadra di Cagnardi che tiene in mano l’incontro nel primo tempo, con un 27-10 di parziale nel 2°quarto, rischia qualcosa nel terzo quarto con i friulani che tornano sotto ma un ultimo quarto da 15-5 manda in orbita gli orobici che vincono largamente 82-62. Giacomo Sodero è l’MVP di giornata con 27 punti (7/13 da tre), bene anche Ihedioha (11 e 12 rimbalzi) e Savoldelli (14 e 8 assist). Tra i friulani si distingue Rocchi (17). La matricola Desio conferma il suo ottimo avvio. Vittoria casalinga contro Fiorenzuola (85-79). Ospiti che conducono le danze per tre quarti e gara rimbaltata nell’ultimo periodo dalla squadra di Ghirelli che segna 33 punti. Sirakov (23 punti, 4/9 da due, 3/7 da tre) e Ivanaj (17 punti, 3/7 da tre) sono i massimi ispiratori dell’Aurora. Per Fiorenzuola, Filippini termina con 20 punti e 11 rimbalzi, Ricci chiude a 18. Le altre tre leader escono da altrettante vittorie esterne. Mestre passa a Bernareggio con una gara tiratissima fino all’ultimo secondo. Vincono i veneti 73-76 con 17 punti di Petrucci e 16 per Bortolin. Per i lombardi 21 di Almansi, 11 e 13 rimbalzi per Anaekwe. Vicenza vince il derby in casa della Virtus Padova. Finisce 70-77 per il team di Cece Ciocca con 17 punti del triestino Chiti. Per i padroni di casa ci sono 15 punti di Francesco De Nicolao. Equilibrio e gara decisa solo nel finale tra Jesolo e Crema. Vincono gli ospiti di Ghizzinardi (58-61) dopo che Jesolo era avanti di 9 lunghezze a inizio di terzo quarto e a +10 a 4′ dalla fine. Corrado Bianconi è il migliore per Crema (21 punti, 3/5 da 3 e 7 rimbalzi). Tra i locali 13 punti di Malbasa, 11 e 7 rimbalzi di Tommaso Rossi. Primo successo stagionale per il Bologna Basket di Gregor Fucka. Al PalaSavena i rossoblu vincono 72-67 contro Lumezzane. Decisiva una tripla di Graziani a 15″ dalla fine. Galassi è il migliore dei felsinei (18 punti 4/7 da tre), Scanzi (20) il top scorer della Virtus che resta a zero punti. Primo successo per la Ju.vi Cremona che supera Olginate grazie anche ai 19 punti (3/5 da tre) di Marco Bona. Non serve la doppia doppia di Jack Maspero alla squadra di coach Cillo. Sfida avvincente al PalaSaccon di San Vendemiano dove la Rucker vince contro Monfalcone 70-66. Tra i locali di Mian ci sono 15 punti di Baldini e 13 di Pat Verri. Nella Falconstar, priva di Rezzano, ottima prova del 2003 Alessandro Naoni (25 punti, 10/18 dal campo). Nel prossimo turno interessante Mestre-Desio, sfida tra due delle prime della classe.

GIRONE C
Tris al comando nel girone ancora decisamente indecifrabile. Fa notizia lo stop della Real Sebastiani Rieti che cade sul campo di un ottima Tigers Cesena. 61-58 per i romagnoli di Tassinari che tengono praticamente sempre il vantaggio, hanno in Nwokoye (16 punti e 6 rimbalzi) e Mascherpa (15, 8 rimbalzi e 6 assisti) gli elementi di spicco. Rieti tira male dal campo (18/57) e ha Traini con 17 punti in 24′. A punteggio pieno c’è Roseto che demolisce Imola varcando quota 100 tirando appena 10 tiri libero. Tutto deciso già nel primo tempo al PalaMaggetti con Roseto avanti 60-23. Alla fine è 102-74 per la squadra di Quaglia che porta 10 giocatori a referto. Aleksa Nikolic mattatore con 29 punti (10/15 da due, 2/2 da tre, 3/3 ai liberi, 9 rimbalzi e 4 assist). 18 per Mirco Turel. Imola in serata no ha 23 punti (8/12 da due, 7/7 dalla lunetta) da Emanuele Trapani. In testa c’è anche la NPC Rieti di coach Ceccarelli che supera nell’esordio al Palasojourner Senigallia. I sabini sono sul +17 al 28′ poi nell’ultimo quarto subiscono la rimonta dei marchigiani che arrivano alla tripla del potenziale aggancio a 1′ dalla fine ma capitan Giacomini sbaglia. Ancora ottima prova per Michele Antelli (16 punti), 12 punti di Marco Timperi. Per Senigallia ci sono 13 punti sia per Bedetti che per Bedin, per il lungo ex Ozzano anche 12 rimbalzi. Con 4 punti c’è anche Giulianova che espugna il Palatriccoli di Jesi. I giuliesi di Domizioli sono protagonisti dello strappo decisivo nei due quarti centrali. 25-44 il conto del secondo e terzo periodo e per Jesi non c’è scampo. Giulianova subisce 55 punti per la seconda volta. 20 punti e 7 rimbalzi per Fattori, 16 punti (4/8 da due e 2/4 da tre) per il play Michele Caverni. Per l’Aurora ci sono 14 punti di Mirko Gloria e 11 di Matteo Fioravanti. C’era logica attesa per il derby romagnolo tra la Rinascita Rimini e la Raggisolaris Faenza, ritenuta una delle squadre più in forma del momento. Faenza va anche a +13 nel primo tempo, nella ripresa rimonta e vittoria per Rimini nonostante le assenze (76-65). Andrea Saccaggi (25 punti e 6/8 da tre) è il leader dei riminesi di coach Ferrari. 11 punti a testa per Masciadri e Bedetti, 10 di Arrigoni. Faenza perde la prima partita dopo 7 vittorie arrivate tra Supercoppa e inizio di campionato. Vico si ferma a 14 punti, 11 di Thomas Reale. Nell’unico anticipo del sabato di questo girone arriva la vittoria di Ozzano che sul neutro di Cervia supera agevolmente la Luiss Roma. 95-70 per gli emiliani che beneficiano dei 22 punti di Klyuchnyk (8/11 da due e 7 rimbalzi) e di un buon Gioacchino Chiappelli (18 e 11 rimbalzi con 5 assist). Nei capitolini il solito Domenico D’Argenzio (16). Primo successo per Ancona che nel battesimo del Palarossini liquida Teramo. Si segna poco ma Centanni è super con 25 punti che trascina la squadra di Coen alla vittoria. Teramo ha un ottimo Antonelli (16 punti e 8 rimbalzi) ed è tradita dal trio Di Donato-Bottioni-Cucco (4/31 al tiro in tre). Nel derby marchigiano di giornata vince la Virtus Civitanova contro la Sutor Montegranaro. Virtussini di coach Schiavi sempre avanti ma incapaci di chiudere i conti. Montegranaro ha il demerito di segnare ancora poco (99 punti realizzati in due gare) e di non saper rientrare in maniera decisa in partita. Per Civitanova, Riccio e Guerra finiscono con 18 punti. Per la Sutor 10 punti di Korsunov e Masciarelli. Nella terza giornata del Girone C di grande interesse Imola-NPC Rieti e Teramo-Rimini.

GIRONE D
Terzetto a punteggio pieno anche nel Girone meridionale. Pozzuoli vince anche alla prima del PalaErrico superando la forza del Ruvo. 87-85 per i campani di coach Spinelli che a fine gara dedica la vittoria a Vittorio Volpe, amato custode dell’impianto puteolano. Per Pozzuoli ci sono 22 punti e 9 rimbalzi per Thiam, Gianmarco Rossi ne mette 20, 19 per Antonio Gallo. Ruvo ha un buon Cantagalli da 24 punti (5/8 da tre). Con Pozzuoli in testa ci sono due pugliesi che hanno vinto fuori casa. Bisceglie espugna Ragusa (63-69) mettendo 10 giocatori a referto. 15 punti di Filiberto Dri (11/12 ai liberi), 11 per Fontana. Tra i siciliani di Bocchino Andrea Sorrentino è il miglior realizzatore (15 punti e 5 rimbalzi), doppia-doppia con 12 punti e 11 rimbalzi per Mattia Da Campo. Con 4 punti anche Molfetta che vince sul campo del Forio (70-84) dimostrando il suo ottimo stato di forma. Francesco Infante ancora migliore per i pugliesi (23 punti, 10/14 da due, 6 rimbalzi e 25 di valutazione), tra i padroni di casa si distingue Hadzic con 20 punti. Agrigento arrabbiato per l’esordio negativo si scatena contro Formia. Finisce 101-43 al PalaMoncada con un dominio totale della squadra di Catalani. Eloquente il parziale del secondo quarto (29-4) con Agrigento al riposo lungo già sul 52-19. Alessandro Grande segna 20 punti (4/7 da tre e 6 assist), per Formia ci sono 13 punti per Scianaro. Primo squillo per Salerno che vince contro Monopoli (78-72). Per i campani 19 punti e 31 di valutazione di Mattia Coltro e 18 di Nick Rinaldi. Giovanni Laquintana è il migliore per Monopoli con 30 punti e 8 rimbalzi. Successo interno di Avellino che costringe al 2°k.o. di fila Cassino. 77-72 per gli irpini con i 20 punti di Basile. Cassino ha 13 punti (3/4 da tre) da Vincenzo Provenziani. Chiudono il quadro della 2a giornata due vittorie casalinghe. Torrenova supera la Viola Reggio Calabria (79-73) grazie ai 19 punti di Donato Vitale a cui si aggiungono i 18 di Dario Zucca (3/6 da tre) e i 15 di Luca Bolletta. Per la Viola doppia cifra per Amar Klamar (17) e Yande Fall (15 e 9 rimbalzi). Sant’Antimo mostra i muscoli e batte Taranto. Finisce 97-76 per i campani di coach Origlio che si prendono la partita con un grande secondo tempo (62-29 il conto del 3°e 4°periodo). Tutto il quintetto iniziale di S.Antimo finisce la gara in doppia cifra (Maggio 22, Cena 21, Coviello 14, Sperduto e Hajrovic 10 a testa). Per Taranto ci sono 21 punti e 2/3 da tre punti per Diomede. Prossimo turno con un Ruvo-Agrigento match di cartello.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here