Serie B – Il recupero sorride all’Antenore Padova, Senigallia sconfitta

Goldengas Pallacanestro Senigallia – Antenore Energia Padova 61-74

di La Redazione

Goldengas Pallacanestro Senigallia – Antenore Energia Padova 61-74 (17-15, 16-20, 9-22, 19-17)

Goldengas Pallacanestro Senigallia: Michele Peroni 16 (3/7, 3/8), Mirco Pierantoni 15 (4/4, 2/4), Filippo Cicconi massi 13 (4/11, 0/1), Simone Giunta 9 (1/4, 2/6), Simone Pozzetti 4 (1/6, 0/4), Giovanni Centis 2 (0/3, 0/1), Edoardo Moretti 2 (0/0, 0/0), Nicola Serrani 0 (0/0, 0/1), Giammarco Giuliani 0 (0/0, 0/0), Marco Giacomini 0 (0/0, 0/0), Giacomo Gurini 0 (0/0, 0/0), Davide Terenzi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 19 – Rimbalzi: 36 9 + 27 (Filippo Cicconi massi 9) – Assist: 9 (Michele Peroni 3)
Antenore Energia Padova: Corrado Bianconi 15 (3/8, 3/7), Ivan Morgillo 12 (5/8, 0/2), Cesare Barbon 11 (1/1, 3/5), Michele Ferrari 11 (5/8, 0/0), Pietro Bocconcelli 7 (2/4, 1/5), Nicolo’ Pellicano 6 (1/4, 1/1), Federico Schiavon 5 (1/1, 1/4), Filippo Rizzi 3 (1/1, 0/1), Francesco De nicolao 2 (1/1, 0/2), Leonardo Marangon 2 (1/1, 0/1), Edoardo Fiore 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 5 / 7 – Rimbalzi: 33 7 + 26 (Ivan Morgillo 9) – Assist: 21 (Francesco De nicolao 6)

È festa grande in casa Antenore Energia Virtus: Senigallia viene battuta con autorità 61-74 e il primo posto in compagnia di Vicenza viene finalmente agganciato. Un mercoledì da leoni per Schiavon e compagni che riescono a domare alla grande un avversario in salute e confermano il proprio status di protagonista del girone. In grande evidenzia (all’interno di un’ottima prova corale) le prestazioni dei lunghi Bianconi, Morgillo e Ferrari, tutti e tre in doppia cifra, e da segnalare un’altra partita di alto profilo anche per Cesare Barbon. Ma si tratta di un altro successo marchiato dalla forza del gruppo e dai grandi meriti di coach Daniele Rubini, un’altra volta abile nel plasmare una squadra dal rendimento altissimo e dalla personalità d’acciaio.

Avvio di match positivo per l’Antenore Energia che prende subito dimestichezza col tiro da tre e tocca subito il vantaggio 8-12. Poi però la musica si inceppa e Senigallia entra in partita portandosi a casa 17-15 il primo quarto. La Virtus però è sul pezzo e guidata in campo anche da un ottimo Pellicano riesce a rimettere il naso avanti con il canestro di Ferrari e a tenerlo fino all’intervallo lungo (33-35) grazie alle triple di Schiavon e Bianconi. Nella ripresa si alza il volume della musica. L’Antenore Energia imprime un’accelerata letale al match e scappa via forte anche della propria difesa. Bianconi non fa prigionieri e mette la firma sull’allungo con due triple, Barbon lo emula dilatando il margine mentre Ferrari timbra il +18. Senigallia non rinvenuta in campo e Virtus che vola sul +15 a fine terzo quarto. A questo punto ai padroni di casa serve l’impresa ma Padova non è in vena di regali: gli ospiti mostrano qualità nella manovra offensiva producendo flipper imprendibili per i marchigiani e ribadendo una grande solidità difensiva. Con un suo canestro Pellicano firma il margine del +20 e mette in cassaforte il risultato. Nel frattempo Ferrari, Morgillo e Bianconi continuano a dominare in campo e per Senigallia è notte fonda. Sul finale c’è spazio anche per i giovanissimi Fiore e Marangon: per quest’ultimo c’è pure la felicità del canestro finale.

Uff.Stampa Antenore Padova

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy